BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

C’è Network giovani idee Un progetto dell’Asl per il tempo libero dei giovani

Obiettivi principali del progetto, cofinanziato da Regione Lombardia, sono quelli di favorire percorsi di socializzazione e aggregazione che qualifichino il tempo libero come occasione di crescita, con un’attenzione a contrastare i fattori di rischio e a promuovere i fattori protettivi.

Più informazioni su

È stato sottoscritto martedì 30 luglio l’accordo per la realizzazione del piano di lavoro territoriale per le politiche giovanili “Network giovani idee”. Il progetto, cofinanziato dalla regione, prende avvio nelle realtà territoriali già nel 2010 grazie ai tecnici responsabili dei comuni.

L’idea è di creare una rete strategica e strutturata per promuovere e facilitare l’associazionismo e la partecipazione giovanile, anche in vista dei rischi che le giovani generazioni corrono nel tempo libero.

Per questo la Asl di Bergamo interviene, col suo direttore sociale Francesco Locati alla presentazione del progetto: “invece che curare una fascia d’età problematica, promuoviamo una struttura in grado di dare spazio alla sua espressione”.

“La struttura è complessa e articolata”, spiega la direttrice dell’ente capofila del progetto Carola Angelini, dell’azienda speciale consortile per i servizi alla persona della Valle Imagna-Villa d’Almè, “al centro c’è il gruppo tecnico composto dai dodici referenti dei rispettivi ambiti territoriali, la Valle Imagna, Dalmine, Seriate, Grumello del Monte, Basso Sebino, Alto Sebino, Isola, Treviglio, Romano di Lombardia, Valle Brembana, Valle Seriana, Valle Cavallina, e tre rappresentanti delle associazioni giovanili che già fanno parte di questa ampia rete provinciale, i Giovani Sul Serio, Feedback Music di Dalmine, Liberalatesta di Osio. Gli interlocutori a livello provinciale di questa rete sono i rappresentanti delle associazioni giovanili del Centro Servizi per il Volontariato CSV di Bergamo e il Gruppo Strategico provinciale composto dagli Ambiti Territoriali, la Provincia, la Asl, la Diocesi, l’Università, la Cgil, l’Avis, la cooperativa sociale Giovani Orme, l’industria di arredamento Tino Sala che da anni si occupa dei tirocini al lavoro e le Associazioni Giovanili”.

Complesso il sistema, complesse e variegate le realtà locali. Per entrare più nel dettaglio abbiamo domandato all’operatore tecnico dell’area di Dalmine Andrea Preda di che cosa si dovrà occupare: “personalmente girerò i Comuni dell’area in cerca di quello che le amministrazioni hanno già attuato per le politiche giovanili, consapevole che in alcuni casi riceverò picche. L’obiettivo è riconoscere le iniziative già in atto e cercare di metterle in comunicazione, per evidenziare quelle simili e fare in modo che lavorino insieme, ad esempio lanciando dei concorsi unici su più comuni o partecipare insieme ai bandi disponili. Poi cercherò di conoscere e far emergere tutte le associazioni giovanili dei comuni per creare un cartello comune, che a Dalmine è già stato individuato, e pensare a progetti insieme, magari di collaborazione per l’abbattimento dei costi, non so utilizzare un medesimo set acustico in occasione delle varie feste. Poi li metterò in comunicazione con la provincia, per costruire quella rete necessaria da cui il progetto prende avvio”.

Il piano di lavoro, che vuole proporsi come sostegno all’associazionismo giovanile e promuovere il tempo libero come occasione di crescita, “nell’ottica che associarsi e ragionare insieme in età giovanile permette di guardare al lavoro non solo come remunerazione ma anche come scelta identitaria di carriera, di costruire un senso a quel che si fa” commenta Stefano Galliani, presidente dell’assemblea dei sindaci della Valle Imagna – Villa d’Almè, è in attuazione della Direttiva Governativa Regionale del 2011 “linee di indirizzo per una governance delle politiche giovanili in Lombardia”.

Presente all’incontro anche Ornella Morelli dell’Isola e Val San Martino “si tratta di far uscire le nostre associazioni dal loro localismo, siamo assetati di confronti e migliorie”.

Viola Carrara

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.