BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Viaggio nella storia del mondo del tessile a Desenzano di Albino

L’esibizione verrà messo in scena giovedì 25 luglio alle 21 nel Convento della Ripa e darà l’opportunità di conoscere meglio la Valle nel Novecento

“La valle che fila”. Si intitola così lo spettacolo dedicato al mondo del tessile che nel Novecento ha rappresentato una risorsa vitale per la Valle, che verrà messo in scena giovedì 25 luglio alle 21 nel Convento della Ripa di Desenzano di Albino.

Al centro dell’opera ci sono dialoghi, canti e storie che si intrecciano a ricostruire una trama di rapporti non solo economici ma anzitutto culturali e sociali. Non è la prima volta che il Convento della Ripa nella sua storia plurisecolare, incrocia la storia del tessile: il vecchio refettorio e il grande chiostro, alla fine dell’Ottocento, erano stati trasformati in una filanda che assicurava la sopravvivenza a tante famiglie.

Lo spettacolo, nato dal lavoro di ricerca sul territorio, intende riportare alla luce la memoria di una delle tante storie di cui il convento ha conservato le tracce. Si tratta di un’azione teatrale che la cooperativa sociale La Fenice, in collaborazione con l’Università di Bergamo e il Centro Studi sul territorio “Lelio Pagani”, realizza con il sostegno di Fondazione Cariplo. all’interno del progetto Valseriana un sistema che fa differenza.

“La Valle che fila”, con la regia di Piera Rossi, nasce da un’idea della stessa regista e di Ferruccio Filipazzi che ne è anche l’attore protagonista, insieme a Elsa Bossi. L’ingresso prevedrà un costo di 5 euro. Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare il comune di Albino al numero 035.759950.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.