Primo ufficio turistico della rete Promoserio Si inaugura domenica a Gromo - BergamoNews
La novità

Primo ufficio turistico della rete Promoserio Si inaugura domenica a Gromo

L’Amministrazione Comunale di Gromo in collaborazione con Promoserio e Cooperativa Culturale Artelier, inaugura domenica 21 luglio alle 11.15 il nuovo ufficio turistico, il primo della rete Promoserio Val Seriana Val di Scalve e la nuova direzione e progettualità del Museo delle Armi e delle Pergamene.

L’Amministrazione Comunale di Gromo in collaborazione con Promoserio e Cooperativa Culturale Artelier, inaugura domenica 21 luglio alle 11.15 il nuovo ufficio turistico, il primo della rete Promoserio Val Seriana Val di Scalve e la nuova direzione e progettualità del Museo delle Armi e delle Pergamene.

Il Comune di Gromo, uno dei Borghi più Belli d’Italia e Bandiera Arancione, ha deciso di investire ulteriormente nella promozione culturale e turistica scommettendo sul valore vincente della sinergia tra enti pubblici, cooperazione privata e agenzie di promozione del territorio. Un progetto pilota che, si propone di valorizzare gli immensi tesori storico artistici di uno dei Borghi medioevali meglio conservati d’Europa, nell’ambito di uno sviluppo che coinvolga l’intero territorio dell’Alto Serio.

La giornata inizierà con il ritrovo in Piazza Dante alle 11.15: poi, dopo il saluto delle autorità verrà illustrato il Progetto Turistico. Ultima tappa in Museo dove si parla de “I segreti degli Spadai, dalla fucina alla forgia”. Seguirà rinfresco con i Sapori Seriani e accompagnato da musica dal vivo.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it