BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cucina

Informazione Pubblicitaria

Cosa bevo oggi? Colfòndo di Bele Casel, un terreno in un bicchiere

Il Prosecco di punta dell’azienda Bele Casel di Caerano San Marco (Treviso) è stato presentato durante una serata al ristorante Mille storie e sapori. Perlaggio coraggioso e continuo, appena velato dall’aura biancheggiante e nebbiosa, quasi satinata.

Ogni impresa richiede almeno tre componenti indissolubili: l’idea, il progetto, e l’arte. Il Prosecco Colfòndo, il prodotto di punta dell’azienda Bele Casel di Caerano San Marco (Treviso) che è stata presentata in una serata al ristorante Mille storie e sapori, li possiede tutti.

L’idea iniziale è la compressione del carattere di un terreno in un bicchiere. Il progetto è distillarne le sfumature in modo naturale, recuperando tecniche a basso impatto, rispettose dell’uva. L’arte è quella più antica, con i lieviti naturali e la rifermentazione in bottiglia. Colfòndo è un colpo di fulmine, ma va maneggiato con cura.

E’ vivo, e cambia ad ogni sorso, quasi ad ogni movimento. Come la sua spuma inizialmente allegra e scrocchiante, fulminea a ritirarsi: poi più birrosa, larga a lasciar una brillante corona. Perlaggio coraggioso e continuo, appena velato dall’aura biancheggiante e nebbiosa, quasi satinata.

Il naso vien subito di reminescenze d’agrumi, seppur delicatamente aereo: ma in qualche modo cangiante. Verso la fine s’aggiungono schegge di vetro e d’argilla, ed un frutto insolitamente profondo. Poi quel sorso, regala brividi salini, e viaggia asciutto ed alto.

La rincorsa è secca, lineare: pur agile e bevibile nel suo rigore. Fino all’apparire prepotente di una mandorla esatta, schietta. L’abbraccio dell’effervescenza si scioglie verso il finale , sincero come il saluto di vecchi amici.

GUARDA IL VIDEO:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.