BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tecnologie evolute: effetti ed opportunità per le imprese bergamasche

Il futuro è oggi, e le imprese che sanno interpretare i cambiamenti vinceranno la competizione: questo è il senso dell’incontro organizzato da ITMconsulenza mercoledì 17 Luglio, dalle 18 alle 20, nella propria sede al POINT di Dalmine.

Più informazioni su

Smart city, “Internet delle cose”, eGovernment, infomobilità, infrastrutture digitali, sensoristica. Le tecnologie in così rapido sviluppo che effetto avranno sui prodotti – servizi offerti dalle aziende? E a Bergamo cosa si sta facendo? Ma soprattutto, come non perdere il treno verso il futuro prossimo? Porsi le domande è già un buon inizio: nell’incontro organizzato da ITMconsulenza anche la ricerca di qualche risposta.

Il futuro è oggi, e le imprese che sanno interpretare i cambiamenti vinceranno la competizione. Questo è il senso dell’incontro organizzato da ITMconsulenza mercoledì 17 Luglio, dalle 18 alle 20, nella propria sede al POINT – Polo per l’Innovazione Tecnologica – in via Monte Pasubio 5 a Dalmine, cercando di focalizzare ciò che delle evoluzioni tecnologiche le aziende devono tener conto per continuare a sviluppare i propri vantaggi competitivi.

Michele Vianello, direttore del Parco Scientifico Tecnologico VEGA di Venezia e autore di “Smart Cities: Gestire la complessità urbana nell’era di internet “, Giorgio Gori, giornalista e imprenditore, presidente dell’associazione InNOVA BERGAMO, e Luigi Di Prinzio, professore presso il Dipartimento di Progettazione e pianificazione in ambienti complessi dell’Università Iuav di Venezia, incontreranno le imprese per fornire alcuni stimoli su cosa comporterà per l’economia lo sviluppo delle nuove tecnologie e il loro ruolo nella vita di tutti noi.

In questi anni abbiamo sotto gli occhi cosa ha voluto dire non cogliere in tempo i cambiamenti. ITMconsulenza, storica società di consulenza direzionale di Bergamo, vuole continuare a svolgere un ruolo di esploratore del divenire, coinvolgendo le aziende, e in particolare quelle del territorio, nella riflessione su un futuro già iniziato. Si tratta ora di capire come potranno le aziende di settori che vanno dalla sanità alla meccanica, dai trasporti all’automazione, oltre ai più ovvi telecomunicazioni, costruzioni, energia, ad essere attori primari del mercato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.