BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caccia, il Tar prende tempo Il WWF si prepara alla guerra dei ricorsi

Il tribunale prende tempo sul piano faunistico venatorio della Provincia di Bergamo. I giudici hanno scelto di non decidere sull’ammissibilità del documento approvato settimana scorsa dal Consiglio provinciale.

Più informazioni su

Il tribunale prende tempo sul piano faunistico venatorio della Provincia di Bergamo. I giudici hanno scelto di non decidere sull’ammissibilità del documento approvato settimana scorsa dal Consiglio provinciale. La questione è stata semplicemente spostata di qualche settimana, quindi per i cacciatori è ancora presto prima di tirare un sospiro di sollievo. Anzi, il dibattito è destinato ad accendersi di nuovo perché il WWF non starà a guardare. L’associazione ambientalista ha presentato una richiesta di integrazione del ricorso depositato contro il piano. L’obbiettivo è affossare in toto la caccia orobica con sospensiva che farebbe ricominciare tutto da capo. A quel punto i giudici dovranno esprimersi anche sul nuovo piano, valutando se le modifiche apportate dal Consiglio siano legittime. Il rischio, come preannunciato dal presidente della Provincia Ettore Pirovano, è che il documento venga annullato come successo in passato e che tutto il lavoro sia stato vano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lorenzo Bertacchi

    Io ero presente in aula. Il WWF ha chiesto un rinvio per poter presentare motivi di impugnazione del piano nel ricorso pendente, che riguarda il calendario dell’anno scorso e non il piano. Federcaccia, Provincia e Regione hanno chiesto invece al TAR di decidere: verranno presentati gli autonomi ricorsi contro il Piano e si discuteranno in quella sede, non in un ricorso che non c’entra nulla. Il TAR deve decidere se rinviare come chiesto da WWF o emettere la sentenza, come chiesto dagli altri.

  2. Scritto da lotty

    spero con tutto il cuore che il WWF intervenga per rendere veno tutto il lavoro, egregio signor pirovano!

    1. Scritto da mario59

      Come scritto nell’articolo sarà il tribunale a intervenire non il WWF, e molto probabilmente interverrà solo dopo che i cacciatori avranno pagato i permessi per la prossima stagione venatoria, che solitamente ha inizio nel mese di settembre, tanto i soldi anche se non potessero cacciare, non glieli restituiscono più…in questo caso mi viene da sorridere, ma se penso che è un sistema che in Italia viene usato anche in altre circostanze, c’è poco da sorridere.

      1. Scritto da Cris

        In tal caso si potrebbero sempre usare i soldi dei “poveri” cacciatori (che poveri di certo non sono se hanno i soldi per pagarsi questa “rispettabile attività”) per creare un fondo per le vittime della caccia, visto che ne sono i diretti responsabili.

        1. Scritto da roberta

          In tal caso si potrebbero usare i soldi dei “poveri” cacciatori, del consigliere leghista Malighetti e di tutti coloro che hanno votato con lui per pagare le spese processuali che la Provincia dovesse eventualmente sostenere. Altrimenti va a finire che, grazie alla Lega, dovremo usare i soldi di noi cittadini (come al solito!) per pagare gli avvocati della Provincia.