BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Studia da Andrea Pirlo e sogna la Serie A Baselli, il futuro della Dea

Il giovane talento classe 1992 è stato blindato dall'Atalanta che, assieme a Gagliardini, gli ha rinnovato il contratto fino al 2018. Lui, intanto, continua a stupire tutti. L'ultima prodezza? Nel test di mercoledì contro il Lumezzane.

Più informazioni su

Tutti gli occhi, ora, sono puntati su di lui: Daniele Baselli nel ritiro di Rovetta è l’uomo del momento. E non solo per lo splendido gol che mercoledì ha chiuso il test amichevole con il Lumezzane, ma anche per le tante cose buone che ha fatto vedere negli ultimi due anni con la maglia del Cittadella, cose buone che il giovane regista bresciano sta confermando anche in queste prime settimane di lavoro nella frescura della Val Seriana.

Classe 1992, Baselli si è messo notevolmente in mostra nell’ultimo anno a Padova, con la casacca amaranto. In cinquanta presenze in due tornei di serie B (13 nel primo, 37 nel secondo) il talento cresciuto nel vivaio di Zingonia ha confermato le qualità di metronomo che gli venivano riconosciute in nerazzurro, oltre agli ampi margini di crescita che lo hanno condotto sino alla Nazionale Under21 di Mangia, dove ha collezionato due convocazioni e una presenza. Un ruolino, quello di Baselli in terra veneta, impreziosito dal gol realizzato contro l’Ascoli lo scorso maggio che ha ipotecato la salvezza del Cittadella in B.

Mediano di qualità, piedi buoni e ottima visione di gioco, il centrocampista bresciano è stato impostato dal suo ex allenatore Foscarini come regista vecchio stampo, alla Pirlo tanto per intenderci. E i risultati si sono visti eccome, tant’è vero che a giugno, prima che l’Atalanta lo riscattasse alle buste, il giovane bresciano era finito sui taccuini di mezza Serie A. Ma il suo futuro, come ha confermato il club nerazzurro con l’investimento effettuato per riportarlo sotto le Mura, è all’Atalanta. E il suo contratto, così come quello di Roberto Gagliardini (altro talento classe 1994 appena "sfornato" dal vivaio), è stato rinnovato fino al 2018.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.