BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo i cartelli in dialetto a Romano il concerto rock diventa “roch”

Per vietare il parcheggio in piazza Fiume durante la Rock city night di domenica sera a Romano, appesi alcuni cartelli di divieto di sosta con la motivazione di un concerto che da rock è sbadatamente diventato “roch”

Più informazioni su

Era un appuntamento molto atteso per i ragazzi di Romano di Lombardia e dintorni. La Rock city night di domenica sera, prima ancora di iniziare aveva già fatto parlare di sé. Merito di alcuni cartelli appesi dal Comune in piazza Fiume per vietare il parcheggio di auto durante l’evento musicale, in cui si annunciava il divieto di sosta per domenica 28 luglio dalle 19 alle 24, con la motivazione di un concerto che da rock è sbadatamente diventato “roch”.

Merito di un funzionario comunale un po’ distratto nello stilare l’annuncio, o che forse ha voluto rendere un po’ più bergamasca la parola inglese. Proprio a Romano dove, da circa un anno, sono presenti i famosi cartelli in dialetto all’ingresso del paese con la scritta “Romà”, come in molti comuni della nostra provincia. Una scelta molto contestata dai gruppi di opposizione ma evidentemente particolarmente apprezzata in Comune, tanto che qualcuno ha deciso di tentare di tradurre in bergamasco anche il termine rock.

Per la cronaca Rock city night ha -come previsto- riscosso un grande successo di pubblico, con i Cuori infranti e i Chrysalis, i due gruppi protagonisti della serata musicale in piazza Fiume, ricoperti da tanti applausi al termine delle loro esibizioni. Tanti quanti le risate dei passanti per lo strano cartello di divieto di sosta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da al

    Hanno ragione le mamme: gli immigrati rallentano l’apprendimento dei principini nelle nostre scuole e quindi è naturale che da grandi poi facciano questi errori…

  2. Scritto da poeraITALIA

    quate bale rock è inglese roch è bergamasco ah ah ah ah

  3. Scritto da bergamasc

    Se può interessare giovedì sera alla festa di Seriate presso il campo sportivo c’era udite udite…anzi…leggete leggete il seguente avviso: “non si servono alcolici HAI minori di anni 18”.

  4. Scritto da L.

    E se chi l’avesse scritto fosse di Verzellino?!

  5. Scritto da Antonio

    Strano questo errore a Romano, dove, in Giunta comunale, c’è un’apprezzata concentrazione di intellettuali dalla profonda cultura.

    1. Scritto da roberta

      In realtà l’episodio, di per sè banale, nasconde un problema ben più grave. Non è colpa degli amministratori, ma dei funzionari pubblici e del sistema per assumerli: concorsi che selezionano la persona migliore IN QUEL GIORNO fra i partecipanti. Poi magari il funzionario ha vinto il concorso negli anni ’80, non ha mai studiato inglese e informatica nè vi è alcun modo di obbligarlo a farlo. Lui attende serenamente di andare in pensione, e intanto i giovani laureati sono disoccupati

    2. Scritto da Bignoca

      Sta atent adès ch i cartei ia fa sö ‘l sindec.
      E sicome che l’è mia de la to banda sa pöl daga ados a gratis.
      Me so gnorant e so mia de che culur l’è la giunta de romà, ma anche se la födes viöla ‘l sares istes.
      Vü come te l’è sens’oter an tifus de balù.
      Sa capes di sbambosade che ta fe sö.

  6. Scritto da Paolo

    Peccato che certo giornalismo manchi di netiquette…