BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“MusicalMenteInComune” A Pagazzano prende il via il festival itinerante

Sabato 3 agosto alle 21 nel Castello Visconteo la decima edizione dell’ormai tradizionale kermesse. Il cartellone della kermesse comprende “Invito all'Opera”, brani di Dacci, Verdi, Puccini e Bizet eseguiti su pianoforte a sei mani con il Trio "Pianiste all'Opera", formato da Rosella Masciarelli, Michela De Amicis e Angela Petaccia.

Anche quest’anno torna l’appuntamento con "MusicalMenteInComune", il festival itinerante che mescola generi e musicisti di varia provenienza abbinandoli a luoghi storici del territorio. L’ormai tradizionale manifestazione, giunta alla decima edizione, prenderà il via sabato 3 agosto alle 21, nella splendida cornice del Castello Visconteo di Pagazzano.

Il programma è rico di celebri autori e di opere che hanno segnato la storia dela musica. In cartellone ci sono, “Invito all’Opera”, brani di Dacci, Verdi, Puccini e Bizet eseguiti su pianoforte a sei mani con il Trio "Pianiste all’Opera", formato da Rosella Masciarelli, Michela De Amicis e Angela Petaccia. La rassegna è promossa dai comuni di Pagazzano, Verdello e Urgnano con l’organizzazione dell’associazione Musica Rara e il patrocinio della provincia di Bergamo. Il giorno successivo, domenica 4 agosto, sarà la volta dei giovani talenti di Pagazzano (e non solo) con una ricca scelta di brani per chitarra, clarinetto, tromba, violino e pianoforte. Sul palco, allievi ed ex allievi della scuola secondaria di 1° grado a Indirizzo musicale dell’Istituto comprensivo di Bariano, dei plessi di Pagazzano, Morengo e Bariano e della scuola di musica "Arte-mania" di Pagazzano. Appuntamento alle ore 21, sempre al Castello Visconteo di Pagazzano. L’iniziativa, poi, riprenderà a settembre. Sabato 14, nella sala civica "Franco Abbiati" di Verdello, con inizio alle 21, il celebre quintetto d’ottoni sudtirolese "Bozen Brass" eseguirà un inedito programma di brani di Verdi, Robert Neumaier, Edith Piaf, Finger, Rossini, Chick Corea, Jhon "Jaco" Pastorius III, Charles Amberg, Jamiroquai, Michael Sembello, Michael Jackson, Bill Medley, Schumann, Consuelo Velasquez e Mozart. Domenica 15 settembre, poi, i giovani talenti di Verdello (e non solo) si esibiranno in concerto con brani per corno, oboe, basso continuo, pianoforte, violoncello, chitarra, basso tuba e flauto, nel concerto organizzato in collaborazione con la Scuola civica di musica di Verdello e con il corpo musicale "Monsignor Luigi Chiedi" Amici del Santuario. Appuntamento alle ore 21, nella Sala Abbiati di Verdello. La settimana successiva, sabato 21 settembre, sempre alle 21, nel Castello Albani di Urgnano, si terrà il concerto del duo Disson Ance, composto dai fisarmonisti classici Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin: una formazione che propone riletture e adattamenti di musica dedicata a generici strumenti da tasto o a tastiere parallelamente a un’opera di formazione e conoscenza verso i compositori, stimolandoli a produzioni originali per questa formazione. Verranno eseguite opere di Balestrieri, Gounod, Matos Rodriguez, Stravinsky, Richard Galliano, Vàclav Trotan, Brahms, Alberto Pestalozza, Astor Piazzola, Vittorio Monti.

La chiusura della rassegna sarà affidata, domenica 22 settembre alle 21 nel Castello di Urgnano, al chitarrista Diego Salvetti, giovane talento di Urgnano. In programma, opere dello stesso Diego Salvetti e di Joaquin Turina, Livio Gianola, Yamandù Costa, Ernesto Nazareth, Garoto, Joao Pernambuco, Zequinha Abreu ed Ernesto Nazareth.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.