BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Malori tra i clienti all’Iper di Orio Center per il troppo caldo

Troppo caldo all'interno del supermercato Iper di Orio al Serio. Una decina di clienti e una cassiera hanno accusato malori. In campo i sindacati che chiedono un incontro con la proprietà e l'Asl che ha rilevato le temperature all'interno del supermercato.

Un fine settimana di fuoco per il meteo che non ha risparmiato l’Iper di Orio al Serio. Solitamente i grandi centri commerciali sono spesso il rifugio di chi in estate cerca un po’ di fresco, ma non all’Iper di Orio al Serio. Il supermercato, distribuito su due livelli al primo e al secondo piano di Oriocenter, nel fine settimana è stato il teatro di malori da parte di una decina di clienti e alcuni dipendenti, in particolare di una cassiera. La segnalazione non è passata inosservata a sabato scorso l’Asl di Bergamo ha effettuato un sopralluogo: nella zona delle casse ha registrato 32°. Nel verbale redatto dai tecnici dell’Asl risulta che "l’ambiente dell’Ipermercato risulta in sovrapressione rispetto alla galleria, con un evidente movimento d’aria verso l’esterno". 

La vicenda non poteva passare inosservata ai sindacati, così Romeo Lazzaroni di Filcams-Cgil ha consegnato una lettera alla direzione di Iper. La lettera è stata consegnata anche alla direzione di Oriocenter e all’Asl. Nel testo si chiede di convocare una riunione con le parti interessate. "La nostra posizione non è contro nessuno, semplicemente siamo dell’idea che ognuno debba fare la propria parte – afferma Lazzaroni -. Nella lettera che abbiamo recapitato all’Iper si invita a organizzare un incontro per risolvere il problema. L’azienda e i relativi datori di lavoro sono responsabili dell’integrità dei dipendenti".

La direzione di Oriocenter rimarca la propria estraneità al problema. "Il nostro impianto fornisce acqua fredda a ciascun punto vendita – evidenzia il direttore Ruggero Pizzagalli -. Ogni esercente poi è autonomo: deve trasformare l’acqua in aria fredda col proprio impianto".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sly

    Per chi non lo sapesse, l’iper di Orio sta per chiudere un intero piano, il secondo,e sarà di conseguenza ridotto anche il personale.Quindi il caldo è sicuramente dovuto ad una riduzione dei cosi.
    Comunque ero all’Iper di orio lunedì sera, non sapevo cosa fosse successo nel week end, lo scopro solo ora, ma mentre in coda alle casse, stavo svenendo, e non ero lì per prendere il fresco, ero lì per far spesa….

  2. Scritto da romano

    che vergogna io lavoro in fabbrica senza aria condizionata e con la divisa che mi fa morire di caldo e devo continuare a bere il gatorade per non collassare . Ma voi non avete la piu pallida idea di come si sta bene all’orio center , se quello li è il caldo poveri voi ………..

    1. Scritto da Lui

      Per i clienti sono d’accordo, anche all’Ikea non accendono l’aria condizionata per risparmiare. Ma la cassiera non può permettersi di bere davanti alla clientela ogni 2 minuti

  3. Scritto da poeraITALIA

    grazie Governo mancano soldi calano le vendite diminuiscono gli
    incassi tagliano le spese compresa aria condizionata semplice

    sicuramente quelli che asfaltano le strade nn guadagnano quello
    che guadagna una cassiera

    1. Scritto da willer

      Verissimo infatti a noi dispiace per i dipendenti… comunque non guadagnano neanche come i ns. amati politici… e loro hanno tutto e di più e di più ancora e se non gli spetta se lo prendono !

  4. Scritto da Diego

    Sinceramente mi spiace per i dipendenti ma per i clienti proprio no!!!!con la giornata che c’era domenica chiudersi in un centro commerciale? ben gli sta…che se ne vadano in piscina o in montagna!!!

    1. Scritto da poeraITALIA

      mi scusi DIEGO lei che sembra cosi lungimirante mi potrebbe spiegare come ci potrebbero essere dipendenti se non ci fossero
      clienti a cosa servirebbero i dipendenti????
      lei ha sicuramente uno spirito IMPRENDITORIALE

      1. Scritto da ma perchèèèè

        Ha detto solo che gli spiace per i dipendenti che sono costretti a stare li 8 ore per lavorare e quindi se ci fossero delle condizioni accettabili sarebbe meglio. I clienti pochi i perditempo tanti vanno li dentro per stare al fresco..possono sedersi bere e fare quello che vogliono. C’è differenza o no ? Cosa centra lo spirito imprenditoriale ? Boh !

      2. Scritto da Marco Daz

        Infatti: la domenica tutti in montagna, compresi di dipendenti di Orio Center che poi lavorano in settimana.
        Lavoro domenicale = + posti di lavoro? Ridicolo. se provi a dirlo in Alto Adige ti mettono a 90° e poi hanno reddito pro capite superiore al nostro e disoccupazione inesistente.

        1. Scritto da il polemico

          mah,io direi:lavoro domenicale,=aumento del fatturato=tenuta dei posti di lavoro attuali.per il trentino ho letto che volgiono aumentare l’irpef a dismisura perchè hanno le casse vuote,e notare che sono pure a statuto speciale…togli l’erogazione statale di cui godono,poi vediamo come farebbero….e giusto per precisare,e pare che sia vero, se un immigrato ha 4 figli,riceve un contributo di 2400 euro al mese..a te lo darebbero?

          1. Scritto da al

            polemico… ma la storia dei 2400 euri e’ una invenzione sua o l’ha bevuta sotto l’ombra di un gazebo biancoverde?

          2. Scritto da CASTELLI LUIGI

            polemico… vai in trentino… stacci un mese e quando torni dimmi quanti immigrati hai trovato!!! poi in base alla quantità rilevata pensa ad una percentuale di immigrati che possa avere 4 figli!!! sostanza… posso dire che regalo 100.000 euro ad ogni persona che si prendeta con 5 orecchie e due bocche… tanto,,, quanti si presenteranno?! SE LA LOMBARDIA FOSSE A STATUTO SPECIALE LA KYENGE SBIANCHEREBBE…

          3. Scritto da al

            Il trentino in Italia insieme al veneto è la regione che vanta il più alto indice d’integrazione degli immigrati. E’ di fondamentale importanza informarsi prima di parlare a vanvera. Poi se uno vuol dare aria alla bocca la capisco… col caldo che fa…

  5. Scritto da Mariateresa

    D’accordo con Willer, su un tetto a mettere pannelli o sull’asfalto o in fonderia….basta lamentarsi per il freddo e poi per il caldo e e e ….!

    1. Scritto da piero fogaroli

      Non capisco il senso di certi commenti. Nessuno dice che chi sta su un tetto a mettere pannelli o in fonderia è un privilegiato. Si dice solo che 32 gradi alle casse di un supermercato sono tanti, specie per chi ci lavora. Seguendo questa logica tutti quelli che hanno un condizionatore in casa o in ufficio (e sono migliaia) sono dei fighetti: vadano a stendere l’asfalto!

  6. Scritto da willer

    Dispiace solo per i lavoratori.. poi non capisco.. tutti i comitati del mondo contro questi centri commerciali e poi se non hanno la temperatura e l’umidità corretta per il benessere (anche loro), giù a criticare. Pensate a quelle persone che stanno asfaltando le autostrade ! altro che refrigerio all’Orio center.

    1. Scritto da geco

      Non si capisce perchè quelli che sono contrari ai centri commerciali, poi dovrebbero accettare temperature elevate, visto che non ci mettono piede. Il tuo ragionamento non ha nè capo nè coda, caro greatguy.

  7. Scritto da la ginetta

    confermo, caldo atroce soprattutto nella zona casse, dove inoltre si registravano code interminabili (ovviamente tanta gente e poche casse aperte)

    1. Scritto da soluzione geniale

      e mollare lì i carrelli e andare a far la spesa nel negozio del paese?

      1. Scritto da Marco Daz

        Meglio ancora: andare sotto un albero a giocare a carte con gli amici (o quello che ti piace fare).

        1. Scritto da la ginetta

          ragazzi, non mi devo giustificare con voi sul perchè fossi all’iper di domenica! certo che anche voi ne avete di frustrazione da smaltire se siete sempre così pronti a contro-commentare qualunque cavolata! fatevi una vita!