BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Odissea per un prelievo L’Ospedale risponde: “Giorno da bollino nero”

Dopo la lettera apparsa su Bergamonews in cui una paziente dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII si lamentava per code e disservizi per un semplice prelievo, arriva la risposta dell’Azienda Ospedaliera.

Più informazioni su

Dopo la lettera apparsa su Bergamonews in cui una paziente dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII si lamentava per code e disservizi per un semplice prelievo, arriva la risposta dell’Azienda Ospedaliera:

“Il martedì è da sempre un giorno particolarmente affollato al Centro Prelievi: chi si è fatto fare la prescrizione il lunedì dal medico, in genere si presenta il martedì. Aggiungiamo il periodo di ferie (in molti avranno avuto la stessa idea della signora) e il fatto che in questi giorni molti laboratori privati sono chiusi.

E’ il concetto delle partenze intelligenti: con le premesse che abbiamo spiegato, se il Centro prelievi fosse un’autostrada martedì sarebbe stato un giorno da bollino nero.

Il 13 infatti abbiamo registrato oltre il 40% in più di pazienti rispetto al martedì precedente e oltre il 60% in più di martedì 30 luglio. Proprio per questo abbiamo aperto più sportelli del solito e più a lungo (anche trattenendo il personale oltre il consueto orario di servizio).

Ci spiace molto per l’errore di inoltro al prelievo e ce ne scusiamo, la signora è stata particolarmente sfortunata visto che si tratta di un’eventualità davvero molto rara.

Ci pare però che lei stessa riconosca l’impegno degli operatori presenti e il fatto che offriamo servizi che non tutti sono in grado di offrire, visto che ha scelto l’ospedale di Bergamo per eseguire ‘analisi del sangue particolari che altri centri non effettuano’.

Come sempre, faremo tesoro dei rilievi dei pazienti e ricordiamo che l’Ufficio relazioni con il pubblico è a disposizione per informazioni e chiarimenti (tel. 035.2675010, urp@hpg23.it)”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da magnì

    L’ospedale più pazzo del mondo, noi bergamaschi sopportiamo troppo.

    1. Scritto da gigi

      meglio crotone o reggio calabria ! ‘nche stato

  2. Scritto da giobbe

    Si commenta da se`: ora esistono infatti le “malattie intelligenti”…….