BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Solto Collina confronto tra Cacciari e Frugoni su filosofia, arte e musica

Domenica 4 agosto alle 21 a Pieve di santa Maria Assunta in Solto Collina il convegno con il filosofo e la storica medievista.

Filosofia, arte e musica sono i fili che andranno ad intrecciarsi per creare la fitta tela candida su cui dipingere l’astratto mondo della mistica femminile nella storia della Chiesa. Queste sono alcune delle tematiche principali su cui si confronteranno due tra i più grandi studiosi viventi del panorama accademico, e non solo, italiano: il filosofo Massimo Cacciari e la storica medievista Chiara Frugoni. L’iniziativa si terrà domenica 4 agosto alle 21 a Pieve di santa Maria Assunta in Solto Collina.

Per la seconda volta insieme a Solto Collina, nell’antica Pieve sulle pendici del lago d’Iseo, i 2 professori accompagneranno il pubblico in un viaggio nella storia della spiritualità indagando sui più importanti personaggi della storia definendone caratteri e pensieri. Presenteranno un percorso che, per quanto unilaterale, permetterà di cogliere sfumature e linguaggi ben distinti seguendo le competenze e le tematiche proprie per cui la critica accademica li ha già resi celebri nel loro settore. Chiara Frugoni seguirà un’indagine prettamente iconografica, attraverso la lettura dell’opera d’arte, forse la stessa dipinta su descrizione delle numerose estasi esperite dalle mistiche. La professoressa Frugoni cercherà di definire i cambiamenti iconografici avvenuti nel rappresentare alcuni temi religiosi, cambiamenti in alcuni casi riconducibili alle stesse parole delle mistiche. Diverso sarà, invece, il percorso di Cacciari, che verterà sulla tematica filosofica inserita nel contesto storico dei personaggi che verranno trattati, giungendo sino al pensiero più contemporaneo.

Nell’impegnativo excursus si toccheranno diversi aspetti della figura di Santa Hidegarda da Bingen, che proprio nel 2012 è stata dichiarata dottore della Chiesa da papa Benedetto XVI. Hildegard von Bingen, attenta indagatrice e studiosa della realtà fisica, creò continui parallelismi tra spirito e materia. Studiò le proprietà delle piante e delle pietre sostenendo che le virtù terapeutiche della natura non agissero solo sul corpo ma anche sulla mente. In un trattato, il “De lapidibus”, Hildegarda osservò che i cristalli (contenendo grande calore e umidità, essendo formati da acqua fossile che si concretizza con la sabbia di silice, secondo determinate condizioni di pressione atmosferica, temperatura ed energia) scaldati o inumiditi, liberano energie curative, innescando i misteriosi processi che si svolgono nella complessa struttura cristallina delle pietre preziose. Nel corso della serata verranno eseguite le musiche di santa Hildegarda attraverso una fusione di antico e moderno.

Proprio attraverso il canto delle sue laudi accompagnate dalla percussione di grandi campane di cristallo di rocca purissimo il pubblicò potrà avvicinarsi ad una parte della vastissima produzione musicale di Hildegard von Bingen, la quale compose la maggior parte delle sue opere musicali tra il 1151 e il 1158 e le raccolse, ad uso liturgico del suo convento, nel libro "Symphonia harmoniae caelestium revelationum" (Sinfonia dell’armonia delle rivelazioni celesti). Con questo titolo Hildegard volle rendere nota l’origine divina della sua ispirazione e il concetto della musica come massima forma di inno di lode alla Creazione, in quanto “eco dell’armonia delle sfere celesti”, in costante rapporto con l’armonia intima dell’essere umano. L’anima umana, secondo Hildegard, è sinfonica (symphonialis) e questa caratteristica si esprime sia nell’accordo tra anima e corpo, che nel fare musica.

La musica, espressa attraverso il canto e gli strumenti è celeste e terrestre insieme. Il linguaggio poetico e musicale di Hildegard è ricco di liriche invenzioni e i suoi canti sono caratterizzati da immagini e associazioni originali, che la rendono compositrice assolutamente unica e riconoscibile nel suo genere e nella sua epoca. L’ingresso per poter seguire il convegno è gratuito previa prenotazione chiamando il numero 348-9328101.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lotty

    cacciari, un ateo immaginario.

  2. Scritto da nino cortesi

    Solfeggio di democrazia cristiana.