BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“BgNews, 5 anni insieme” Festa grande l’1 settembre in centro a Bergamo

Pronti per la bomba? Il 1 settembre Bergamonews festeggia il quinto compleanno con voi. Sarà una grande festa in centro a Bergamo, sul Sentierone e in piazza Vittorio Veneto, tra convegni, concerti e tanti appuntamenti imperdibili.

Pronti per la bomba? Il 1° settembre Bergamonews festeggia il quinto compleanno con voi. Sarà una grande festa in centro a Bergamo, sul Sentierone e in piazza Vittorio Veneto, tra convegni, concerti e tanti appuntamenti imperdibili. Abbiamo deciso di fare le cose in grande per celebrare con i nostri lettori i cinque anni insieme sul web: tanto è passato da quando, nel 2008, i server sono stati impostati in modalità “On”. Ospite speciale della serata sarà Elliott Murphy, cantautore statunitense tra i più apprezzati del panorama del rock, che si esibirà in piazza. Il suo ultimo album, It takes a worried Man, raccoglie una manciata di nuove composizioni (undici, per la precisione) suonate con il supporto dei Normandy All Stars (Olivier Durand alla chitarra, Laurent Pardo al basso e Alan Fatras alla batteria) e l’aggiunta di alcuni ospiti, tra i quali spiccano i nomi del figlio Gaspard alla chitarra elettrica e backing vocals e di Kenny Margolis al pianoforte e tastiere varie.

Nel pomeriggio spazio a convegni sul mondo dell’informazione, non solo online. Nei prossimi giorni vi sveleremo i tanti ospiti che parteciperanno agli incontri. Per l’occasione la redazione di Bergamonews si trasferirà direttamente in piazza con scrivanie e computer, per essere dentro la città e accanto ai cittadini, nel vero senso della parola. Potrete vedere come lavoriamo, darci consigli e tirarci le orecchie quando sbagliamo. Lo fate già attraverso commenti, mail e social network, ma il primo settembre avrete la soddisfazione di farlo dal vivo partecipando direttamente alla realizzazione del giornale.

Ogni giorno e ogni ora comunichiamo con voi attraverso i social network: Facebook (abbiamo da poco raggiungo i 14mila fan), Twitter e Instagram. Proprio sui social lanceremo una simpatica iniziativa: si chiama “Gimme five”. Invitiamo tutti voi lettori a inviarci una foto di quando avevate cinque anni o giù di lì (anche tre, quattro, sei e sette, come sapete non ci formalizziamo). Gli scatti “vintage” saranno pubblicati in una galleria fotografica ad hoc per festeggiare i nostri e i vostri cinque anni.

Ah, il logo della nostra festa è della nostra amica artista Clara Grassi che ha creato i "pennuti skizzati": vi piace?

 

Ricordiamo che il viale Papa Giovanni dalle 20 alle 24 rimarrà chiuso al traffico dall’incrocio di Porta Nuova all’incrocio con via Petrarca. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Io metto nome e cognome non per esibizionismo ma perché sono eccezionale. E tieni presente che sono la persona più modesta in circolazione. Ma ….ritorniamo al 1 Settembre ed alla festa BGNEWS!

  2. Scritto da Yu-Li-Han

    BgNews = BgNovità. Quindi il sito dovrebbe avere le caratteristiche, non dico di un’agenzia stampa, ma almeno di un quotidiano. A me pare che tiriate molto a campare con le notizie. Stanno sulla home page per giorni e giorni, addirittura alcune superano le settimane! La più sono di bacheca associativa. Forse un contatore di permanenza delle news sulla home vi aiuterebbe. Poi, che l’essere giovani sia garanzia di qualità senza il rischio giornalistico, è dubbio.

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Caro Yu, in realtà molti lettori ci dicono che è esattamente il contrario, cioè che cambiamo le notizie in home page con troppa fretta. In effetti le 5 di apertura vengono cambiate almeno due volte al giorno e le 34 centrali una volta al giorno.

  3. Scritto da Gabriele

    Già ho molta stima di voi, ma se avete pensato ad Elliott Murphy…devo dire che siete veramente eccelsi! Complimenti e grazie

  4. Scritto da nino cortesi

    Vi descrivo il 95% degli commentatori. Ultrasessantenne, pensionato, profondo conoscitore delle vicende della vita, tendenzioso, grigio di capelli, non ci vede molto da vicino ed anche da lontano. Ma si sentono giovanotti formidabili.
    Vediamo di portare ognuno qualcosina… tipo torta, vino doc ( non quello dimenticato da anni in cantina). Cioè l’esatto contrario della favolosa compagine di Bgnews.

    1. Scritto da nino cortesi

      La fretta sballa un poco i discorsi nel web. Volevo dire che la favolosa compagine di Bergamonews ha doti esattamente contrarie ai difetti dei commentatori tipo, quindi lucidi e non tendenziosi.

  5. Scritto da beo

    certamente bgnews mancava in bergamasca ma di inchieste giornalistiche tipo report non ne ha fatte..ad esempio sull’ospedale ancora oggi di magagne c’è nè ..si qualche foto di infiltrazione le ha mostrate ma ancora oggi è un cantiere aperto e i due direttori hanno preso un premio per l’apertura ed è vergognoso…io l’avrei dato ai volontari il premio, che hanno lavorato gratis..comunque auguri il logo mi piace simpatico

  6. Scritto da Kurt Erdam

    Beh sarà difficile mancare ormai fa parte del nostro vivere quotidiano.Vedrò di venire ma senza far pubblicare il programmino del mio intervento sull'”ECO” altrimenti stavolta non mi crede nessuno(vabbè non sono proprio l’originale ho solo ripreso il nick da un mito,poi io sono uno specialista di uno strumento a corda,le campane).Sarà una maniera di far capire alla Redazione quanto il suo lavoro è apprezzato.

  7. Scritto da nino cortesi

    Propedeuticamente, prima del primo di Settembre, obblighiamo tutti a tradurre preventivamente il nick name in nome e cognome.
    Una volta si diceva “non siamo numeri!” oggi bisognerebbe dire che l’Italia non è fondata sui nick names.

    1. Scritto da Pierluigi Zorro

      Magari, che ne so, nascosto dietro il nick name c’è qualche tuo vecchio compagno delle medie , come farebbe a dirtene di tutti i colori ?

    2. Scritto da enrico

      Tanti nick, tanto onore. Personalmente, invece, ritengo l’ottima bacheca di bergamonews una sorta di bar sport, dove ognuno dice la sua. Non c’è quindi bisogno di formalizzarsi troppo, i nick vanno benissimo. (P.S. Moralez è un bidone).

      1. Scritto da nino cortesi

        Non ti permettere. Moralez, se posizionato 10 metri dietro Denis e se giochiamo con 2 punte ( sarà meglio dirlo , con Denis + Livaja o Marilungo o De Luca) è il più forte regista/ rifinitore ed anche goleador del campionato italiano di serie A.

        1. Scritto da enrico

          Mi permetto eccome. 5 milioni e mezzo buttati via.

    3. Scritto da Nick

      Io sono italo-americano e mi chiamo Nick Names.

      1. Scritto da nino cortesi

        Il nick names dimostra chiaramente che gli italiani pensano di essere svegli, lungimiranti e furbi ma in realtà sono dei .. …..che non hanno neppure il coraggio delle proprie opinioni. La stessa privacy, come inculcata attualmente, che pena! E’ brutta un’Italia così, non mi piace. Per fortuna quelli che mi stanno vicino sono tutti splendidi.

        1. Scritto da dark

          il fatto banale è che se non sei pensionato, e dunque “te lo puoi permettere”, in situazioni altre avere “il coraggio di firmare le tue opinioni” (che non è quello di averle, per inciso) quasi sempre COSTA e VIEN FATTO PAGARE…brutto a dirsi, ma è così. Oppure te ne puoi fregare perché te lo puoi permettere….ma non sono molti.

          1. Scritto da nino cortesi

            Ed anche sul posto di lavoro ci vuole coraggio, certe volte un coraggio che può anche darti conseguenze terribili, ma magari in un caso o due nella vita, ci vuole.

          2. Scritto da nino cortesi

            Bravo Dark, giusto. Però si tratta di dire cose piuttosto normali.

          3. Scritto da MisterX

            Mi ha tolto le parole di bocca: avere bambini piccoli e attaccare frontalmente la casta dei politici e di una certa P.A. per le polpette che hanno fatto del Paese, preferisco non firmarmi per esteso. I politici ci sono anche a livello comunale, non mi piace che identifichino i miei figli, per le mie idee che esterno sul web. Direi che, come dice lei, contano le opinioni, indipendentemente da chi le firma…

          4. Scritto da Narno Pinotti

            Mi cita tre casi, negli ultimi vent’anni, di persone che per un post su un sito di news o un blog sono state accusate o incarcerate, o hanno subito ritorsioni sulla propria famiglia, o hanno perso il lavoro? Stupendo poi associare il sindaco di Telgate o l’assessore ai lavori pubblici di Pontirolo a un agente della Stasi. Cosa non si inventa per giustificare la propria codardia…

          5. Scritto da il polemico

            ma te leggere proprio non ci riesci,vero?ti sei almeno iscritto alla classe di italiano per stranieri?’cosi impari almeno l’abc….dici che non si condannano le persone per un blog?

            https://www.bergamonews.it/cronaca/istigazione-odio-razziale-blogger-“lombardista”-ai-lavori-socialmente-utili-173602

            fatti aiutare da qualcuno a leggere cosa c’è scritto in questo articolo apparso proprio su bgnews..questo è solo uno di bergamo,chissa nelle altre città come andiamo

          6. Scritto da Narno Pinotti

            Qui ci sono a) denuncia di parte b) titolare di blog, registrato per legge con nome e cognome, non un commentatore anonimo c) due reati. Ovvio che se uno scrive su BgNews una cosa che è reato può essere querelato e giudicato: ma in tal caso l’anonimato è inutile, perché la polizia postale identifica l’autore del commento. Qui si sosteneva che l’anonimato tutela da ritorsioni di politici o datori di lavoro o insegnanti dei figli. La riprova che Lei forse sa leggere, ma non capisce mai.

          7. Scritto da il polemico

            se io faccio un commento anonimo indirizzato a qualcuno utilizzando una qualsiasi rete wifi con un banale tablet,ha voglia la polizia postale di venirmi a cercare,se invece mi firmassi con nome e cognome reali,la cosa sarebbe diversa.se su un blog commenta un professore,e un suo alunno lo contraddice sempre,se il professore sapesse chi sarebbe l’alunno,dici che a scuola lo valuterebbe con obiettività? mahh

          8. Scritto da Narno Pinotti

            A quanto pare non sa che cos’è un IP: l’ennesima prova che discutere con Lei è una perdita di tempo, anzi di ranno e sapone.

          9. Scritto da il polemico

            carissimo illustrissimo che si crede al passo coi tempi,ma che non lo è.e che sopprattutto non legge(che novità è?) mai quello a cui va ribattendo..ti ripeto piu semplicemente:se io mi aggancio alla tua linea wifi con il mio tablet cinese economico,che non ha nemmeno il codice imei,mi spieghi pure a me come mi trovano?e pensa te che per utilizzare internet non è nemmeno necessario registrarsi da qualche parte…..con te è proprio una perdita di tempo discutere

          10. Scritto da claudio simil-vero

            Ma se della “biondazza da urlo” al polemico gliel’ha dato tu con un nick! Cosa fai, predichi bene e poi razzoli male?

          11. Scritto da Narno Pinotti

            Una delle tante forme di falsità che l’anonimato rende possibili. Grazie, un argomento in più per me.

          12. Scritto da il polemico

            con tutte le castronerie che ci proppini,credimi,è meglio non sapere chi ti giudica,cosi eviti di sapere se fai le figuracce con un ragazzino che ti bacchetta,o un adulto.e ricorda,non è la firma che rende migliore un uomo,ma quello che racconta.e tu si che ne racconti…..di boiate

          13. Scritto da xxx

            Se parli di codardia per chi sceglie un nick, allora è lecito parlare di esibizionismo per chi mette nome e cognome.

          14. Scritto da Narno Pinotti

            Uno dei tanti esempi di non-logica che l’anonimato rende più facili. «Se un uomo non mette la faccia per le proprie idee, o valgono poco le idee, o vale poco l’uomo».

          15. Scritto da Marmo Binotti

            Ieri sera in treno ho dato della codarda ad una signora perche’ ha detto ‘che caldo’ senza aver prima detto il suo nome e cognome. Poi invece ho stretto forte la mano ad un signore che si e’ alzato e ha detto ‘mi chiamo Giovanni Locatelli e penso che oggi sia una bella giornata’. Ecco, io penso che se tutti fossero come lui, sarebbe un mondo migliore.

          16. Scritto da dark

            Mi sembra un po’ sopra le righe caro Pinotti. Come si fa a parlare di 20 anni quando i giornali web ne hanno si e no 5 (compreso questo) mi scusi? E poi, abbia pazienza, ognuno ha un lavoro, non fa ricerche di questo tipo. Parlare di “codardia” mi sembra a dir poco semplicistico e offensivo. Senza una “autotutela”, di chi scrive e chi gestisce in redazione, i commenti sarebbero ben poco: basta guardare altri webnews, suvvia.

          17. Scritto da Narno Pinotti

            I primi blog sono del 1995. “Punto informatico” è del 1996. L’autotutela è solo nascondersi per scarso coraggio delle proprie idee: se penso che un mio commento sia infondato o indifendibile, non lo scrivo, proprio perché lo associo al mio nome e cognome. Gli altri siti di news sono proprio il miglior argomento contro l’anonimato: basta vedere quanta immondizia illogica, insultante o carica d’odio ci riversano i tanti coraggiosi anonimi. Si faccia un giro sul blog di Grillo.

          18. Scritto da dark

            Beh, in ogni modo non sono 20 anni. Qui a Bg sono 5-6. Le mie idee, se è il caso, le sostengo pubblicamente e non in un blog. Più che sapere chi le scrive qui valuto COSA contengono. … Poi. ovviam, è libero di pensarla come vuole. Come dice Vale qui sotto… evidentemente gli attributi li ha solo lei. E anche l’oscar della modestia…

          19. Scritto da ruz

            quindi non 20 anni. Giusto? Ma l’uso diffuso del webnews non supera i 10. Le mie idee pubbliche le esprimo, senza problemi. Qui si dice quanto non si potrebbe dire. E soprattutto si legge, quanto non si potrebbe trovare altrove. Non certo in negativo. Se no xchè le redazioni si farebbero il “mazzo” a vagliare commenti? (x altro in molti web, tutelata, la tracciabilità è OBBLIGO). X il resto ha ragione Vale, solo Lei e pochi altri avete le “palle”… con tanti saluti alla modestia..

          20. Scritto da vale

            Prendiamo atto che Narno Pinotti, Nino Cortesi e Carlo Pezzotta sono gli unici bergamaschi con le palle a leggere bgnews. Io invece penso che questi tre si prendano tremendamente sul serio. Troppo sul serio. E che magari altri, per ragioni professionali, non possono mettere nome e cognome. E poi siam qui a cazzeggiare, non diamoci troppe arie.

          21. Scritto da Narno Pinotti

            Ha ragione: si tratta di cosette senza peso. Vale però anche per chi tira in ballo la Cia e le ritorsioni della Spectre. Non è mai successo niente, né mai succederà, a chi firma un commento su BgNews. (E in verità sono un diversi di più dei tre che lei cita.)

          22. Scritto da bardo

            Lei aveva scritto che il blog di Grillo non lo cliccava mai, per principio. Cosa fa, si contraddice?

          23. Scritto da Narno Pinotti

            Ha ragione, dovevo essere più preciso, ma mi mancava lo spazio: lo leggevo diversi anni fa, forse fino al 2007. Un bel giorno ho deciso che bastava, e da allora mai più cliccato. Uno dei motivi erano proprio i commenti carichi d’odio, di deliri o di tutte e due le cose. Se le cose sono cambiate nel frattempo, mi scuso.

          24. Scritto da Piero

            Accusate o incarcerate, no, ma penalizzate per il modo di pensare o di vedere le cose, mi pare all’ordine del giorno. Non le risulta che, per una simpatia o antipatia personale, si possano elargire o negare permessi per dei lavori, per un ampliamento, per un passaggio, per una tettoia? Certo che si può, eccome: si inventano un sacco di cavilli che uno, ad un certo punto, desiste. Quando invece, se sei amico, hai tutto semplice (sempre nell’ambito della legalità, ovvio).

          25. Scritto da lotty

            sono d’accordo con lei anche se io ho firmato per molto tempo con il mio vero nome(poi l’ho cambiato per non subire censure). Però le assicuro che per tanti che mi conoscono, non sono persona gradita per le mie idee e, senza vittimismo, penso di essere discriminata. Gli amici veri sono pochi ma mi bastano.

          26. Scritto da DopodichéBasta

            A suo parere, la scuola pubblica, è indipendente dal comune su cui è posta? Oppure tra insegnanti e assessori-sindaco-vigili, ci può essere “contatto”, visto che hanno lo stesso “padrone”? I bambini, secondo lei, non vanno a scuola? Se lei denuncia sul web uno spreco pubblico per corsi scolastici “inspiegabili” e inutili, avallati dal comune, crede che i suoi bambini vengano premiati a scuola?

          27. Scritto da Narno Pinotti

            La scuola pubblica e il comune non hanno affatto lo stesso padrone; persino di una scuola comunale il comune possiede solo i muri e non può interferire su nient’altro. La denuncia dei corsi inutili, soprattutto perché è anonima, non serve a niente: solo a tacitare con poco la coscienza di chi si crede un eroe e invece si nasconde. Seguendo il suo ragionamento non ci dovrebbero essere nemmeno i nomi degli alunni sul registro di classe: i modi della ritorsione sono infiniti, no? Paranoia.

          28. Scritto da Anonimous

            Nei nostri paesi ci sono intrecci, parentele, amicizie, simpatie, amanti… Non ci sono soltanto i perimetri ben netti e definiti tra gli edifici istituzionali: i dipendenti e le istituzioni interagiscono tra di loro, e si contattano ben bene, per osmosi o per prossimità, per favori e per simpatie… Perché le dovrei mentire? Si fidi, se glielo dico: meglio non dar modo di identificare i miei figli: la brutta politica, le intorciate, non sono soltanto a livello nazionale…

          29. Scritto da Ginger

            Non è così Pinotti , lei sta estremizzando, ci sono parecchie situazioni per le quali potrebbe essere dannoso , non è necessario il gulag. E poi diventa una cosa molto più libera e divertente , per altro l’anonimato dell’interlocutore , quando scappa qualcosa di vivace , consente di evitare gli spiriti fumantini sempre con la denuncia in tasca. Io ne dico 4 a te e tu a me , se l’interlocutore ha nome e cognome è più dura , comunque è una libera scelta.

  8. Scritto da W V.E.R,D,I.

    Auguri e lunga vita a BGnews. Anche perchè è l’unico organo di informazione bergamasco. E’ più forte di me,polemico anche questa volta :-)

  9. Scritto da Damiano

    Vorrei conoscere di persona Mario59, Maurizio (quello che definisce ottocentesca, la nostra p.a.), Nino Cortesi, Il Polemico, La verità fa male, Kurt Erdam, Lotty, e tanti altri compagni di discussione: sono sicuro che sono tutte persone in gamba, leali e con tanta voglia di un futuro sereno e giusto, in barba ai governanti della sponda di qua o di là… Grazie a BgNews!

    1. Scritto da pino

      a mio modesto parere che peraltro condivido meglio non conoscersi, lasciamo l` immagine che ci siamo fatti dei vari commentatori nella nostra crapa , la realta ‘ non corrisponde mai.

      1. Scritto da Chiedo

        Quindi il Polemico potrebbe essere una biondazza da urlo?

      2. Scritto da Damiano

        Sì, è vero… Però dopo anni di scambio di opinioni, a me (parere personale) piacerebbe anche farle di persona, a voce, certe discussioni e riflessioni.

  10. Scritto da Luca Lazzaretti

    Tanti auguria BergamoNews, sicuramente una voce importante della nostra provincia.!

  11. Scritto da Il Musone

    Non vengo. L’idea del Gimme Five mi sembra una boiata. Elliot Murphy non mi piace e nemmeno il logo della festa. Starò a casa a leggere l’Eco.

  12. Scritto da il polemico

    cavolo,io ci sarò,ma ovviamente in incognito……

  13. Scritto da La verità fa male

    Ne approfitto per salutare anche i commentatori Polemico, Carlo Pezzotta, Kurt Erdam, Nino Cortesi e tutti gli altri, compresi i piddini, per le discussioni e la compagnia che mi fate durante i nostri sempre vivaci scambi di opinioni e a volte di battute

    1. Scritto da ???

      E i miei tanti nick non li saluti …. ? Ne approfitto anch’io per salutarti , ogni tanto una tregua !

  14. Scritto da La verità fa male

    TANTI AUGURI BERGAMONEWS E GRAZIE PER L’OSPITALITA’ CHE AVETE SEMPRE DATO AI MIEI COMMENTI. SPERO DI ESSERE PRESENTE ALLA VOSTRA FESTA

  15. Scritto da Diversamenteabile

    grazie a tutti voi per il vostro lavoro e per la compagnia che mi fate

  16. Scritto da nino cortesi

    Siete importanti, con voi si sta bene . Apro agenda e scrivo “Achtung 1 Settembre/ BERGAMONEWSday!Annullare ogni altro impegno”.

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Nino, va che ti aspettiamo

      1. Scritto da nino cortesi

        Io ci sono sempre con gli amici.

  17. Scritto da gigi

    si, si, la foto a cinque anni ce l’ ho, sono uguale praticamente, nei ragionamenti si intende… a settembre !

  18. Scritto da rachele

    bellissimo.chissa se avremo il piacere di conoscere i varim polemico,la verita fa male,kurt erdam,poeret,nino cortesi,narno binotti,ecc ecc……sarebbe bellissimo e civile avere un confronto anche umano

    1. Scritto da atte

      Anch’io vorrei tanto conoscere narno binotti

  19. Scritto da luca

    Organizzate dei dibattiti su argomenti sociali e sportivi.

  20. Scritto da Mirko Isnenghi Candidato Sindaco per Bergamo

    Auguri! Restate solo voi obiettivi in questa città!

    1. Scritto da nino cortesi

      Vero. Ed è un complimento magnifico ma meritato. Faccio un esempio di cattiva informazione. Oggi sul bugiardino ( che leggo da abbonato tutti i giorni con il Fatto Quotidiano) in un articolo si descriveva solamente le caratteristiche negative del marito della signora spedita violentemente in Kazakistan. In poche parole, pur non detto, si lasciava trasparire che Alfano in fondo…..

      1. Scritto da lotty

        leggerlo sì, ma abbonarsi…ci vuole del coraggio!

  21. Scritto da rosella

    Bellissima idea! Sarà possibile conoscere anche gli autori delle rubriche?

  22. Scritto da Damiano

    Grazie per l’opportunità che ci date di esprimere civilmente le nostre opinioni! Buon compleanno!!!

  23. Scritto da Willer

    Pronti per la bomba ??? Occhio che aprono un fascicolo…visto il periodo :-)

  24. Scritto da Zorro

    Un gradito compagno grazie ad un’indipendenza al di sopra della media. Auguri

  25. Scritto da gutembergem

    Complimenti, come chi mi ha preceduto, so che i miei commenti spesso sono pesanti, ma altrimenti non creerebbero discussione. Ottimo il vostro ruolo nell’appiattimento comunicativo e culturale di Bergamo. Buon compleanno!!!
    Anzi ve li porto con Carro Armato Vero (scherzo).

  26. Scritto da Carlo Pezzotta

    Anche se ogni tanto i miei commenti non sono graditi e quindi non pubblicati, anche se abbiamo avuto in passato qualche screzio, tanti, ma tanti e poi tanti auguri e…lunga vita a BGNEWS!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!