Quantcast
Guerra dei testi scolastici: sconti fuorilegge, Libraccio denuncia i supermercati - BergamoNews
La denuncia

Guerra dei testi scolastici: sconti fuorilegge, Libraccio denuncia i supermercati

Le librerie Libraccio (di Bergamo, Monza, Milano, Torino) hanno dato mandato ai propri legali di rivolgersi alla magistratura per contrastare la campagna di alcune grandi catene di distribuzione che - sostengono - violerebbero la legge sui prezzi dei libri scolastici applicando uno sconto superiore al 15 per cento.

Libri scolastici nel carrello della spesa, tra gli scaffali del supermercato. Con un bello sconto. Sconto che fa arrabbiare le librerie, quelle che confidano proprio nei testi degli studenti per far quadrare i conti. Come il Libraccio che a Bergamo è presente in via San Bernardino, in città, e a Curno.

Già, le librerie Libraccio (quelle di Bergamo, Monza, Milano, Torinohanno dato mandato ai propri legali di rivolgersi alla magistratura per contrastare la campagna di alcune grandi catene di distribuzione che – sostengono – violerebbero la legge sui prezzi dei libri scolastici applicando uno sconto superiore al 15 per cento.

"Alcuni gruppi della grande distribuzione organizzata violano sistematicamente la normativa sui prezzi dei libri di testo scolastici proponendo la vendita al pubblico di libri scolastici con sconti eccessivi, vietati dalla legge indicata, e in palese violazione di ogni principio di correttezza commerciale, utilizzando la pratica sistematica, oltre che prolungata, di vendita ‘sottocosto’ costituente concorrenza sleale".

La legge Levi n.128 del 2011 era stata promulgata proprio per l’insistenza degli operatori del settore per salvaguardare le librerie, già colpite dalla crisi economica generale, dal rischio chiusura e di evitare una concorrenza selvaggia al ribasso dei prezzi, non sopportabile dalle librerie indipendenti.

Sul banco dunque, ma quello degli imputati, finiscono catene della grande distribuzione nazionale come Coop, Carrefour, Conad, Pam e altre, accusate di concorrenza sleale dalle librerie: in pratica, l’accusa è quella di praticare sconti pari al 15% sul prezzo di copertina, ma di fatto superiori perché integrati con buoni spesa.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Generico
La protesta dei librai
“Basta sconti, prezzo fisso sui libri di testo”
Generico
Federconsumatori
“Ma spiegateci i super-sconti”
Scambio libri usati ad Alzano
Seconda mano
GrandUsato ad Alzano Scambio di libri scolastici
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI