BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Yara, anche una telefonata Il cerchio si stringe sull’uomo che si accusa

Qualcuno avrebbe visto l'autore portare la sua missiva a casa del sacerdote. E gli inquirenti stanno vagliando una telefonata giunta all'ospedale di Rho.

Sembra che il cerchoio si sia ormai stretto e che l’uomo che da qualche giorno si autoaccusa a Rho di essere l’omicida di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra rapita e uccisa tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011, abbia già un volto.

E la rivelazone è legata alla lettera che ha seguito il messaggio lasciato sul registro della cappella dell’ospedale Salvini: tre pagine fitte e messe sotto la porta della casa del sacerdote don Antonio Citterio.

Qualcuno avrebbe visto l’autore portare la sua missiva a casa del sacerdote. Sarebbe anche passato dalla portineria dell’ospedale prima di recarsi da don Antonio per chiedere lì come consegnare una busta al cappellano.

Così la sua descrizione è stata fornita agli inquirenti e sembra che le prossime ore saranno determinanti per dare volto e un nome a questa persona.

Si indaga infatti anche sui tabulati dell’ospedale, cercando un nome nelle cartelle cliniche dei pazienti dei reparti oncologici. L’uomo infatti, mercoledì mattina, con una telefonata al centralino dell’ospedale ha detto: "Devo parlar con don Antonio, ho lasciato una lettera. Mi chiamo Mario e sono un malato terminale". 

Nella lettera Mario chiede a don Antonio di fargli da mediatore con la polizia di Bergamo: "Sono a conoscenza di fatti sull’assassinio di Yara… Parlerò solo con te, Don Antonio, voglio riportare attenzione sull’omicidio".
Nuova pista finalmente o mitomane?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.