BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pediatra ai figli d’immigrati Al Pirellone ci riprovano Tu cosa ne pensi?

Dopo la bocciatura della mozione che allargava il servizio pediatrico ai figli degli immigrati irregolari, presentata in Regione dal centrosinistra, la Lista Ambrosoli riapre la sfida, questa volta con una proposta di legge in cinque punti, sul fac-simile di quella friulana.

Dopo qualche settimana dalla bocciatura della mozione che allargava il servizio pediatrico ai figli degli immigrati irregolari, presentata in Regione dal centrosinistra, la Lista Ambrosoli riapre la sfida, questa volta con una proposta di legge in cinque punti, sul fac-simile di quella friulana, per rispettare quell’accordo stato-regione firmato nel dicembre 2012 che conteneva «indicazioni per la corretta applicazione della normativa per l’assistenza sanitaria alla popolazione straniera da parte delle Regioni e Province autonome».

Nel testo: “e’ stato valutato il grado di adesione delle regioni alla normativa nazionale […] e’ necessario individuare, nei confronti di tale categoria di popolazione, le iniziative più efficaci da realizzare per garantire una maggiore uniformità nelle Regioni dei percorsi di accesso e di erogazione delle prestazioni sanitarie”.

Quel che si ripropone alla Giunta è l’assegnazione di un pediatra anche ai figli dei clandestini, visti i dati allarmanti presentati ieri in Commissione regionale Sanità dalla Naga, l’associazione di volontariato per gli stranieri immigrati di Milano. Il 41 per cento dei bambini non sono mai stati visitati da un medico e il 31 per cento sono stati visitati solo al Pronto Soccorso.

“La maggior parte di questi bambini è ordinariamente gestita al di fuori del sistema sanitario regionale, con una discriminazione nei loro confronti e, paradossalmente, anche con un aggravio dei costi” ha detto Umberto Ambrosoli in conferenza stampa “Confidiamo ora che questa proposta sia di stimolo a un rapido interessamento della Giunta, considerando anche le aperture sul tema confermate più volte dall’assessore alla salute Mantovani e le numerose prese di posizione delle associazioni e dei pediatri stessi”.

Le dichiarazioni dei medici cattolici italiani (AMCI) dopo la delibera consiliare scorsa, approvata dallo stesso presidente Maroni, sono state di indignazione: “in un Paese che si intende civile l’assistenza e la cura vengono prima di qualsiasi cosa, specie se si tratta di minori. Come medici e come cattolici non vogliamo venire meno al giuramento fatto da professionisti”, e hanno deciso per un assistenza gratuita ai figli dei clandestini.

Le risposte dal centrodestra: “lavoreremo a un progetto di legge scevro dalle ideologie, ma non potevamo approvare una mozione con aspetti parziali, politici e mediatici” commenta Stefano Carugo del Popolo delle Libertà, mentre dal carroccio arriva il rifiuto di Massimiliano Romeo “tutte le cure urgenti e essenziali sono già fornite dal sistema sanitario nazionale. La proposta di Ambrosoli creerebbe paradossalmente delle liste di proscrizione perché i pediatri, al contrario del pronto soccorso, sono obbligati a segnalare i clandestini.”

In coda al testo proposto dal Patto Civico di Ambrosoli (articolo quarto): “dall’attuazione della presente legge non derivano nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica”.

Viola Carrara

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Dai figli degli immigrati ai nostri politici ci sono gli estremi che vanno dal potenziale assoluto al marcio per eccellenza. Quindi a voi la scelta. Io scelgo M5* che i figli degli immigrati li considera.

  2. Scritto da Dove

    Secondo me i bambini vanno curati .
    Però è’ evidente che non può essere gratis a chi non paga nemmeno un euro di contributi ed e’ fuori dalla legge

  3. Scritto da Rob

    “tutte le cure urgenti e essenziali sono già fornite dal sistema sanitario nazionale”? in sostanza la regione garantisce cure costosissime quando una condizione diventa urgente, mentre quando si tratta di spendere due lire per prevenire (o curare con calma) una malattia, fa la spilorcia. Così, a scuola, il bambino africano con la tubercolosi fa in tempo a contagiare tutti i figli dei leghisti SUV-trasportati, moltiplicando a dismisura la spesa. Una politica sanitaria brillante!

    1. Scritto da Angioletti

      Ma perché, gli stranieri non lavorano come noi? O mi vuoi far credere che si fanno mantenere dagli italiani? No, perchè se vogliamo la parità di trattamento, che si paghino le medicine come ce le paghiamo noi! Razzismo alla rovescia

      1. Scritto da Rob

        Non capisco cosa c’entra il suo intervento con quello che ho scritto io. Io non ne sto facendo né una questione di giustizia sociale, né una questione di principio. La prendo semplicemente per quello che è: un problema di salute pubblica. Per ottenere un piccolo risparmio si causa un grande danno in termini di salute a tutta la società. La vera beffa è che le cure veramente costose passano gratis, mentre l’assistenza di base, la più economica, viene negata.

      2. Scritto da Kurt Erdam

        domanda intelligentela sua,la riposta,però,va richiesta a quelli che li fanno lavorare in nero perché quelli che lavorano regolarmente pagano i contributi come noi e quindi è giusto abbiano i servizi già pagati in busta.Se chi fa lavorare la gente in nero invece di essere condonato venisse messo in galera ed espropriato di tutto il maltolto non avremmo di questi problemi e pagheremmo anche meno tasse.Tutto dipende dalle leggi che fanno i governi in merito,Purtroppo qui governava berluska.

        1. Scritto da Angioletti

          Allora chi lavora in nero accetti le conseguenze, ovvero non avere assistenza sanitaria gratuita. Mantenerli vuol dire continuare a farli lavorare in nero!

          1. Scritto da Kurt Erdam

            Sta parlando di quelli che li fanno lavorare in nero assieme agli evasori naturalmente?Altrimenti i farabutti che creano il problema campano ulteriormente bene alle nostra spalle.Mandiamoli in galera quelli che li fanno venire e lavorare in nero.Se eliminiamo i datori di lavoro che fanno il nero eliminiamo automaticamente anche chi lo subisce no?

  4. Scritto da Rob

    “I pediatri sono obbligati a segnalare i clandestini”? Ma mi faccia il piacere… Sarei curioso di vedere quante segnalazioni da parte di medici sono state inviate da quando è in vigore la Bossi-Fini.

  5. Scritto da MELISSA

    E’ GIUSTO CHE PAGHINO , L’HO SEMPRE FATTO ANCH’IO CON I MIEI FIGLI SIA FRANCIA, BELGIO OLANDA E SPAGNA . NON VEDO IL PROBLEMA.
    ANCHE I MIEI FIGLI ERANO BAMBINI.
    BASTA PAGARE SEMPRE NOI ……………

    1. Scritto da Oreste

      Se eri all’estero non hai pagato niente quindi non preoccuparti di quanto pago io volentieri pqr QUALUNQUE bambino. Ps : non puoi essere una donna , stai bluffando.

      1. Scritto da Angioletti

        Se sei all’estero (Europa) paghi le piccole prestazioni e sul resto usi ancora la tessera sanitaria, in Svizzera paghi in anticipo e nel resto del mondo idem

  6. Scritto da facci

    Le cure ai bimbi NON DEVONO ESSERE NEGATE; detto questo, il problema è nei genitori, che vengono in Italia da clandestini spesso con neonati ancora al seno. Il loro modo di agire è semplice: accendere la compassione delle persone.
    Io farei così: ti curiamo al meglio i figli e poi tornate da dove siete venuti.

  7. Scritto da Simone Fornoni

    In un Paese che s’intende civile, giusto per parafrasare la sbobba immigrazionista dei “medici cattolici”, chi viola la legge dovrebbe essere punito. Non incoraggiato attraverso il regalo di servizi pubblici a spese del contribuente. Se vogliono foraggiare i clandestini, lo facciano pure. Ma sborsando di tasca propria.

    1. Scritto da Robademacc

      Ma mi faccia il piacere !!!!!! i bambini non si toccano.

      1. Scritto da Simone Fornoni

        Lo dica ai clandestini che se li portano appresso optando per la violazione della legge e per una vita di espedienti. Troppo spesso i figli sono vittime dei loro genitori, che li espongono ai rischi e ai pericoli di una vita errabonda, foraggiando i trafficanti di carne umana. Irresponsabili.

        1. Scritto da Robademacc

          Per hobby, immagino, e per colpa dei bambini . Ma mi rifaccia il piacere !!

          1. Scritto da Simone Fornoni

            Usare i bambini come cavalli di Troia per favorire l’immigrazione indiscriminata e senza freni è da criminali.

        2. Scritto da Kurt Erdam

          I clandestini ci sono perché qualcuno li fa venire qui di nascosto per farli lavorare per quattro soldi senza pagare tasse e contributi che concorrono a garantire i servizi(fra cui la sanità).Risultato?per noi servizi scadenti per loro utili da utilizzare comprando il SUV,la barca,la casa in Ungheria per andare a caccia e il bunga-bunga.Poi coi mezzi di comunicazione loro amici si fanno le campagne per mandare”a casa”i clandestini,ma fin che gli servono ne va via uno ne arriva un altro.

  8. Scritto da L.

    Si facciano curare nel paese d’origine e comunque a carico del paese d’origine.

  9. Scritto da Giggi

    Sono sempre più basito dalla mancanza di umanità di certa gente. Parilamo di BAMBINI!!!

  10. Scritto da Daniele

    Per tutti quelli che chiedono “chi paga?”, pago io ok? Comincio col pagare io, una tassa in più una tassa in meno, che vuoi che sia, se ne pagano tante. Facciamolo ad adesione volontaria ok? A chi dichiara di NON voler versare le proprie tasse per garantire il pediatra ai figli di immigrati irregolari scontiamo qualcosa dalle tasse. Ognuno è libero di spendere i suoi soldi come vuole no? Allora avanti, tutti i taccagni spilorci insensibili e ignoranti alzino la mano! Via!

  11. Scritto da Giovanni

    Chi paga?I clandestini sono tali perché illegali quindi se non rispettano le nostre leggi niente diritti.Prima i doveri poi i diritti.Noi bergamaschi paghiamo tutto e tutti i ticket e paghiamo anche per la sanità del sud,ora anche per io clandestini?No.Se vogliono la sanità la paghino!Austria,GB,Germania e Francia non vogliono più pagare la sanità ai clandestini,noi siamo i più pirla?Per boldrini e kienge sicuramente si.Dobbiamo svegliarci e ribellarci a questi soprusi

    1. Scritto da Alberto

      giù le mani dai bambini. Se un bambino ha bisogno di cure dev’essere aiutato. E ‘ una questione di principio! Che poi paghiamo anche per la sanità al sud è falso. Sappi che la Lombardia , in materia di tasse e contributi riceve più di quello che da!!!! Quindi non facciamo demagogia, e guardiamo alla realtà dei fatti.

      1. Scritto da Alberto

        Caro omonimo, mi sa che l’ultima parte te la sei proprio inventata.

        1. Scritto da Jim

          La lombardia incassa i soldi che nessun’altra regione neppure si sogna. Poi ci fa il nuovo ospedale di bergamo (mortacci … )

  12. Scritto da Giovanna

    Sono sicuramente d’accordo a garantire un pediatra ai figli d’immigrati. È un obbligo morale e civile curare tutti i bambini che ne abbiano necessità. Sarebbe una vergogna da campane a martello negare tale assistenza. Onore al merito e alla buona volontà dei medici dell’AMCI

    1. Scritto da Pietro

      Capisco l’obbligo morale e civile , ma chiedilo al pediatra che magari ha da pagare un mutuo o l’affitto più da mantenere uno o più figli , se poi gli va anche di sfiga è anche separato/a e per finire i genitori anziani da curare . Ovvio che se parliamo di pediatri che guadagnano sulle visite nel loro studio privato ( magari qualche visita pure in nero ) e poi vanno a fare volontariato tanto di cappello , ma non il mio . Chiunque persona che fa volontariato da qualche parte deve pur mangiare

  13. Scritto da Alberto

    Torno a ripetere che è sbagliatissimo “prendersela” con dei bambini. Però, finchè le battaglie della sinistra saranno solo queste, sfido che non riuscirà mai ad ottenere una maggioranza autonoma alle elezioni (per fortuna)!

  14. Scritto da willer

    Io penso che ogni mese ho una trattenuta in busta paga, penso che quando son costretto ad andare al pronto soccorso..vedo gente che magari ha il figlio con 37,5 di febbre e pretende. penso che sempre al pronto soccorso devo aspettare 3 ore ( giustamente le urgenze passano avanti) e stò zitto, mentre qualcuno si incavola e urla…penso che fare come in america..sanità privata.. e niente furto dalla busta paga. E non dite che non è civile visto che gli Usa sono avanti anni luce rispetto a noi !

    1. Scritto da Daniele

      Avanti anni luce riguardo cosa? Nella capacità di costruire portaerei nucleari? Guarda che comunque negli USA c’è stata una battaglia politica importante cominciata pochi anni fa e non ancora terminata proprio per garantire la sanità a tutti al di là delle disponibilità e del reddito. Non so che mestiere fai, ma se fai l’operaio o il piccolo artigiano negli USA tu stesso ti dovresti accontentare di una sanità privata di livello medio-basso.

    2. Scritto da Cor

      Allora vai in america , che problema c’è ? Io per altro la conosco e ti consiglio di essere ricco , ben ricco . Ti consiglio anche di non avere una coscienza , perchè quando preferisci che un bambino non venga curato perchè vuoi i due soldini in tasca in più per l’iphone modello nuovo, bisogna non averla. Ah, tieni presente che il tutto vale anche se il bambino è il tuo, nella vita non si sa mai.

      1. Scritto da willer

        Io mi ritengo un cittadino con doveri (tasse che pago essendo dipendente) e diritti. Finora ho solo doveri e pochi diritti .. “nella vita non si sa mai” mi è già successo e ho pagato di tasca mia esami con costi assurdi.. chi mi ha aiutato… nessuno. Iphone ? non so neanche che roba è…ho altre ambizioni nella vita. Io mi son fatto a forza di rimboccarmi le maniche.. e permetti mi da fastidio che altri pretendano solo diritti. Ok umanità ma prese per i fondelli NO !

    3. Scritto da poeret

      di fatti gli stati uniti hanno cambiato il loro sistema sanitario aprendolo anche alle fasce più deboli (vedi bambini appunto)

      1. Scritto da Paola

        E’ vero che vogliono cambiare la sanità in America, ma non per chi è li illegalmente, è per chi li ci vive, paga le tasse e rispetta tutti i diritti e doveri della nazione. Cosa che i clandestini non fanno.

  15. Scritto da marco

    Ma ci mancherebbe, questi manco pagano le tasse. Chi siamo noi italiani cittadini di serie B?

  16. Scritto da andrea

    ma se voi sinistroidi siete cosi “umani” solo verso gli stranieri soprattutto se irregolari , perché non vi fate vedere superiori e di vostra iniziativa con il vostro tempo e con il vostro denaro non li curate privatamente? forse perché è troppo comodo fare il buon samaritano con i soldi degli altri?

    1. Scritto da poeret

      veramente spero di fare il buon samaritano ad esempio con i soldi che Berluska ha sui conti offshore, o magari con quelli degli idraulici, orefici, dentisti, ecc di casa nostra.. tu che ne dici? Perché io (lavoratore dipendente) pago tutto..ripeto tutto, ma ne son ben felice se serve a curare un bambino….meno se devo poi darli al figlio del milionario evasore

    2. Scritto da Giggi

      Una patata lessa ragiona meglio di te

  17. Scritto da baz

    scandalose posizioni. Come si fa a pensare di negare un medico ad un bambino, che colpe può avere? E totale ignoranza: perchè c’è gente così stupida da pensare che sia sensato lasciar diffondere malattie e perdere il controllo medico del territorio, pensando di “risparmiarci” o “guadagnarci” qualcosa? Ho da tempo tanta vergogna per vivere in questa regione becera…

    1. Scritto da Simo

      …. Nessuno la trattiene in Lombardia con le catene lo Sa? Soliti commenti beceri da lagnosi….. Se ne vada! Dopo aver vissuto 3 anni in America sono sempre più convinto che il sistema degli states e avanti anni luce rispetto a noi! Qui in modo indiretto e diretto la sanità è già privatizzata!

      1. Scritto da Vai, Vai

        Ci torni negli stati uniti , magari ci perda anche il lavoro, magari con un paio di bambini, poi ci risentiamo .

        1. Scritto da Simo

          Ci tornerò a gennaio,purtroppo prima devo vendere la mia casa qua…. Sa, sono sposato e con un bambino e nonostante sia una società multietnica in America si sta mille volte meglio di qua…..la differenza dall’Italia e semplice! La i diritti devi guadagnarli qua invece è tutto dovuto senza muovere un dito! Oltretutto la se ho bisogno di una visita la faccio 5 giorni dopo non 5 mesi come in Italia,… Oltretutto pagando anche il ticket! Complimentoni!

          1. Scritto da Kurt Erdam

            Se lei è venuto dall’America per avere il tutto dovuto sappia che in Italia c’è anche gente come me che si è fatta il mazzo tutta la vita e i diritti se li è guadagnati(per me e anche per gli altri).Purtroppo i diritti che pago per gli altri non posso decidere a chi pagarli,ne usufruiscono di più quelli che evadono e fanno lavorare la gente in nero di chi,invece è più debole.E ci sono sempre dei cretini pronti a decidere che chi è debole deve morire e chi ruba deve fare la bella vita.

          2. Scritto da Vai, vai

            Cordiali saluti, veda di non perdere il posto perchè forse ha fatto un po’ di confusione, là non è che deve guadagnarsi dei diritti , deve guadagnarsi dei dollari . Senza quelli, per il bene del suo bambino le consiglio di tornare. Fintanto che qui ci sono le leggi che a lei tanto non piacciono.

    2. Scritto da poeraITALIA

      noi abbiamo la sanità che abbiamo grazie al tessuto sociale creato da generazione in generazione
      saremo IGNORANTI ANCHE STUPIDI I Bambini che lei dice non hanno colpe ma i loro genitori?? sono molto furbi
      ma è mai possibile che fuggono da guerre e ogni 100clandestini
      90 sono giovanotti grandi e grossi mentre lasciano donne e bambini al loro paese.
      quando L’ITALIA era in guerra i PROFUGHI erano donne bambini anziani se riuscivano a fuggire I GIOVANI difendevano
      la Patria

      1. Scritto da Simona

        Se davvero ogni 100 clandestini 90 sono giovanotti grandi e grossi…e presumo pieni di salute, dove sta il problema bambini? Seguendo il suo ragionamento in Italia dovrebbero esercente ben pochi… Tutti abbandonati da padri incoscienti nel loro paese d’origine!!! Ma dai, in Italia adesso ognuno fa le statistiche e spara numeri a caso. E poi, lei che parla di guerra e difesa della patria, ne ha combattute molte di guerre per ritenere di poter giudicare chi fugge?

  18. Scritto da ugo

    Cosi sono a carico di tutti. perche non vanno in privato,nessuno avrà niente da ridire

  19. Scritto da benito

    ma stiamo scherzando!!!!!!!! è una barzelletta!!!!!!!!! e io pago la mia trattenuta sullo stipendio ,gia alta, adesso serve anche a questo e io pago il ticket adesso basta!!!!!!

    1. Scritto da Mavà

      Quelli come te le tasse non sanno neppure cosa sono. E se mai le pagassi , sarebbe anche per un numero che è record mondiale di evasori e te la prendi con dei bambini ?

      1. Scritto da benito

        probabilmente rispondi senza usare il cervello , sono lavoratore dipendente e non posso evadere nemmeno 1 centesimo magari sei te che hai partita iva e sei evasore !!!!!!!! come mai per i miei figli devo sempre pagare, e per i figli irregolari e tutto gratis e io pago!!!!!!!! prima di scrivere cose illogiche medita

        1. Scritto da Alberto

          Sarebbe anche ora di sfatare questo falso mito dei dipendenti (come me) che pagano “fino all’ultimo centesimo”: ognuno evade quando ha la possibilità di farlo. Gli autonomi sugli incassi, i dipendenti sulle uscite (vedasi dentista e cliente: con fattura costa 10, senza 8)…

          1. Scritto da Certo

            Ma sì , sfatiamolo questo mito, l’80% dell’irpef viene dai dipendenti , su sfatiamo !

          2. Scritto da benito

            è gente come Lei che sta rovinando e ha rovinato il sistema cosi cosi si favorisce l’evasione fiscale io le fatture le esigo sempre dentista spese mediche ecc, ecc, poi fai il 730 che è legale e recuperi, tornando al fatto di favorire gli irregolari non lo trovo giusto abbiamo lottato e hanno lottato i nostri vecchi per avere questi diritti e adesso arrivano gli irregolari e deve essere tutto gratis ma per piacere !!!!!!!!!

        2. Scritto da nemo

          Da genitore il tuo ragionamento mi fa schifo…poichè i tuoi genitori sono irregolari allora meriti di morire …. bell’insegnamento..soprattutto cristiano…

          1. Scritto da benito

            io magari sono più cristiano di lei chissa perchè in Italia è tutto dovuto e in altri paesi Europei no !!!!!!!! ne vedo di cristiani falsi mangia particole sempre in chiesa e poi li vedi in altri luoghi e…………………………..

          2. Scritto da Nemo

            Io non sono cristiano..ma sicuramente più umano di lei

          3. Scritto da benito

            ma ho dei grossi dubbi!!!! cristiano e umano non significa andare in chiesa e dare la monetina per sentirsi in ordine con la coscienza

        3. Scritto da Mavà

          Uno che si presenta come “benito” in un forum può essere qualunque cosa, a seconda di come gli aggrada, per cui vedi di non annoiare con delle balle gratuite che non fanno altro che esaltare la tua crudeltà e mancanza di coscienza. Quale sarebbe la diversità di trattamento con italiani ? A che legge ti riferisci ? Sparapalle.

          1. Scritto da benito

            adesso devo andare all’anagrafe e cambiare il mio nome datomi dai miei genitori piuttosto si presenti con il suo nome e non ” MAVA’^ sparapalle sara’ lei

  20. Scritto da Pietro

    Ma allora la nostra tessera sanitaria a cosa serve???

    1. Scritto da Paolo

      Certamente NON serve a far morire dei bambini . Pirla.

      1. Scritto da Pietro 3

        In merito all’argomento specifico “penso” che se anche le visite ai figli di irregolari siano gratuite ci devono essere dei paletti o regole per ragioni sanitarie e organizzative ( vedi Caritas ) . Infine faccio una critica alla redazione per aver pubblicato il commento finale

      2. Scritto da Pietro 2

        Se a un soggetto che sia di qualsiasi etnia , quindi ANCHE IMMIGRATI MA REGOLARI , chiedono non solo per visite sanitarie , tessera sanitaria , certificato di residenza , permesso di soggiorno , ecc… , vuol dire secondo logica che ci sono delle regole da rispettare , altrimenti ci sentiremo tutti legittimati a stracciare o nascondere i nostri documenti non appena ci fa comodo .

      3. Scritto da Pietro

        Gentilissimo Paolo
        come prima cosa desidero esprimere il mio disappunto alla sua risposta seguita alla mia domanda , che voleva stimolare il pensiero di chi leggeva , che ovviamente varia a seconda delle esperienze che una persona fa nella sua vita . Cerco di fare la domanda in modo diverso e più articolata certo che se ricevo risposta sarà adeguatamente articolata (spero senza considerazione finale) .

  21. Scritto da Nemo

    credo che sia giusto …soprattutto nei confronti dei bambini….però come si trovano soldi per cittadini non italiani, credo che si debbano trovare anche risorse per cittadini italiani, che hanno lavorato e prodotto in italia e per l’italia e che attualmente si trovano in difficoltà…ok solidarietà..ma non dimentichiamoci che l’italia è fatta da italiani