BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Poesia e arte visiva dialogano nella mostra all’ex Ateneo in città alta

Inaugura giovedì alle 18 all’ex Ateneo in Bergamo Alta la mostra “Libro d’artista”, un evento espositivo giocato tra pittura e arti visive, che vede sei artisti bergamaschi e lombardi a dialogo con la poesia di Mario Rondi.

Inaugura giovedì alle 18 all’ex Ateneo in Bergamo Alta la mostra “Libro d’artista”, un evento espositivo giocato tra pittura e arti visive, che vede sei artisti bergamaschi e lombardi a dialogo con la poesia di Mario Rondi.

Da un’idea dello scrittore e poeta bergamasco nasce un evento che pone la parola e le sue suggestioni al centro dell’ispirazione e della creatività artistica. All’invito di Rondi hanno risposto Maurizia Carantani, Fausta Dossi, Paolo Facchinetti, Tiziano Finazzi, Walter Gadda, Emilio Morandi, artisti visivi dai linguaggi e dalle tendenze eterogenee ma uniti nel comune progetto di far interagire emozioni e creatività nel segno della parola poetica.

Gli artisti si sono rifatti a componimenti, versi, singole parole, edite e inedite di Mario Rondi, e hanno composto, ognuno nel proprio linguaggio espressivo, libri d’artista, quadri, disegni, creazioni polimateriche, lavori di grafica. Maurizia Carantani propone raffinati lavori su carta il cui ritmo grafico asseconda l’andamento musicale dei componimenti di Rondi, Tiziano Finazzi espone opere di spiccata esuberanza cromatica e di efficace equilibrio compositivo, tra cui alcuni libri d’artista ed Emilio Morandi presenta lavori a collage e tecniche miste su carta con veri e propri rebus verbo-visivi di ascendenza pop.

I libri d’artista di Fausta Dossi instaurano una rara complicità con le suggestioni poetiche di Mario Rondi seguendo percorsi di straordinaria leggerezza e intensità lirica, sulle tracce di geografie reali e immaginarie, mentre Paolo Facchinetti si ispira ai versi dell’autore per dare forza ai propri cromatismi materici e Walter Gadda ricrea in paesaggi artificiali la scrittura divertente e paradossale del poeta bergamasco.

Chiude ciclicamente il percorso l’autore Mario Rondi con esperimenti di poesia visiva che giocano con le trasparenze del plexiglass cercando nella tridimensione il dialogo con gli amici artisti.

La mostra è aperta fino al 12 agosto nei seguenti orari: 15.00 – 18.30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da wow

    bella mostra, almeno qualcosa di interessante in questa bergamo estiva