BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sì, viaggiare E’ la play list on the road

Sono tanti gli artisti che si sono cimentati con il fascino del viaggio: dai Deep Purple a Bob Dylan fino a Lucio Battisti. Brother Giober ha scovato 10 titoli, e tu?

OLTRE IL DISCO DELLA SETTIMANA

(nuove uscite, album dimenticati, nascosti e meritevoli di menzione, oppure no )

The Rolling Stones – Live in Hyde Park 2013 ***1/2 E’ la registrazione del concerto tenutosi pochi giorni fa ad Hyde park in occasione del tour che ha festeggiato i cinquanta anni di carriera delle “pietre rotolanti”. Il disco raccoglie molti dei successi del mitico gruppo inglese che, nonostante gli anni che passano, dimostra di essere ancora ben in palla e perfettamente a proprio agio nella dimensione live che è sempre stata particolarmente congeniale a Jagger e co. Il concerto inizia in modo classico con Start Me Up, ma poi potrete trovare un campionario di successi che ha ben pochi eguali (solo i Beatles a mio parere sono in concorrenza), tra cui Miss You, Brown Sugar per terminare con l’immortale (I can’t Get no ) Satisfaction.

Jackson Browne – Where the Shadows Fall *** Si tratta di una vecchia registrazione live realizzata insieme a David Lindley, violinista, leggendaria figura del country, e collaboratore di tutti i più noti esponenti del genere Il set è acustico e si riferisce alla prima produzione di “fratellino Jackson”, quella tanto per intenderci che arriva sino a “For Everyman”. Chi ama Jackson Browne troverà grande piacere in una musica che, mi sembra, stia tornando in auge , soprattutto negli Stati Uniti. Per chi non conosce l’artista una buona occasione per apprezzare capolavori come Take It Easy, Jamaica Say You Will, For Everyman. Devo però ammettere che un po’ di noia qua e là traspare.

Pet Shop Boy – Electric ***1/2 Non è un genere che bazzico abitualmente e non ho mai amato i Pet Shop Boys, ma questo album, contro ogni mia più rosea aspettativa mi è piaciuto parecchio. Forse non hanno la sfrontatezza e la burinaggine contagiosa dei Daft Punk, ma Electric è ben confezionato, fresco e si lascia ascoltare con grande piacere ed è, strano a dirsi, vario. Dopo più di 50 milioni di copie vendute i Pet Shop Boys fanno un disco che declina in ogni sfaccettatura il genere, con richiami ai Kraftwerk, alla dance dei disk Jockey che vanno per la maggiore. Proprio carino , da ascoltare in spiaggia ma non solo e per nulla superficiale. Professionisti veri. Per me una sorpresa.

PLAY LIST : viaggiare

AC/DC – Highway to Hell

Bob Dylan – Higway 61 revisited

John Fogerty – Mystic Highway

Deep Purple – Higway Star

Jonathan Richman- Road runner

Canned Heat – On the road Again

Lucio Battisti – Si viaggiare

Talking Heads – Road to Nowhere

Tracy Chapman – Fast Car

Kraftwerk – Autobhan

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da i.

    PSB 4ever….naturalmente concordo con la recensione!!!!
    Speriamo di vederli in concerto in Italia!
    Gruppo facebook: “we want pet shop boys to play in Italy”

  2. Scritto da umberto

    Io dico ,AMERICA Ventura Highway MODENA CITY R. La strada JACKSON BROWNE The road VAN DES FROSS E semm parti THE DOORS Roadhouse blues GRATEFUL DEAD Trucking EDDIE HINTON Very blue highway…..ma forse il più bel titolo di un disco con lo spirito giusto per il viaggio è un disco doppio dal vivo dell ALLMAN BROTHERS BAND Wipe the windows check the oil dollar gas….e vaiiiiii