BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tetto agli stipendi dei top manager Dalla Fim oltre 400 firme

La FIM sposa l’iniziativa della FIBA, e porta in dote alla raccolta firme per la proposta di legge per porre un tetto agli stipendi dei manager oltre 400 firme raccolte in una sola giornata alla Tenaris di Dalmine.

La FIM sposa l’iniziativa della FIBA, e porta in dote alla raccolta firme per la proposta di legge per porre un tetto agli stipendi dei manager oltre 400 firme raccolte in una sola giornata alla Tenaris di Dalmine, SpA metalmeccanica anch’essa eventualmente soggetta a un nuovo regolamento se passasse la campagna CISL.

L’iniziativa e’ stata un successo – dice Emanuele Fantini, della segreteria FIM di Bergamo – e ha trovato il sostegno della maggior parte dei lavoratori iscritti o delegati anche delle altre organizzazioni sindacali. In poche ore davanti ai cancelli abbiamo raccolto più di 400 firme e numerose persone si sono fermate a portare il loro sostegno ed il bisogno di un intervento in questa direzione”.

FIBA CISL ha lanciato da circa due mesi questa iniziativa per mettere finalmente un tetto alla retribuzione dei top manager che fino ad oggi hanno percepito degli emolumenti eccessivi soprattutto in un periodo di crisi. La FIBA CISL Bergamo ha messo a punto una serie di appuntamenti organizzati in tutta la Provincia per consentire al maggior numero di persone di poter aderire alla raccolta firme, che ovunque sta riscuotendo grandi affluenze, come successo in Dalmine.

“Questo conferma – continua Fantini – che l’intuizione del nostro sindacato va nella giusta direzione e che nei prossimi mesi dovremo proseguire con iniziative similari anche nelle altre imprese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kurt Erdam

    Già avuto modo di dirlo,ci sono 2 cose da fare per avere futuro 1) Una migliore (e più intelligente)distribuzione della ricchezza 2)La classe dirigente che conosca il suo mestiere e lo faccia.
    Non venite a dire che nel privato si può fare quel che si vuole,alla fine sono sempre soldi nostri sul prezzo delle cose che compriamo.E i governi devono pensare a tutti i cittadini e non pensare solo a pochissimi super ricchi.La concentrazione della ricchezza in poche mani blocca la produzione.

  2. Scritto da Fagiolo

    Mah… diciamo che dobbaimo far ripartire il lavoro e le iniziative sono queste? è questo che facciamo per incentivare le imprese invece di ridurre il costo del lavoro (tasse)?
    possiamo esser d’accordo che sarebbe discorso etico mettere un tetto, ma la maggior parte di chi firma non sa cosa significa gestire impresa.
    E poi pensiamo che quei soldi risparmiati verrebbero dati a noi umili dipendenti sotto? ma chi ci crede?
    sarebbe solo un ulteriore motivo per andarsene

  3. Scritto da micaela

    che successone 400 firme !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    1. Scritto da Lucone

      in poche ore è un vero successo! Altro che storie

  4. Scritto da Sergio

    altro che firmare per la fantomatica padania indipendente, o la super regione del Nord, che è fumo per gli allocchi, ma votiamo per non far diventare milionari, con soldi nostri, i già milionari per poi redistribuirli tra quelli che fanno fatica a lavorare e a tirare la fine del mese..

  5. Scritto da daniela

    Daccordo. Non che ci volesse ‘sta grande capacità intuitiva, però,se ne parla da anni. A maggior ragione vista la qualità dei top manager in Italia.

  6. Scritto da ellekappa

    Concordo con Alberto,stipendi di manager pubblici a dir poco vergognosi,mentre il dipendente non ha rinnovo contrattuale da anni….se tagliano gli stipendi ai dirigenti, forse qualche euro ricadrà anche nelle tasche di chi non ha rinnovo contrattuale da anni..

    1. Scritto da okappa

      Però, già il posto sicuro è una bella fetta di benessere, dai…

  7. Scritto da Luca

    Grande Fim Cisl Tenaris

    1. Scritto da grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

      Grande che cosa?
      Ma sono queste le battaglie che fanno ripartire il lavoro?
      Andate a nascondervi che è meglio…………

      1. Scritto da Nani

        La Fim e’ protagonista di questa e di numerose altre battaglie! La Fiom…? Parla male di Marchionne ma non fa nulla per tagliargli lo stipendio…Forza Fim….non mollare che sei L’unico vero sindacato

        1. Scritto da grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

          L’unico vero sindacato dalla parte del padrone!!!!!!!!!!!!

      2. Scritto da Giuseppe

        Prova a stilare un elenco di cose , che secondo il tuo rispettabilissimo punto di vista ritieni essere utili a far ripartire il lavoro , sono sicuro che inserirai una qualsivoglia proposta per un minimo di equità sugli stipendi dei Top manager o no ? Si può discutere sulle battaglie da intraprendere . Tagliare solo da una parte non credo sia il massimo , ma dare a molti di più la possibilità di spendere tu non credi possa essere un modo per creare lavoro ?

        1. Scritto da grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

          Di sicuro bisognerebbe diminuire la tassazione sul reddito da lavoro dipendente, non mi interessa abbassare lo stipendio dei top manager se questi a differenza di Marchionne fanno fare profitti alle aziende e aumentano l’occupazione garantendo i diritti di chi lavora, perciò il problema non si risolve abbassando gli stipendi ai manager, ma fare riforme strutturali e creare nuovi investimenti, fare una campagna come quella della cisl è puro populismo!!!!!

          1. Scritto da Enzo

            In italia l’unico populismo senza risultati lo fa la fiom….

  8. Scritto da Alberto

    Al solito, i sindacati mettono il naso negli stipendi del privato, ma si guardano bene dall’intaccare gli scandalosi emolumenti delle migliaia di “lavoratori” strapagati del pubblico impiego (e non parlo certo di normali impiegati o dipendenti comunali), soprattutto a livello regionale e ministeriale.

    1. Scritto da Al solito

      Albè, la FIM è un sindacato dei metalmeccanici. Non è il caso di fare mente locale, prima di commentare?