BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Andrea Masiello resta sul libro paga nerazzurro Lo rivorresti nella Dea?

Il difensore viareggino in un'intervista a Sportmediaset ha confermato di percepire lo stipendio dall'Atalanta e di voler scontare tutta la squalifica per tornare in campo, a Bergamo. Tu cosa ne pensi? Giusto dare a Masiello una seconda possibilità?

Più informazioni su

Sta scontando la squalifica in silenzio, nella sua Viareggio, ma sogna di tornare nel mondo del calcio. Per farlo, vorrebbe di nuovo la maglia dell’Atalanta, la società che ancora oggi lo sta tenendo a libro paga nonostante gli sia stato imposto uno stop di 2 anni e mezzo. Lui è Andrea Masiello, l’ex terzino del Bari condannato dalla giustizia sportiva per i presunti illeciti commessi con la casacca pugliese prima di approdare sotto le Mura.

Il club nerazzurro, dopo averlo riscattato senza spendere un euro alle buste 13 mesi fa, ha continuato a pagarlo al minimo federale (2mila e 200 euro netti al mese, per un contratto che all’Atalanta costa più di 40mila euro l’anno). Così, nel gennaio 2015 potrebbe tornare a tutti gli effetti là, nella difesa nerazzurra, pronto a dare il suo contributo a quasi tre anni di distanza dal 2 aprile del 2012, giorno in cui fu arrestato nell’ambito dell’inchiesta del calcioscommesse, con la società bergamasca che l’aveva già allontanato da qualche settimana dai riflettori per evitare guai.

Masiello, classe 1986, sta cercando di ricostruire a piccoli passi la sua vita, partendo dalla beneficenza: oggi, assieme ad alcuni amici, è volontario dell’associazione "La Fenice" con la quale organizza tornei per aiutare chi soffre. Intervistato da Sportmediaset, il viareggino ha confermato tutta la sua voglia di tornare nel mondo del calcio dopo aver scontato la sua pena, ringraziando più volte l’Atalanta e Percassi che in questi ultimi tempi non l’hanno abbandonato.

Tu cosa ne pensi? Sarebbe giusto far indossare di nuovo la maglia dell’Atalanta a Masiello? Sarebbe giusto dare all’ex Bari una seconda possibilità? Di’ la tua.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giacomo

    Sono un tifoso del Bari.Premetto che a parte la rivalità sportiva considero l’Atalanta una società seria e credo si possa dire lo stesso dei suoi tifosi. E’ un animale che ha ucciso lo sport nella mia città, ritengo che la società che gli consegni la propria casacca si macchi di gravi crimini contro lo sport. Auguro alla Vostra gloriosa tifoseria di non dover subire una umiliazione del genere: Masiello gioca nell’Atalanta.

  2. Scritto da roberto

    questa persona si e’ venduto a perdere partite della propria squadra in tre campionati diversi percio E’ RECIDIVO …….RADIAZIONE !!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Scritto da Nick

    Per chi ha risposto si: Evidentemente non avete capito cosa ha fatto questo animale!! Si vendeva a perdere i risultati della propria squadra, facendola retrocedere. Quell’hanno il Bari iniziò benissimo il campionato vincendo con juve e pareggiando dominando a napoli. Radiazione a vita per lui e quelli come lui!

  4. Scritto da max

    dovrebbero esserci delle pene finanziarie a favore di chi non arriva a fine mese. non facendolo giocare si penalizza la società,anche perchè sia masiello che doni sono e restano due ottimi calciatori . mi pacerebbe pure a mè prendere duemiladuecento euro al mese e starmene a casa

  5. Scritto da Luca

    Una volta che uno paga per le sue colpe (e ricordiamo che si è VENDUTO delle PARTITE di CALCIO, non ha ammazzato qualcuno…) è giusto e sacrosanto dare una seconda possibilità. Anche a Doni? Certo! Resta solo da capire se possano essere utili come giocatori.

  6. Scritto da Duca

    Ha sbagliato, ha pagato, e come per la giustizia civile, deve essere reintegrato. Non dimentichiamoci dove ha commesso gli illeciti;conosciamo le ingerenze esterne con cui devono convivere alcuni giocatori ? il problema è un altro: cosa succederà al Sig. Mauri, che intanto ha giocato un campionato intero, falsandolo ? La giustizia sportiva è così davvero uguale per tutti ?

  7. Scritto da gigi

    se questi calciatori fossero radiati, dal primo all’ ultimo, non si porrebbe il problema del loro ritorno

  8. Scritto da piero

    Quindi finirà tutto alla napoletana, a tarallucci e vino? Che schefe.

  9. Scritto da ste

    sarebbe uno dei pochi, ad oggi, ad avere pagato per il suo maltolto e mi sembrerebbe giusto concedergli di “reintegrarsi nella societa’”.
    Ricordiamo a tutti che l’espiazione dovrebbe avere come obiettivo la redenzione, altrimenti a che pro? Vogliamo che rimanga marchiato a vita?

    1. Scritto da fra

      No, rimarrebbe un uomo libero di fare tutto quello che vuole, tranne giocare o allenare. Certa gente deve essere allontanata dal calcio, altrimenti si lascia pensare che certe cose un po’ si possano fare.

  10. Scritto da uno qualunque

    Spero che sia solo un polemica giornalistica ed il giocatore non sia reitegrato in rosa. Piuttosto un primavera.

  11. Scritto da piero palpa

    io farei tornare anche Doni…a quanto pare tra tutti e quello che ha fatto ancora meno..e’ stato solo sfigato perche e stato uno dei primi e l hanno usato come immagine del calcioscommesse…colpa dei giornalisti!

  12. Scritto da noodels

    Anche tanti giornalisti commettono errori eppure nessuno si sogna di chiedere ai lettore se è giusto tenerlo o no!!!!
    Perchè questa diversità di trattamento???

    1. Scritto da d

      Errori? Questo ha frodato e commesso un reato, per soldi. Era perfettamente consapevole che falsava il senso del gioco. Non scherziamo.

  13. Scritto da Greppo

    Umanamente, lo si perdona. Ma professionalmente, sarebbe da radiare. Certi errori, voluti e ripetuti, dovrebbero portare alla radiazione. Se tornasse a giocare a Bergamo, sarebbe una conferma che il mondo del calcio e’ un ambiente marcio.

  14. Scritto da Matteo

    Scontata la squalifica può tornare a giocare nell’Atalanta. Lui ha ammesso tutto e la società l’ha fermato molto prima della squalifica. Un altro, cittadino onorario di Bergamo, ha infangato la maglia, mentito spudoratamente, guidato gli ultras in piazza e poi ha tentato di scappare dalla cantina.

  15. Scritto da errore

    Ci sono errori ed errori nella vita. Quello fatto da Masiello, non è ammissibile nemmeno farlo una volta “per incoscienza”. Riparta dall’eccellenza a mille euro al mese e poi se qualcuno lo vorrà bene, ma l’Atalanta negli ultimi anni ha già fatto troppe figure extra calcio

  16. Scritto da W V.E.R.D.I.

    A domanda specifica il sig Masiello sembra abbia risposto che rimane anche perché la permanenza era quotata 5,40 e ci ha puntato forte….

  17. Scritto da Massimo

    ma per carità………………vada a godersi i soldi sporchi da un altra parte…………….non era alla fame era servito riverito e ben pagato e ha fatto una scelta e allora VIA questo mercenario

  18. Scritto da nino cortesi

    Si, solo se Percassi giura che resta almeno 3 anni all’Atalanta.

  19. Scritto da GERARD65

    SI

  20. Scritto da Ribot

    Basta moralismi in un mondo dominato da interessi che sovrastano l’aspetto sportivo! Torni Masiello, che abbia una seconda possibilità come tutti quelli fatti di carne ed ossa. Quelli che non sbagliano mai e non perdonano sono da squalificare a vita!

  21. Scritto da Dove

    Potremmo aspettare anche Mauri dopo la sua , speriamo pesante, squalifica……

  22. Scritto da Bombo71

    … e fino a Gennaio 2015 dovremmo sorbirci ancora Bellini sulla destra ?!?

  23. Scritto da umberto

    NO !!!!!!!!

  24. Scritto da Paci no grazie

    Si , scontata la pena lo rivorrei , era e spero sarà ancora fortissimo .

  25. Scritto da Stefano

    Tutti hanno diritto a una seconda possibilità. Con l’impegno nel sociale sta dimostrando di avere capito i suoi errori. In ultimo, mi ricordo Masiello come un buon giocatore.

  26. Scritto da Francesco

    Come calciatore ci farebbe molto comodo. Ma come si può dimenticare quello che ha fatto? Ricordiamoci che questi ragazzotti viziati hanno la fortuna di fare un lavoro che gli permette di guadagnare, divertendosi, ciò che un comune mortale può solo sognare, e qualcuno pieno di avidità non si accontenta e cerca di arrotondare. Radiazione a vita dal mondo del calcio professionistico, l’unica soluzione, altrimenti i malintenzionati non si fanno scoraggiare.

    1. Scritto da d

      Sottoscrivo. E’ l’unico modo per far capire che il sistema va cambiato. Masiello doveva ammettere PRIMA di essere beccato…e gli altri tutti come lui.

  27. Scritto da Luc64

    Sarebbe un clamoroso autogol (per restare in tema).
    Ciao Masiello resta in Versilia

  28. Scritto da nico

    Si.