BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alessandra Cereda nel consiglio Federmobili Mauro Mamoli presidente

La bergamasca Alessandra Cereda, responsabili amministrativa commerciale della MobilCereda di Zanica, entra nel consiglio di Federmobili, dove viene confermato anche Lorenzo Cereda, presidente del Sindacato provinciale Arredamento e Mobili di Ascom Bergamo.

Cambio al vertice in Federmobili, la Federazione Nazionale dei negozi di arredamento aderente a Confcommercio Imprese per l’Italia. Mauro Mamoli è stato eletto presidente dall’Assemblea dei soci svoltasi a Milano nei giorni scorsi. Mamoli prende il posto di Mauro Tambelli, presidente dal 2009, e resterà in carica per il prossimo quadriennio.

Entra nel consiglio della Federazione la bergamasca Alessandra Cereda, responsabile amministrativa commerciale della MobilCereda di Zanica, 37 anni, già componente del consiglio del Gruppo dei Giovani Imprenditori Federmobili. Confermata anche la presenza di Lorenzo Cereda, presidente del Sindacato provinciale Arredamento e Mobili di Ascom Bergamo.

Fanno inoltre parte del consiglio: Nicoletta Colombo di Segreti (Milano), Andrea Cumini di Cumini Casa (Udine), Pia Nicolodi di Abitare Design (Trento), Maurizio Ricupati di MAV Arreda (Milano), Mauro Tambelli di Arredare (Milano), Filippo Lombardelli, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori della Federazione e Mariano Monaco, rappresentante dei Soci Sostenitori. A questi si aggiungono i presidenti dei sindacati provinciali: Stefano Calzavara (Varese), Marco Fantauzzi (Perugia), Fermino Lucertini (Ancona), Luigi Morandi (Bari), Germano Prella (Vercelli), Cristina Riva (Roma) e Giorgio Schenone – (Genova). Riveste il ruolo di direttore della Federazione Laura Molla.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.