BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Intervento in napoletano per la Mussolini in Senato Calderoli: e in bergamasco?

Il senatore bergamasco della Lega Nord Roberto Calderoli interviene in aula a Palazzo Madama dopo l'intervento in napoletano della senatrice Alessandra Mussolini: "Ero estremamente interessato all'intervento della Mussolini, se potesse tradurmelo in bergamasco, le sarei grato".

La senatrice Alessandra Mussolini è intervenuta a Palazzo Madama nel pomeriggio di mercoledì 7 agosto parlando in stretto dialetto napoletano, facendo un’imitazione del magistrato Antonio Esposito, della Corte di Cassazione che ha emesso il verdetto sulla sentenza Mediaset, dopo l’intervista rilasciata al quotidiano "Il Mattino" di Napoli. Il presidente del Senato le toglie la parola: "Non è italiano, la lingua che si deve usare in quest’aula". Tutto sembra rientrato, quando si scatena la bagarre e il senatore della Lega Nord, il bergamasco Roberto Calderoli chiede alla presidente del Senato: "Ero estremamente interessato all’intervento della Mussolini, se potesse tradurmelo in bergamasco, le sarei grato".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luisella

    Con tutto il rispetto per chi vota la Mussolini:
    ma perché non si ritira a vita privata?
    Non abbiamo bisogno delle sue piazzate da pescivendola!

    1. Scritto da La verità fa male

      Questa ultima “piazzata” della Mussolini non si sarebbe mai verificata senza l’assurda intervista al “Mattino” di chi ricopre un ruolo ben più importante di quello della Mussolini

      1. Scritto da pieneibale

        Allora hanno ragione di comportarsi così, se giustifichiamo un comportamento simile da parte di persone che dovrebbero essere lì per governare una situazione come questa in cui siamo al limite per mancanza di posti di lavoro e problemi di sopravvivenza del welfare ecc., la miglior cosa da fare qual’è? fare buffonate simili? ma che vergogna…

  2. Scritto da Bignoca

    Me dise apena ö laur: se ‘ndae me a parlà an bergamasc an consiglio comunal i ma casaa fo söbet.
    Chèsto perchè al bergamasc al cönta nigot e ‘l napuletà ‘nvece l’è mportant.
    Ma chi che la dis che i rasisti an sa noter?
    Che bignoche!

  3. Scritto da makio

    il mondo intero ci sfotte, povera Italia

  4. Scritto da pieneibale

    Ma che schifo e questi continuano a fare i buffoni in bergamasco, in napoletano, e pensano di essere anche bravi. Via gli stipendi e pensioni a questi buffoni. Che vadano una volta buona a lavorare sti fannulloni, e anche quei giornalisti (per modo di dire) che danno più risonanza.a questo essere, perchè parla il dialetto e non al fatto della legge finanziamento ai partiti che è stata bocciata.

  5. Scritto da Stefano

    La mamma dei cretini è sempre in cinta. A tutte le latitudini.

  6. Scritto da Carlo Pezzotta

    In nessun altro paese europeo, in parlamento siede un dep o sen. con certi cognomi, parenti, che ricordano la tragedia nazifascista, nel parlamento italiano invece si. Poi ci sono i calderoli., ma in che paese viviamo????!!!! Ma chi votate italioti!!!!!

    1. Scritto da La verità fa male

      Almeno Calderoli e la Mussolini sono pittoreschi e la buttano in farsa, altri sono seri e fanno danni, non facendo nemmeno ridere. Piuttosto, il personaggio che ha condannato Berlusconi si chiuda in casa e stia zitto fino al giorno del deposito delle motivazioni, visto che in due giorni tra interviste in dialetto campano e smentite il giorno dopo ne ha combinate di tutti i colori e ha aggiunto inutile casino a una vicenda già incasinata

      1. Scritto da Giggi

        Di politici pittoreschi è l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno

        1. Scritto da La verità fa male

          Anche di giudici come Esposito possiamo tranquillamente fare a meno, e mandarli in pensione

  7. Scritto da Enrico

    Bravissima , il dialetto napoletano e’ il dialetto piu’ conosciuto e parlato al mondo. Inoltre , e’ l’unico dialetto al mondo riconosciuto come lingua ufficiale , nonche’ patrimonio dell’UNESCO!!!

    1. Scritto da bergamasc

      proprio un bel patrimonio…eh…’c’aggià dì….c’aggià fà….

    2. Scritto da Angel

      Spero sia solo una battuta uscita male, come alcuni nostri parlamentari, perchè ne abbiamo proprio piene le scatole della barzelletta sulla “napoletanità”,ovvero fare i furbi, che lavorare stanca, monnezza e per di più fanno anche la predica a chi li mantiene! Ma smettiamola con questi falsi miti, per fortuna l’Italia non è solo pizza e mandolino!

      1. Scritto da Enrico

        Il dialetto napoletano e’ storia dell’Italia e del Mondo. Esso , ci rappresenta come la citta’ di Napoli , meravigliosa e fantastica!!!

        1. Scritto da mario59

          Pienamente d’accordo con te…peccato che spesso molti Napoletani rovinino l’immagine del capoluogo Campano con i loro atteggiamenti strafottenti e con la cultura del più “furbo”
          Dopo di che, ritengo che i dialetti siano patrimonio di ogni popolazione locale, che vanno tutti rispettati in egual modo, e per arrivare a questo, la prima regola è quella di usare in parlamento un’unica lingua e cioè l’Italiano, che ci rappresenta tutti allo stesso modo, dal Brennero a Lampedusa.

  8. Scritto da mario59

    E noi continuiamo a mantenere stipendi da capogiro a queste persone.
    Sempre peggio…