BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Delusione Atalanta Un blackout di 9′ e il Chievo passa 3-2

Ultimo test amaro per i nerazzurri di Colantuono che dopo un buonissimo primo tempo - chiuso in vantaggio 1-0 - nella ripresa crollano. Di Livaja e Maxi Moralez le due marcature bergamasche.

Più informazioni su

No, così non va. Contro il Chievo, nell’ultimo test amichevole dell’estate di preparazione, l’Atalanta va ko per 3-2. Un ko amaro, deludente. E anche inaspettato. Già, perché i nerazzurri di Colantuono per tutto il primo tempo hanno espresso un buonissimo gioco, hanno tenuto molto bene il campo e si erano meritatamente portati in vantaggio con il gol di Livaja, ben servito da Denis dopo 5 soli minuti. Poi ordinaria amministrazione, con un netto dominio tattico che faceva ben sperare i tifosi nerazzurri. Al 41′ il primo e unico squillo del Chievo, con Consigli bravissimo a salvare la sua porta sul colpo di testa di Paloschi.

Nella ripresa la girandola di cambi ha mischiato le carte in tavola, tanto che il Chievo, in 9 giri di orologio, ha completamente ribaltato il risultato: prima al 55′, con un calcio di rigore conquistato e realizzato dall’ottimo Thereau; poi al 59′ con il colpo di testa da pochi passi di Acosty; e infine al 65′ con la deviazione di Cesar su calcio di punizione del solito Thereau.

Lo scatto d’orgoglio porta la firma di Maxi Moralez, all’85’. Promosso il folletto argentino, in questo pre-campionato apparso in forma e nettamente trasformato rispetto alla brutta stagione scorsa, quella che l’ha portato ai margini dopo un primo anno da protagonista. 

Nel finale gli uomini di Colantuono hanno prima rischiato di subire il quarto gol e poi, con lo stesso Moralez, hanno pure sfiorato il gol del pareggio. Che forse, per come sono andate le cose nel secondo tempo, non sarebbe stato poi così meritato. Preoccupano i cali di tensione in occasione delle palle inattive: due, infatti, i gol subiti su calci piazzati.

Ora i test per l’Atalanta sono finiti: settimana prossima si fa sul serio, c’è la Coppa Italia. L’avversario uscità dal match che domenica metterà di fronte Bari e Lumezzane.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angilberto

    Siamo alle solite non cambierà mai nulla. Sofferenza per tutto il campionato, permanenza in serie A forse…

  2. Scritto da Digeo

    Calcio d’agosto…..e comunque nel primo tempo Atalanta largamente superiore. Poi è emersa una diversa preparazione. Ma la validità o meno di un certo tipo di preparazione non può essere giudicata oggi

  3. Scritto da Bombo71

    La spiegazione è semplice: Sannino ha sempre battuto Colantuono. Sannino è un allenatore, Colantuono no. Se l’anno scorso avessimo affrontato il Palermo con Sannino in panca, non avremmo fatto di certo 6 punti come è stato.

    1. Scritto da riccardo

      Parole in libertà aiutate dalle alte temperature estive.
      Se mia nonna aveva le ruote io ora sarei una bicicletta…