BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Due animalisti “inseguiti e minacciati da allevatori di visoni”. Guarda il video video

Due attivisti del gruppo Nemesi Animale stavano realizzando un documentario tra gli allevamenti di visoni della zona di Bergamo e Cremona: “Siamo stati inseguiti in auto dagli allevatori di Dovera, armati di bastoni, che ci hanno tamponato e speronato”

La denuncia è di Nemesi Animale, un gruppo di animalisti milanese che si batte contro la vivisezione e gli esperimenti sugli animali. Due attivisti del gruppo, giovedì 15 agosto, stavano realizzando un documentario sugli allevamenti di visoni della zona di Bergamo e Cremona, tra cui anche quello di Misano. All’improvviso però sono stati vittime di una brutta disavventura, come documentato dal video e dal racconto qua sotto, ripresi dal sito internet dell’associazione:

“Giovedì 15 agosto per noi doveva essere una delle tante giornate in cui andiamo a documentare gli allevamenti, a vedere il loro stato, a filmare e fotografare le condizioni degli animali. Ma la giornata non è affatto finita normalmente. Approfittando della festività abbiamo fatto un giro di tutti i nuovi allevamenti di visoni aperti in Lombardia e di quelli con progetti di ampliamento. Ma a Dovera, nel Cremasco, siamo stati inseguiti in auto dall’allevatore e due amici, armati di bastoni, che ci hanno ripetutamente tamponato, speronato, tagliato la strada e fatto perdere il controllo dell’auto a velocità folli, spingendoci quasi dentro a dei fossati nelle curve. Poteva finire in tragedia ma ce la siamo cavata solo con tanta paura e lesioni di lieve entità.

GUARDA IL VIDEO:

 

Quello che abbiamo vissuto in quei minuti non è facile da raccontare e anche il video che siamo riusciti a fare non rende giustizia alla follia di queste tre persone. Purtroppo per la paura e per la speranza che la cosa durasse poco e finisse tra le strade sterrate adiacenti l’allevamento, non abbiamo iniziato subito a filmare la scena. Ma quello che si vede poi è sufficiente per far capire che queste persone erano fuori di senno e hanno continuato a tamponarci e inseguirci minacciose per quasi 10 chilometri, lasciandoci solo quando siamo riusciti ad entrare nella città di Lodi e a seguire indicazioni per Ospedale e Questura.

Tutto è cominciato con un signore che da lontano ci ha scorti, fuori dalla recinzione, mentre filmavamo e scattavamo fotografie. Ci ha inveito urlando e noi pacati, senza dire parola, abbiamo chiuso le telecamere e ci siamo incamminati verso la macchina, parcheggiata a una certa distanza, oltre ad un fossato. Da quel momento hanno cominciato a seguirci, incalzandoci a tutta velocità, suonando il clacson e urlandoci minacciosi, intimandoci di fermarci.

Poi è venuto il peggio. Ci tallonavano costringendoci ad andare a velocità folli su questa strada pericolosa, con curve a gomito e fossati. Prima abbiamo rischiato di investire un ciclista e poi, poco prima di una curva, ci hanno tamponato e speronati, spingendoci a tutta velocità, mentre noi con il freno tirato cercavamo di rallentare la corsa. Il volante non rispondeva, la macchina sbandava. Ma i tamponamenti e lo speronamento per farci perdere il controllo dell’auto sono continuati, altre tre volte.

Arrivati poi sulla statale 235, quella che collega Crema con Lodi, pensavamo di essere più tranquilli, non più invisibili sulle piccole strade di cui questi signori si sentivano padroni. Speravamo di trovare persone, auto, un luogo affollato, ma il ferragosto non ci ha aiutati da questo punto di vista. E così l’inseguimento è continuato, a tutta velocità, passando anche con semafori rossi e con altri tre tentativi da parte loro di sbarrarci la strada sterzandoci davanti.

Durante una di queste manovre, in piena statale, uno di loro è sceso dalla macchina, ci ha raggiunti e mentre ultimavamo la nostra ennesima inversione è riuscito per fortuna solo a prendere a calci e pugni l’auto.

Il resto del pomeriggio lo abbiamo passato tra Pronto Soccorso e Questura, dove avevamo chiamato terrorizzati, quando temevamo di essere bloccati e massacrati. Oltre a vari danni su tutti i lati della nostra auto, ce ne siamo tornati a casa con 7 e 10 giorni di prognosi e ancora sotto shock per quanto accaduto, ma risoluti a utilizzare questa loro follia contro di loro, in ogni modo possibile”.

Il titolare dell’allevamento, intervistato dal Tg Rai regionale della Lombardia ha spiegato che voleva farsi dare i dati dai due attivisti ma che questi non sono scesi dall’auto e allora li ha inseguiti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gino

    così imparate a farvi gli affari vostri, la gente deve vivere, e allevare visoni non è proibito dalla legge. comunisti e straccioni che rifiutate il lusso.

  2. Scritto da agnese

    Non c’è che dire: veramente una brava persona questo proprietario e se tratta così i cristiani vi lascio immaginare in che stato sono quei poveri animali…

  3. Scritto da ambro82

    Se loro non scappavano ma cancellavano fotografie e filmati non sarebbe successo niente

  4. Scritto da il polemico

    a ferragosto nel parco della trucca di è svolta la porchetta day,con bei maialini arrostiti alla brace per la felicità di chi l’ha mangiata……però nessuno di codesti animalisti credo si sia visto,forse il motivo sarà riconducibile al fatto che pure loro si fanno le grigliate?personalmentel i reputo dei perditempo,o si vieta tutto,o non si vieta nulla,non solo quello che piu ci fa comodo…..

    1. Scritto da Mariolino

      E’ chiaramente sbagliato, il vedere tutto bianco o tutto nero! Ci sono molte sfumature di grigio da considerare. Fa più comodo a cosa e a chi, disprezzare l’uccisione di animali per pelliccia? Cosa sta dicendo? Mangiare, dobbiamo mangiare: coprirsi con pelli di animale, è un optional!

      1. Scritto da il polemico

        quindi che dobbiamo fare?facciamo la classifica degli animali da sacrificare per la costinata o grigliata e salviamo il visone??però lo si fa in base ad un gusto personale,perchè allora vietare ad un vegetariano di avere la sua pelliccia di visone in inverno.lui non mangia la carne,tu si anche se ne potresti fare a meno,quindi chi ha ragione?

        1. Scritto da Cris

          I veri animalisti sono vegani, tutti gli altri sono animalari. Per l’animalista non esistono animali di seria A e serie B ma tutti hanno uguale diritto a non soffrire, a non essere sfruttati e a non essere uccisi per gola, vanità o divertimento: stop. Purtroppo lo sfruttamento animale è a 360° gradi e i veri animalisti sono pochi…non sempre è possibile essere presenti a tutte queste aberrazioni come vorrebbe il sig. polemico, si fa quel che si può e spesso molto di più.

          1. Scritto da il polemico

            vuoi dirmi che se un vero animalista investe un topo,si ferma a soccorrerlo?oppure una bella vipera..per mio parere,un animalista convinto,oltre ad essere vegetariano,non dovrebbe indossare nessun abbigliamento che contenga parti animali,dalla pelliccia,alle scarpe di cuoio.,ma si sa gia che non è cosi,qui solo un tal kurt erdam si considera superiore a tutti in tutto,ma pure lui in realtà vale meno di tutti,quindi che battaglie si vogliono fare?

          2. Scritto da Cris

            Senti polemico,capisco che con il tuo nickname tu debba per forza polemizzare su ogni cosa, quindi va pure avanti a farlo visto che la cosa pare divertirti e gratificare…in fondo non fai del male a nessuno. Ad ogni modo, se ti fossi preso la briga di informarti su chi sia e su come agisce un vegano non avresti fatto le domande e le obiezioni che hai fatto, frutto di ignoranza totale dell’argomento…ad ogni modo rilassati,non sei l’unico (anche se credo che questo ti dispiaccia)

          3. Scritto da il polemico

            mi sa che sei tu che non sai che significa vegano…che è poi quello che ho descritto io come animalista tipo,ma mi sa che forse non sai leggere bene,cosa che ti reputa comunque in buona compagnia…….e ti ripeto.sfido qualsiasi tuo amico vegano,a fermarsi a soccorrere un topo che ha appena investito….non lo fa e non lo farà mai nessuno…punto

          4. Scritto da Cris

            Si vabbè…parlare ad un muro renderebbe molto di più che cercare di comunicare con te. Prosegui pure con il tuo monologo mentale,io di sicuro non ti disturberò più. Ciao ciao.

    2. Scritto da ocirne

      mai sentito parlare di vegetariani e vegani ? forse i veri perditempo sono quelli che si danno da fare solo alla tastiera a criticare a 360 gradi e 365 giorni all’anno…

      1. Scritto da il polemico

        quindi immagino che tu sei un animalista,ma mangiatore di costine…vabbe.c’è altro da aggiungere?’come disse una in tv anni fa:sono vegetariana,quindi mangio solo pesce…siete tali a quali

  5. Scritto da poeraITALIA

    quello che non capisco il perché il Comune Provincia o Regione
    abbiano dato la licenza per poter svolgere questa attività
    RIGUARDO l’inseguimento inutile commentare ovvio

  6. Scritto da Daniele

    Leggere alcuni dei commenti qui sotto fa venire la pelle d’oca… ma vi rendete conto o no che queste persone (i cui intenti si possono anche discutere) sono state aggredite selvaggiamente da dei folli che potevano provocare una strage? Non c’è molto da girarci in giro, quei tre tizi sull’auto grigia sono dei criminali pericolosi che vanno sanzionati duramente! A prescindere dalle colpe (presunte) degli animalisti… roba da matti!

    1. Scritto da Dolores

      Non credo ci sia da discutere su questo. Poi i commentatori si sono buttati schierandosi da una parte o dall’altra per motivi diversi dal fatto di cronaca in se. Ma credo che siamo tutti d’accordo sulla gravità della reazione dei proprietari, ci mancherebbe altro.

  7. Scritto da alessandro

    Pur partendo dal presupposto che le pellicce non mi piacciono, direi che andare a filmare (dall’esterno) è legittimo, è illegale se si scavalcano recinzioni o si entra in spazi privati. Non è invece sempre lecito diffondere le immagini, e le immagini del video andavano sicuramente portate davanti ad un magistrato, anziché postate in rete.

  8. Scritto da claudio

    Penso sia più illegale farsi giustizia da se in questo modo compromettendo la sicurezza di altre persone . Se causi un uscita di strada ci può scappare anche il morto

  9. Scritto da Wasabi

    Può anche esserci un illecito, a fin di bene secondo il mio parere, ma l’aggressione e l’inseguimento hanno certamente ben altra rilevanza penale e dimostrano la sensibiltà di certa gente…

  10. Scritto da Ovviamente

    Meno le proprietà di Silvio Berlusconi, ovviamente.
    La legge è uguale per tutti, con un’unica eccezzione, ovviamente.

    1. Scritto da ossessionato

      Si rilassi Berlusconi, non alleva visoni.

      1. Scritto da Meno male

        E meno male non alleva visoni, se no si inventavano un’altro processo

      2. Scritto da Ossessionati

        Mi sa che su questo blog gli ossessionati di Berlusconi sono ben altri.
        Comunque hanno violato la sua privacy in mille modi e mai nessuno si è scandalizzato, anzi, tutti hanno guardato dal buco della serratura

  11. Scritto da gutembergem

    Cosa pretendevano, che venissero accolti con pane e salame?
    Sarebbe bello sentire anche l’altra versione.
    In ogni caso quando si tentano questi scoop si rischia. L’anno scorso per filmare una situazione edilizia “invasiva”, siamo entrati in un cantiere abusivamente per fotografare la situazione. I vigilanti rumeni ci hanno buttato fuori senza molti riguardi e noi zitti a casa. Sapevamo a “fin di bene” di aver commesso un’infrazione. Dai … che siete finiti sui media!!!

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      La versione del proprietario è nelle ultime righe dell’articolo

  12. Scritto da andrea

    Credo che sia illegale filmare proprietà private senza il consenso del proprietario. Se la mia supposizione fosse corretta, ciò significa che questo comunicato degli animalisti equivale ad una confessione di aver commesso un illecito (non so se penale o civile).

    1. Scritto da Marco Foresti

      Credo sia illegale circolare in un auto senza targa, tamponare e bloccare un’altra auto, agitare bastoni minacciando durante l’inseguimento, temo sia molto più “illegale” fare tutto ciò…

    2. Scritto da gigi

      esatto se questi commettevano un’omicio nella loro proprietà non potevano essere arrestati …………….fas curà !