BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Legge anti omofobia Formigoni: “Pronti a referendum popolare”

Mentre Papa Francesco candidamente dichiara "Chi sono io per giudicare un gay?", l’ex governatore della Lombardia, il cattolicissimo Roberto Formigoni è pronto a mobilitarsi contro la legge anti omofobia in via di discussione al Parlamento italiano.

Più informazioni su

Mentre Papa Francesco candidamente dichiara "Chi sono io per giudicare un gay?", l’ex governatore della Lombardia, il cattolicissimo Roberto Formigoni è pronto a mobilitarsi contro la legge anti omofobia in via di discussione al Parlamento italiano. Anche molti esponenti del Popolo della Libertà hanno dichiarato di essere favorevoli al documento: Formigoni è pronto a convincere anche i colleghi di partito, con una battaglia culturale. «In Francia hanno arrestato un uomo perché indossava una maglietta in cui si vedevano un padre e una madre che tenevano per mano un bambino. Vogliamo arrivare a questo anche in Italia? – spiega a L’Avvenire – Ci accusano di confessionalismo. Ma la nostra è una battaglia di libertà. Se si vuole combattere la violenza o gli insulti omofobi siamo d’accordo. Ma se si vuole introdurre un reato d’opinione che criminalizzi chi per ragioni religiose, etiche o culturali è contrario al matrimonio omosessuale o all’adozione da parte dei gay, allora non ci siamo». Per Formigoni «le leggi ci sono già per contrastare questo fenomeno. Poi si vuole rafforzare una tutela contro la violenza? Bene, siamo pronti a discuterne. Però noto una certa ipocrisia tra gli ispiratori della legge: perché tentano in realtà di punire chi ha visioni o punti di vista diversi dai loro. Il sale della democrazia è il confronto tra le idee, non lo strozzamento di una di esse».

Nonostante le modifiche studiate da parlamentari del Partito democratico e Scelta civica per Formigoni è comunque «è una legge affrettata, non c’è stato il tempo sufficiente per un confronto approfondito. La soluzione migliore sarebbe un ritorno in commissione e un rinvio a settembre. Se però insistono per l’esame presenteremo e voteremo gli emendamenti migliorativi. Ma ci riserviamo fin da ora il giudizio finale sul provvedimento. Se non ci convince siamo pronti all’ostruzionismo in Parlamento ed eventualmente al referendum popolare. Dobbiamo coinvolgere in una battaglia culturale la società civile, i movimenti, le associazioni: tutti devono capire qual è la posta in gioco».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Greg

    Non conosco i dettagli della proposta di legge per cui si rischio di parlare di aria fritta. Non voterei formigoni neppure sotto tortura , ma che esprimere un’opinione sul matrimonio gay ( per il quale sono favorevole) o per le adozioni (contrario) possa essere considerato reato mi sembrerebbe davvero fuori misura. Immagino non sia così.

  2. Scritto da nino cortesi

    Parbleu. C’è ancora mister milioni di miliardi con i tickets dei pensionati?

  3. Scritto da Sommelier

    Mais parbleu, la grande grandeur de la France e delle altre “moderne e avanzate nazioni occidentali”, così sicure della giustezza, bontà, naturalità, necessità dell’omologazione della omosex-family alla traditional-family, non bastano a far approvare dall’Onu questo concetto da inserire in una aggiornata Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo? Il est si bon mon beaujolais, ditès-le moi pourquoi, vous ni le bouvez ni le voulez?

  4. Scritto da Luca Lazzaretti

    Formigoni è il politico cattolico più in-credibile d’Italia…con le spese pazze per le cene nei posti più esotici ed esclusivi si è giocato la carriera e la credibilità. Daccò e Simone e case in Sardegna possono ben testimoniare. Politici così hanno già dato e abbiam visto cosa…purtroppo la dignità di ritirarsi in buon ordine non è contemplata da questo tipo di politico cattolico.

  5. Scritto da Franco

    Se per voi é normale mettere in galera uno perché non é d’accordo o non crede nelle nozze gay oppure crede che l’omosessualitá sia peccato siete fuori di testa altro che democratci. In Francia ti multano per una maglietta del movimento manif pour touf e per voi é normale? In Francia si sta instaurando una dittatura pseudo socialista altroché “moderne democrazie occidentali”…si combatte questa legge per avere la libertá di dire “mamma”e”papá” e non é uno scherzo. Informatevi

    1. Scritto da Francesco

      Caro Franco, ti stai sbagliando alla grande. Anzi ti contraddici in termini, tu e tutte le persone che la pensano come te. Da quanto deduco tu non hai nemmeno letto il testo, ma, come molti come te, hai deciso di dire la tua al riguardo. Scusa, hanno mai arrestato qualcuno per aver detto “mamma” o “papà”? Li hanno mai pestati a sangue, fino a paralizzarli? Ti assicuro di no. La democrazia non è libertà di espressione, è libertà di parola nei limiti della dignità e della libertà altrui.

  6. Scritto da bergamotto

    Eppure Formigoni potrebbe essere personalmente interessato all’ approvazione di tale legge.

    1. Scritto da laura

      Parole sante!!!!!!!!!

  7. Scritto da Carlo

    Ma l’Italia che ci fa, dico, che ci fa nell’Unione Europea? Un paese così retrogrado, bigotto, ipocrita, aggressivo, violento e cattivo non può stare tra le grandi democrazie occidentali e liberali. Formighella è una degna espressione dello stato di arretratezza, di barbarie, di cattiveria becera e di malvagità cinica dell’Italia. Via l’Italia dalla UE: un freno e un peso morto alla modernizzazione, al progresso e alla democrazia liberale

    1. Scritto da angelo f.

      Quanti paroloni inutili e in gran parte ingiusti riguardo l’Italia e Formigoni. Dopo lo sfogo si dia da fare per migliorare la situazione.

  8. Scritto da Ivana

    Formigoni che propone un referendum “popolare”? Contro l’omofobia? Cos’è uno scherzo???
    Voleva tornare alla ribalta sulla schiena di chi non ha diritti?

  9. Scritto da vacario

    Pare che abbia un milione di firme già autenticate nel cassetto..

  10. Scritto da Filippo

    QUI SI VA VERSO L’ADEGUAMENTO AL PENSIERO PREVALENTE. DAVVERO E’ A RISCHIO LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE DEL PROPRIO PENSIERO, QUALSIASI ESSO SIA.
    Questa volta Formigoni ha ragione.

  11. Scritto da gio

    quando un referendum anti formiconi o anti ladroni in regione lombardia?

  12. Scritto da Orobico

    Dover fare una legge anti omofobia è già una sconfitta per una nazione che si definisce “moderna”

    1. Scritto da poeraITALIA

      forse avremo una nazione moderna ma indietro anni luce dal resto
      d’Europa lei ha ragione non si dovrebbe fare una legge simile ma purtroppo in questo paese funziona cosi già non si rispettano le leggi vigenti e si fa quel che si vuole figuriamoci senza leggi
      comunque alla base manca il RISPETTO delle persone