BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sindaco sospeso dalla banca La minoranza: chiarisca sulle società comunali

Dopo la vicenda della sospensione del direttore di Intesa Sanpaolo Private Banking, Benvenuto Morandi, sindaco di Valbondione, i consiglieri di minoranza, del gruppo Valbondione Unita, martedì sera si sono riuniti e chiedono al primo cittadino di fare chiarezza sulla gestione delle società a partecipazione comunale: Stl (Sviluppo Turistico Lizzola) e Berghem Ski ormai prossime all'asta.

Più informazioni su

Società che sembrano una serie di scatole cinesi, rapporti di parentela che si sovrappongono a quelli amministrativi in posti chiave. La vicenda della sospensione del direttore di Intesa Sanpaolo Private Banking di Fiorano al Serio, Benvenuto Morandi, sindaco di Valbondione crea dubbi nella minoranza nel Comune della Valle Seriana.

valbondione, un paese con sette frazioni, poco più di 1.100 anime, impianti sciistici che costituiscono il cuore dell’economia locale. 

Per questo l’opposizione va all’attacco e chiede chiarezza. Martedì sera il gruppo Valbondione Unita che conta tre consiglieri – Dario Chiodelli, Fabio Semperboni e Ambra Pedrazzoli – si è riunito e ha deciso di non aspettare gli eventi: “Dopo le notizie legate alla sospensione dalla banca del nostro sindaco abbiamo deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica perché si indaghi sulla gestione delle società che l’amministrazione comunale di Valbondione possiede la Stl, Sviluppo Turistico Lizzola Spa, la Berghem Ski Srl” afferma Dario Chiodelli.

La Stl, Sviluppo Turistico Lizzola Spa, è detenuta per il 41,08% dal Comune di Valbondione, il restante 58,02% appartiene alla Mountain Security Srl che fa capo al 100% a Sabrina Semperboni, già nel Cda della Stl per conto dell’amministrazione Comunale. La Stl è stata ricapitalizzata pochi mesi fa dal Comune di Valbondione che ha messo di suo terreni (quelli degli impianti di sci) e proprietà (i rifugi) per circa un milione e 800 mila euro. Se non fosse che ora il Comune dovrà cedere quelle quote. Per Legge, infatti, i Comuni con una popolazione inferiore a 30mila abitanti non possono detenere partecipazioni in società che per oltre tre anni hanno chiuso i bilanci in negativo. La Stl è tra queste ed entro la fine dell’anno il 41,08% che appartiene al Comune andrà all’asta: il prezzo base dovrebbe essere di un milione e 238mila euro.

Per Berghem Sli Srl, di cui il Comune ha il 14,09% e che si occupa di seguire l’iter del comprensorio sciistico che unirà Lizzola e Colere, l’amministrazione dovrebbe mettere all’asta le proprie quote: "Prezzo a base d’asta? Zero euro. Se il Comune ha ricapitalizzato per un milione e 800mila euro, come può vendere la propria parte per un valore inferiore?” chiedono i consiglieri di minoranza.

E non finisce qui: “Chiederemo al Co.Re.Co, il comitato regionale di controllo, di verificare se ci sono posizioni di incompatibilità di cariche di alcuni consiglieri comunali che rivestono anche ruoli nelle società partecipate”. Insomma la minoranza chiede chiarezza al sindaco sulla gestione delle società partecipate e poi? “E poi valuteremo. Se ci saranno le condizioni potremmo chiedere al primo cittadino di fare un passo indietro. Prima però chiarisca la rete di rapporti e il ruolo di queste società che sono costate ai cittadini un patrimonio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ops

    ….partita la prima denuncia depositata dai carabinieri di fiorano…….certo certo certo…..chi ha sbagliato pagherà!!!!!!! ……altro che notizie tendenziose. E poi perchè chi è accsato non si difende???????????? ………scendere dall’alberello……..se ne vedranno delle belle…..banca, comprensorio sciistico……..ecc ecc ecc

  2. Scritto da ops

    …..andate a dirlo ai clienti che i soldi non sono spariti!!!!! ………..non so se ci si rende conto…..è sospeso da 1 mese!!!!!!!!!!!!!!

  3. Scritto da Dario

    Cari lettori, Vorrei rendere noto che la banca non ha rilasciato dichiarazioni, ciò significa che Benvenuto ha solamente fatto il suo lavoro… E certamente non gli ha reso nulla. Se i soldi fossero stati veramente “rubati” sarebbe già in tribunale!!! Maa solo un osservazione e un utile presa di coscienza.L’articolo 656 del codice penale descrive la diffusione di notizie false e tendenziose e con ciò prima di puntare il dito contro persone innocenti pensateci.Qualcuno pagherà

    1. Scritto da PERATIO

      @dario : io mi auguro che sia come dici tu , anche perché non capirei come mai non se nenia scappato se veramente ha messo via soldi per lui…. pero….. sai pecunia non olet ..dicitur… ma l’importante sarà che chi ha messo i soldi nella private li riabbia a fronte del rischio di investimento legittimo …poi i blog sono fatti per parlare , esiste una redazione che modera… e visto che ha fatto sicuramente il suo lavoro la banca lo dovra riprendere come la fiat ha dovuto riprendere …

    2. Scritto da Curioso

      Ahahahahahahahahahahahahah! La banca non rilascia dichiarazioni perché, nel nostro paese si ipergarantiscono anche i terroristi… Quindi, sta zitta e non rischia nulla. Però non lo vuole più al lavoro… I soldi non li ha rubati, però sono comunque spariti: un trascurabile vizio di forma. Sarà stato Babbo Natale, ovviamente!

    3. Scritto da Tunì

      La banca non dice, la resa non c’é, il tribbunale, il codice penale, la presa…di coscienza. GRANDE DARIO e, come dicono a Roma: “facce rideeeee”!!!

  4. Scritto da piano piano

    ma non vedete che è un affair tutto pdl?sindaco del pdl ,che fa eleggere presidente comunità montana del pdl ,il quale lo nomina nel parco delle orobie e nel membro del comprensorio sciistico ,il parco pare sia accusato di non verificare le opere di boniifica obbligatorie, il suo avvocato è il coordinatore del pdl che lo ha nominato capogruppo in comunità montana……..

  5. Scritto da atalantino

    caro bergamasc fino a prova contraria di preciso non si sa nulla per cui ….. non è detto che quello che scrivono i giornali sia tutta verità aspettiamo prima di giudicare capitttttooooo

    1. Scritto da Pèrsech

      Certo, certo, intanto la sua banca l’ha sospeso… E prima di toccare i suoi impiegati interni, una banca, ci pensa più di due volte… La banca avrà letto troppi giornali…

  6. Scritto da Simone Stecchetti

    è dodici anni che non esiste più il Co.Re.Co.!!!

  7. Scritto da il cicalotto

    4. Il vero problema di stl è il suo presidente, che ha scatenato la guerra e questi sono i risultati.

    Ora se ne sta zitto zitto, non si sa ancora per quanto, a percepire il suo lauto compenso

    1. Scritto da walter semperboni

      Cara entità,io non ho scatenato nessuna guerra ho solamente segnalato a Striscia un disonesto e ne sono orgoglioso tutt’ora;detto questo se dovesse risultare disonesto pure il mio Sindaco a cui per ora do piena fiducia e sostegno ne riparleremo,per altro non mi sembra di essere stato zitto o nascosto forse ti è sfuggita la mia lettera…e per il compenso lauto che tu dici io prenda è da pochi mesi che prendo 500 euro e credo di essere l’unico Presidente di un Cda che campa d’altro

  8. Scritto da il cicalotto

    1. Il coreco non esiste più: che Chiodelli si aggiorni.
    2. Che gran tempismo indagare sulle società proprio ora che si accendono i riflettori sulla vita professionale (privata) del sindaco. Dove siete stati, chiodelli & c., per anni e anni?
    3. Il prezzo di cessione di stl (a base d’asta) non è quello indicato. La stessa minoranza consigliare ha votato, a favore, una delibera che la vede parte di un gruppo di lavoro finalizzato a definire il prezzo di cessione. Ve lo siete dinenticato?

    1. Scritto da andrea

      Del resto Chiodelli ha fatto l’assessore negli anni ’80.. a quell’epoca il coreco esisteva

  9. Scritto da silvio

    Ma i geni della minoranza non sanno che il co.re.co non esiste più da anni? Aiuto e queste sono le minoranze….

    1. Scritto da Kalimero

      Lei è un inguaribile ottimista: crede che il co.re.co. non sia stato sostituito da qualche altro ente ben più vorace? Crede che abbiano lasciato qualche danarino pubblico orfano? Ahahah, beata innocenza. Non sa con chi ha a che fare, parlando di politici… Ahahah!!!

      1. Scritto da andrea

        No. Il Co.Re.Co. non è stato sostituito da nulla.
        Immagino che lei non sappia nemmeno cosa fosse.
        Io che lo so posso permettermi di dire, che in certi casi, ne rimpiango l’assenza. Anche dell’O.Re.Co.

        1. Scritto da Kalimero

          Sarà stato “spalmato” su vari altri enti. Non ci crediamo più, alla macchina pubblica! Tutti i giorni i telegiornali ci informano di truffe, furti, ammanchi fatti da dipendenti o dirigenti pubblici o politici sui bilanci dei comuni, delle province, regioni o Stato… Non importa che io sappia cosa fosse il co.re.co, dal momento che non esiste più: la certezza è che non avranno messo i suoi funzionari sulla strada. Oggi c’è la Corte dei Conti, e vediamo com’è utile! :-(

          1. Scritto da andrea

            “Sarà stato spalmato”…. “non ci crediamo più”… il pressapochismo e l’assenza di VOGLIA di sapere e di informarsi che tu mostri sono disarmanti. Spero tu sia un ragazzo adolescente, perchè altrimenti sapere che possiedi il diritto di voto mi inquietà parecchio. I “funzionari del co.re.co.” che tu tanto temi non esistono nè sono mai esistiti; il co.re.co. NON ERA un ente pubblico, NON AVEVA dipendenti, era un comitato di quattro (QUATTRO!!!) persone nominato dalla regione.

          2. Scritto da andrea

            E aggiungo che, in quegli anni, il Co.Re.Co. ha fatto risparmiare MILIARDI di lire di soldi pubblici, bocciando atti amministrativi dubbi o illegittimi emanati da amministratori locali incapaci o peggio.

          3. Scritto da Kalimero

            Sì, sì, cavilla, cavilla, dai del pirla a un cittadino comune… fino a prova contraria, è in altre tasche che finisce il denaro pubblico e si dilania lo Stato. Sì, sono pressappochista, frustami!!! Alà cor…

          4. Scritto da Beppe

            Era meglio non replicare di nuovo…….ti stanno sanguinando le unghie …….

          5. Scritto da Kalimero

            Sta sanguinando il Paese dei privati, grazie alla macchina pubblica piena di controllori e controllati che non si divorano tra di loro…

          6. Scritto da Beppe

            Oramai le unghie non ci sono più—-stai saltando di palo in frasca……

  10. Scritto da roberta

    Ripeto il mio commento, sperando che non venga censurato (inspiegabilmente, poi) anche stavolta dalla redazione:
    il Co.Re.Co è stato abolito nel 2001

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Cara Roberta ci spieghi perché pensa e scrive che l’abbiamo censurata e non le viene in mente che magari il suo commento non è arrivato, forse per un errore suo?

      1. Scritto da roberta

        Non lo potrò mai sapere…io.

        1. Scritto da Piero

          Roberta come può pensare che una Redazione imbosci una notizia spedita. Lo sa che le redazioni più notizie hanno più hanno lettori? Quindi mediti e non pensi male ma rinvii quando non trova quanto spedito……

  11. Scritto da Asia

    Qualcuno l’aveva detto, di non temere i mendicanti, ma quelli in giacca e cravatta…

  12. Scritto da Kalimero

    E che commenti potremmo fare? Mica siamo noi i magistrati… Parrebbe una situazione da profondo sud…

    1. Scritto da stefano

      Noi siamo il sud d’Europa. E l’ospedale di Bergamo ne è la prova evidente. Comunque a far rotolare il mondo c’ è sempre un sud di qualcosa d’altro.

      1. Scritto da Kalimero

        Giusto! Intanto tocca a noi e ce lo teniamo… Non eravamo il sud Italia, ma a forza di andare a cercare aziende del sud (ospedale di Bergamo, strade e rotonde cervellotiche fatte dall’impresa Rozzi poi fallita) abbiamo imparato mica male a fare pena…

        1. Scritto da bergamasc

          siamo noi…siamo noi…i terroni dell’Europa siamo noi….ma vaglielo a dire a quelli della lega…
          A proposito, di che schieramento era questo sindaco così onesto?

          1. Scritto da Kalimero

            Sono tutti uguali e non mi interessa di che schieramento sia. I soldi dei cittadini e le ruberie che vi perpetrano non sono né di dx né di sx… I cittadini vorrebbero soltanto fossero usati bene!

  13. Scritto da Ivana

    Che botta!