BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maroni: “Entro 5 anni riusciremo a trattenere il 75% delle tasse qui”

"Le risorse tributarie dovranno per forza rimanere sui nostri territori perché non possiamo più mantenere gli altri". E' quanto scrive domenica il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni in una lettera cofirmata con i presidenti di Veneto, Luca Zaia, e di Piemonte, Roberto Cota.

"Le risorse tributarie dovranno per forza rimanere sui nostri territori perché non possiamo più mantenere gli altri". E’ quanto scrive domenica il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni in una lettera cofirmata con i presidenti di Veneto, Luca Zaia, e di Piemonte, Roberto Cota. "Lombardia, Piemonte e Veneto – scrive Maroni – marciano insieme per realizzare un obiettivo comune: la macroregione del Nord, una macroregione europea che possa interagire e collaborare con le omologhe realtà del Vecchio Continente, e che trattenga sul proprio territorio almeno il 75% delle proprie tasse. Un obiettivo da raggiungere entro la legislatura".

LE AZIONI GIA’ INTRAPRESE – "Questo percorso di legislatura che porterà alla realizzazione della macroregione europea del Nord – ha appuntato ancora il presidente lombardo – è stato avviato attraverso una serie di misure comuni già adottate dalle tre regioni, in particolare per dare un aiuto concreto alle imprese in difficoltà, consentendo loro di ricevere una parte dei crediti che vantano verso le pubbliche amministrazioni". "La Lombardia – ricorda Maroni – ha anticipato 1 miliardo di euro messi a disposizione delle imprese per lo smobilizzo dei crediti nei confronti degli enti locali; altri 500 milioni saranno utilizzati per stimolare la nascita di nuove attività e favorire l’internazionalizzazione".

ALTRE INIZIATIVE – "Entro la fine di luglio le imprese piemontesi che vantano crediti scaduti nei confronti degli enti locali e che non hanno ceduto tali crediti alle banche. – ha spiegato Maroni assieme a Cota e Zaia – otterranno in via prioritaria quanto dovuto. Il Piemonte, infatti, ha accelerato l’applicazione del decreto legge n.35 sullo sblocco dei pagamenti alle imprese per un totale di 1 miliardo e 107 milioni. Regione Veneto ha garantito al sistema imprenditoriale un miliardo di credito fresco e nei prossimi due anni azzererà i debiti della Sanità accumulati dalle precedenti gestioni attraverso lo stanziamento di un miliardo e 400 milioni che andranno a saldare tutti i fornitori delle Ulss".

LE INIZIATIVE MACROREGIONALI SU TRASPORTI E VINO – Imprese ma non solo. In questi quattro mesi Lombardia, Piemonte e Veneto sono state protagoniste di altre fondamentali iniziative comuni. "Da quella per la difesa dei nostri vini – ha detto Maroni – dalle minacce cinesi di imposizione di dazi, alla scelta condivisa sulla realizzazione del Terzo valico, alla richiesta dell’istituzione dell’Authority dei Trasporti a Torino. Stiamo lavorando per dar vita ad un sistema integrato dei trasporti ed è in atto una costante consultazione tra gli assessori per la realizzazione di progetti e intese comuni che snelliscano il sistema".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pianoquinquennale

    ne sucedono di cose in cinque anni ………………

  2. Scritto da Beppe

    Certo…..e magari anche il 75% del debito pubblico——–

    Che cascia bal……….

  3. Scritto da Bignoca

    Me dise apena ö laur:
    lega o mia lega, m’anteresa mia, ma se ‘n desmèt de daga i solcc’ a roma forse an ga ria amò a salvàs.
    Se no ma par de èt al comandant del titanic.
    L’era a dré a ‘ndà a font e ga disìa a l’orchestra de ‘ndà nnacc’ a sunà.
    Forse per chèl chi sögöta a torà col roial-bebi e ‘l mercat del balù.
    Almeno la zet la ga pensa mia che l’è a drè a ndà ‘n malura e la va mia ‘npiasa a spacà sö töt.

    1. Scritto da Come No

      Solo che a roma c’erano i “lombardi” e hai visto come è andata a finire . Anche in lombardia c’erano i lombardi e son dovuti andare a casa per gli scandali . La barzelletta di roma è vecchia . Bisogna far rispettare gli sprechi e le furbate al sud , al nord e al centro. Ormai sono rimasti solo i pasdaran più sprovveduti a credere qualcosa di diverso.

  4. Scritto da equivoco?

    forse intendeva dire che … fermeremo il livello della tassazione sul Nord (ex Padania) al 75%… Il futuro governo non ci tasserà al livello massimo di oltre il 100%. Forza Maroni 2

  5. Scritto da macroregione

    Ad andare bene l’unica macroregione sarà la LOMBARDIA, le altre due vanno in scadenza di mandato a breve. Facciamo al volo il referendum sull’indipendenza !

  6. Scritto da sergio

    dalle mie parti si dice: Ma va la, bauscia….

  7. Scritto da sese

    …poi sara’ tre volte natale e pasqua tutto l’hanno… ma finche’ ci sono beoti (anche a BG) che gli credono, fa bene a sparar balle come questa. Berlusconi alla domanda su 75% di tasse in lombardia oltre ad un sorriso ironico aggiunse: “siamo gia’ al 72-73% quindi manca poco”… direi proprio che dio li fa’ (i bugiardi) e poi li accoppia! peccato per lui che la gente non ha piu’ la pancia piena per bersi tutte le loro balle.. adesso la gente senza lavoro ne ha abbastanza di questi politici

    1. Scritto da OcchioAiCiarlatani

      ..Mi sorprende che ci sia gente con la pancia vuota come dice lei che li vota ancora.. Eppure credo che basterebbe guardarsi in giro per farsi una idea della politica secondo me disastrosa di questi 20 anni..

  8. Scritto da il polemico

    spero che maroni riesca prima di 5 anni,cosi pure i sostenitori del pd,che ora si lamentano, saliranno sul carro dei vincitori,altrimenti alle prossime elezioni ci troviamo ancora con primarie farlocche che serviranno solamente a raccogliere altri fondi per le casse disastrate del partito pd,e che poi immancabilmente verrà presentato un candidato impresentabile.se invece maroni riesce nel suo intento,non ci sarà piu bisogno di avversari incapaci come avvenuto fino ad ora

  9. Scritto da La verità fa male

    Ma basta con le trombonate e le ipocrisie della sinistra! lo ha ammesso persino Fassina che in questo Stato che è un baraccone assistenzialista, sprecone e centralista, con la sua burocrazia assurda, le piccole imprese sono costrette ad evadere per sopravvivere. La Lombardia è più efficiente e il resto della nazione è un carrozzone quindi le possibilità sono solo due: o il resto della nazione rinsavisce, si adegua e diventa efficiente o la Lombardia va per la sua strada

  10. Scritto da Doge

    Ah, ora ha cambiato le carte in tavola…. Ora ci metterà 5 anni…..,contaballe ancora a quei poveretti che ancora vi votano …..( tra poco niente province…….). Basta con le fandonie elettorali

  11. Scritto da Angelo

    E anche questa ce l’appuntiamo e fra 5 anni controlliamo, pensi caro Maroni che io ho ancora una copia del volantino di Pontida del giugno 2011, Lei se lo ricorda oppure gli slogan estivi evaporano per il caldo? Pensi che ricordo tutti i proclami, è che quasi sempre sono rimasti appunto solo slogan…vedremo!

  12. Scritto da Cittadino

    Grande Maroni! Forza Lega! Basta soldi al sud!

    1. Scritto da bergamasc

      cucu…cucu…a questa (mega)balla credici tu…cucu..cucu…

    2. Scritto da Sìì ?

      Perchè ? Gliene avete già dati troppi voi della Lega in tanti anni di governo ? Basta soldi A VOI !

  13. Scritto da poeraITALIA

    ma RENZI arriva o no???
    a MARONI per forza si deve solo morire prima o dopo è risaputo

    quanto ai commenti se noi coglioni indipendentemente da chi governa siamo contenti a mantenere il resto D’ITALIA non è
    colpa altrui

  14. Scritto da nino cortesi

    Caciabal. Ce li ciucciate voi dopo?

  15. Scritto da Las Cadregas

    Ah ah ah , leggendario , lo slogan viene messo in frigo e tirato fuori per le prossime elezioni ? Come per il maiale non si butta via niente !!!!!
    Solo che nel frigo ci sono ancora tutti i “pezzi” messi via 20 anni fa , che forti !

  16. Scritto da Luca Lazzaretti

    Il Maroni non ha nessuna credibilità. La lega ha governato per anni con Formigoni e Daccò e Simone e don Verzè e ha avallato lo sperpero a favore di una casta di milioni di euro senza mai battere ciglio. Le strade della lombardia sono un disastro di buche e pericolosissime e non riescono nemmeno a far l’ordinaria amministrazione..pensando a Renzo Bossi in regione si spiegano molte cose..ma non si dimenticano.

    1. Scritto da Pieri

      Se rimanesse il 75% delle tasse in regione non coi sarebbe più il problema delle buche, se invece tu sei più contento a mantenere ad esempio le quasi 30.000 guardie forestali della Sicilia (8 volte + dell’intero Canada) andiamo avanti così…

      1. Scritto da Buche

        Se non avessimo i livelli di corruzione, spreco , evasione e incapacità ampiamente dimostrati in questi anni sai quante buche si aggiusterebbero ?????????????????

      2. Scritto da bergamasc

        E tu sei stato contento quando l’accoppiata Silvio&Umberto hanno salvato il comune di catania dal fallimento coi soldi “padani”?…cucu…cucu…