BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cede sentiero e precipita muore 49enne di Bergamo Era docente al Sarpi

Il sentiero ha ceduto e Paolo Colleoni, 49 anni, insegnante al liceo classico Sarpi è precipitato per oltre cinquanta metri. La disgrazia sopra Novazza a Valgoglio. L'allarme all'elisoccorso verso mezzogiorno di lunedì 5 agosto è stato dato da un amico che era con la vittima.

Un escursionista è precipitato in una zona impervia a Valgoglio ed è morto. L’ennesima tragedia della montagna si è consumata lunedì 5 agosto  verso mezzogiorno. La vittima è Paolo Colleoni, 49 anni, docente di religione al liceo classico Sarpi di Bergamo. Colleoni stava camminando sui monti sopra Novazza dove si trovava in villeggiatura quando il sentiero ha ceduto. Il professore è precipitato per oltre cinquanta metri ed è morto sul colpo per le gravi ferite riportate. L’amico che era con lui, T.V. un 52enne residente a Bergamo, non avendo con sè un cellulare, ha chiesto aiuto gridando a gran voce, fino a quando un uomo lo ha sentito e, compresa la gravità della situazione, ha dato l’allarme.

Immediato l’intervento degli uomini del soccorso alpino di Valbondione, di un’ambulanza e di un elicottero proveniente da Sondrio.

Sul posto sono giunti anche i carabinieri di Clusone coordinati dal comandante Diego Lasagni.

Paolo Colleoni che era nato e viveva a Bergamo, aveva lavorato a Radio Emmanuel fino al 2007, anno della chiusura dell’emittente della Diocesi di Bergamo. Da allora insegnava religione al liceo classico Paolo Sarpi di Bergamo.

Colleoni non aveva però abbandonato la passione per la radio, era curatore e conduttore della trasmissione settimanale "E’ Vita" per Radio InBlu, l’emittente della Conferenza Episcopale Italiana e il programma "La voce del timone" per il sito cattolico www.iltimone.org. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.