BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bonfanti vola e vince in picchiata la 7ª Orobie Skyraid fotogallery

Il bergamasco Fabio Bonfanti vince la settima edizione della gara di skyrunning ai danni di Riccardo Faverio. Al terzo posto Giorgio Compagnoni. Tra le donne successo incontrastato di Michela Benzoni, secondo posto per Raffaella Rossi e terzo gradino del podio per Giovanna Cavalli.

È il bergamasco Fabio Bonfanti della Altitude Race, il vincitore della settima edizione della Orobie Skyraid, vincitore a maggio di un’altra manifestazione Fly Up Sport, il Trail del Formico.

Fabio Bonfanti conquista così i 22 chilometri della gara orobica imponendosi nella seconda parte della gara. Infatti dopo il via dalla località Donico, a pochi metri dal Passo della Presolana, a dettare il ritmo di gara è stato Riccardo Faverio del GS Orobie, un passato da ciclista, un presenta da skyrunner, che ha tenuto la testa della competizione fino alla Cappella Savina a 7 chilometri dal via, distaccando il gruppo di Bonfanti di circa due minuti al passaggio d el Rifugio Olmo, ovvero un terzo di gara.

Ma è alla Grotta dei Pagani che Bonfanti supera Faverio e vola in discesa verso l’arrivo al Donico in solitaria fermando il tempo a 2.22.05. Riccardo Faverio giunge con 3’13’’ di distacco, mentre terzo gradino del podio per Giorgio Compagnoni con 2.26.34. Tra le donne successo incontrastato di Michela Benzoni della Fly Up che condotta la gara in solitaria taglia il traguardo con il tempo di 2.58.05 mentre al secondo posto conclude Raffaella Rossi del Team Valtellina con 2.59.55 e terza Giovanna Cavalli con 3.17.21 della Runners Bergamo. «Sono molto soddisfatto di ques ta giornata – commenta Mario Poletti, organizzatore dell’evento – Il nostro obiettivo è quello di avvicinare i giovani alla montagna e al nostro territorio attraverso lo sport e a giudicare dagli apprezzamenti dei concorrenti circa il percorso anche quest’anno l’Orobie Skyraid ha centrato l’obiettivo. Un ringraziamento particolare va a tutto lo staff». L’appuntamento con la Orobie Skyraid dunque viene fissato già per l’anno prossimo, ma gli eventi Fly Up Sport continuano domani sera alle 21 a Colere con la Yankee Run.

Orobie Skyraid 2013

Classifica Uomini Cl

Atleta                               Società                         Tempo

1- Bonfanti Fabio               Altitude Race                 2.22.05

2- Faverio Riccardo           GS Orobie                       2.25.18

3- Compagnoni Giorgio      Atl.Alta Valtellina            2.26.34

4- Rossatti Stefano            Libero                           2.30.14

5- Viciani Alex                   Altitude Race                 2.31.55

6- Cappelletti Simone        Team Valtellina               2.33.46

7- Corlazzoli Angelo           Scais 3038                      2.34.18

8- Magli Emanuele             Scais 3038                      2.35.55

9- Barzasi Marco IZ            Sky Racing                     2.36.34

10- Persico Michele IZ        Sky Racing                     2.38.58

 

Donne

1- Benzoni Michela             Fly Up                            2.58.05

2 – Rossi Raffaella              Team Valtellina              2.59.55

3- Cavalli Giovanna            Runners Bergamo           3.17.21

4- Tiraboschi Carolina        Fly Up                            3.20.07

5- Chiappa Silvia                Fly Up                           3.47.40

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberta

    Complimenti. Questi sono veri atleti! Che fanno un sacco di fatica e che per allenarsi sfruttano i ritagli di tempo liberi da lavoro e famiglia. Non come quei miliardari viziati e strapagati che per correre 90 minuti alla settimana dietro a un pallone vengono coperti d’oro; e il popolo bue che sbava dietro di loro.