BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calderoli si scusa in Senato, ma non si dimette

Il vicepresidente del Senato, il bergamasco Roberto Calderoli, si è scusato nell'Aula di Palazzo Madama dopo l'offesa al ministro per l'Integrazione Cècile Kyenge che sabato scorso in un comizio a Treviglio durante una festa della Lega aveva paragonato a un orango.

Il vicepresidente del Senato, il bergamasco Roberto Calderoli, si è scusato nell’Aula di Palazzo Madama dopo l’offesa al ministro per l’Integrazione Cècile Kyenge che sabato scorso in un comizio a Treviglio durante una festa della Lega aveva paragonato a un orango. "Non ho difficoltà ad ammettere che le mie parole sono state sbagliate e offensive. Mi scuso anche con il Presidente Napolitano. Ho fatto una sciocchezza".

Le parole dell’ex ministro lumbard alla Semplificazione avevano suscitato lo sdegno di molti, da destra a sinistra, e la richiesta di dimissioni da parte del premier Enrico Letta.

Richiesta respinta dal leader del Carroccio Roberto Maroni e non accolta dallo stesso Calderoli che, nello scusarsi ha sottolineato: "Ma non mi dimetto". 

E le mancate dimissioni stanno già facendo discutere: infatti il presidente del Consiglio Letta torna a rivolgersi a Maroni definendolo "correo" e dichiarando: "Il caso non è chiuso".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Ci vuole la ramazza. Ma gli elettori italiani ci sono o ci fanno? Tu, proprio tu che stai leggendo, ci sei o ci fai?
    Io vi voglio dare un aiutino. Ci rimane solo il M5*, ma solo se arriva al 51% dei voti.

    1. Scritto da Zorro

      Nino, già ce n’ho per le mie , non mettertici anche tu. Di disgrazie ne abbiamo già abbastanza. Consiglio una paella innaffiata con chardonnay.

  2. Scritto da Treviglio Ovest

    Il “caso” Calderoli è evidentemente gonfiato ad arte per nascondere notizie più importanti, cosa che ormai è la norma in Italia.
    Calderoli ha detto parole poco simpatiche in un comizio ma ha avuto anche il coraggio di scusarsi in pubblico. Il presidente del consiglio invece, neanche troppo velatamente, ha minacciato Milano di non sostenere l’Expo se non ci sono le dimissioni, 2 cose che non c’entrano niente tra loro, non mi pare un buon modo di governare.
    Viva Milano e la Lombardia

    1. Scritto da Mavalà

      E quale sarebbe la notizia “più importante” che ci è stata nascosta ? Neymar all’atalanta ? Ci dica Treviglio Ovest diversamente si trasferisca a Treviglio Centrale a pensare a come contenere questa vergogna associata al nome della sua città.

    2. Scritto da La verità fa male

      Lei è l’unico che ha centrato esattamente la questione: trattasi di polveroni creati ad arte, infatti finito il clamore del caso Calderoli ecco magicamente comparire il caso del dissidente kazako (altro fatto del quale alla popolazione italiana non frega niente) e la proposta di non trasmettere più Miss Italia in RAI. Ai politici di destra e sinistra interessa solo tirare a campare senza mai affrontare i problemi reali, e distrarre il popolino con queste cavolate

      1. Scritto da Unicum

        Il fatto che sia l’unico ti dovrebbe far venire qualche dubbio , no ?

  3. Scritto da La verità fa male

    E’ bastata la parolina magica (MPS) che si sono scatenati a rispondermi in tre o quattro! Dimenticavo, per le sorti della nazione è più importante occuparsi delle stupidate che dice Calderoli alla Berghem Fest, o perchè no occuparsi del fatto che la RAI manda in onda donne svestite (pare che ci siano politici che se ne sono accorti solo adesso). Prego accomodatevi e andate avanti a indignarvi per Calderoli e… a togliere Miss Italia dagli schermi RAI che non è educativo!

    1. Scritto da Certo, Certo

      Eh sì, la stampa dovrebbe occuparsi di più dei prossimi acquisti del milan, delle vacanze della ventura e degli amori di barbara , dell’olgettina disperata perchè silvio non risponde . Cosa volete che conti ciò che dice il Vicepresidente del Senato anche se a sfondo razzista? Ma si quelle sciocchezzuole per cui in qualunque nazione occidentale civile e democratica farebbe un altro mestiere 3 secondi dopo l’affermazione. Ma noi che c’entriamo? Mica siamo di quelle nazioni lì.

    2. Scritto da Kurt Erdam

      Io più che per calderoli,di cui conosco ormai i livelli bassi da tanti anni,mi dispiaccio di più per gli straccioni in perenne campagna elettorale che remenano il torrone su loro teorie ispirate dai loro vertici con lo scopo perpetuo di sputtanare gli avversari politici del loro signore e padrone,dalle calze azzurre ai vertici di MPS ogni scusa è buona per sputtanare i nemici di silvietto,così la massa dimentica tutte le schifezze che ha fatto con il sostegno di chi vota per lui.

      1. Scritto da La verità fa male

        Purtroppo per me e per lei i giornali di questi giorni dicono che i politici in questa legislatura si sono occupati di scontrini e IPOD (M5S), vicende misteriose di dissidenti kazaki, commenti alle frasi assurde di Calderoli, l’ICI non pagata della Idem, il carro armato dei tifosi dell’Atalanta, la lotta di potere tra Renzi e Letta, i processi di Berluska. E’ questo il dramma vero. Nessuna di queste vicende interessa al popolo, ma i politici si occupano solo di queste vicende

        1. Scritto da Kurt Erdam

          I politici della legislatura precedente si sono occupati di depenalizzazione del falso in bilancio,scudi fiscali per chi ha esportato soldi all’estero illegalmente,sanatorie fiscali ed edilizie per chi le regole non le ha rispettate,risate sui terremotati dell’Aquila,speculazioni alla Maddalena,ecc..ecc..Per non parlare dii chi,governando nel tempo libero,riteneva la crisi un attacco di pessimismo della cassandre comuniste.I casi Kazakistan e calderoli sono più gravi di ciò che sembra.

        2. Scritto da Kurt Erdam

          Le spiego il perché(già detto ma lei continua a non capire) Quando io facevo il direttore di fabbrica ero responsabile di quello che succedeva e se qualcuno faceva la pupù davanti all’ufficio del padrone quest’ultimo non andava di persona a chiedere a tutti chi era stato ma chiamava il direttore(io) e gli faceva il mazzo.Il ministro degli interni è responsabile direttamente perché ha richiesto/avallato l’espulsione? oppure tutti han fatto quello che volevano? in entrambi i casi A CASA!!

          1. Scritto da La verità fa male

            Si arrampica sempre di più sugli specchi. Se va a casa Alfano un minuto dopo va a casa anche Letta, il quale non sapeva quello che il suo vicepremier faceva (ma lei si è dimenticato di scrivere “a casa anche Letta”). La vicenda kazaka e quella di Calderoli sono gravissime? chieda alla gente normale se sono le priorità del momento

          2. Scritto da Robademacc

            Forse non le è chiaro che queste cose non appartengono alla categoria “priorità” o meno , appartengono alle cose che quando accadono si affrontano subito e danno luogo a dimissioni, questo in tutti i paesi civili . Cosa diavolo c’entrano le priorità ? Ma lei in altre nazioni a piacere , a fronte di uno scandalo qualunque, ha mai sentito il signore che si alza e dice “non è una priorità” ? Mi scusi ma ormai siamo al delirio !

          3. Scritto da Kurt Erdam

            Lei non ha mai lavorato in fabbrica,la aiuto, se qualcuno fa la pupù davanti all’ufficio del padrone il padrone non se la prende con l’ufficio commerciale,così se l’intervento dell’espulsione della bambina di 6 anni con la mamma è stato portato avanti da personale degli interni non si chiedono le dimissioni del ministro dei beni culturali.E se deve risponderne direttamente letta alfano può andarsene a casa subito indipendentemente da tutto il resto perché non serve a niente.

          4. Scritto da Kurt Erdam

            Se la gente si allontana dalla politica e quando ci sono le elezioni se ne sta a casa e questo causa una rappresentanza viziata dei cittadini in parlamento è anche e soprattutto colpa di episodi di questo tipo.Per quanto riguarda letta se ha una colpa è quella di aver accettato di fare il capo di un governo assurdo.Ma,purtroppo,visto che grillo ha fatto il grullo non c’era altra via altrimenti si sarebbe votato ancora con quell’aborto di legge(chissà chi l’ha inventata).

          5. Scritto da La verità fa male

            FABBRICHE ho lavorato in una piccola fabbrica, tre anni e mezzo, mi trovavo bene e non c’era il direttore. Il titolare quando succedeva qualcosa se era grave andava dal diretto interessato (ed erano cavoli amari per lui) se non era grave soprassedeva, a volte bisogna saper lasciar correre. GRILLO guardi che per il PD è meglio governare insieme al PDL, che almeno ogni tanto ragiona, piuttosto che con una massa di “citrullini con IPOD” che prendono ordini da un guru onnipotente

          6. Scritto da Kurt Erdam

            Una bella lotta ma se non si cambia la legge elettorale e non si fa una legge seria sul conflitto di interessi sarà difficile tornare una vera democrazia come sembrava fossimo tanti anni fa.Se lei ha lavorato in fabbrica DEVE aver imparato che la figura del responsabile è sempre presa ad esempio e condiziona i comportamenti delle maestranze mi domando perché quando lo dico mi debba sempre dare torto perché questa è una delle prime cose.La gestione delle persone non è un mestiere è un’arte

          7. Scritto da La verità fa male

            Non parliamo delle stesse esperienze. Nella piccola fabbrica (dove ho lavorato io) sgarrare è quasi impossibile perchè il numero esiguo comporta che si deve collaborare tutti oppure la fabbrica chiude, i rapporti sono molto stretti e spesso titolare e dipendenti sono amici. La mia vita professionale si è sempre svolta nel piccolo (studi professionali, piccole aziende, volontariato in piccole associazioni, piccole sedi) ecco perchè io e lei parliamo due lingue diverse

          8. Scritto da Kurt Erdam

            Guardi che nelle grandi fabbriche la collaborazione di tutti è comunque una cosa stranecessaria perché senza le aziende chiudono ed a maggior ragione perché chi è responsabile non può essere onnipresente e non bastano le grida manzoniane.Sono argomenti interessanti e comunque fondamentali per il buon funzionamento di qualunque tipo di struttura.Cose che la nostra classe dirigente ha ampiamente dimostrato di non conoscere.

  4. Scritto da Luca Lazzaretti

    E’chiaro che la lega è un movimento finito, morto e sepolto da Belsito, Renzo Bossi and the family, Calderoli Belotti e compagnia cantante…peccato per gli elettori che avevan creduto in un movimento nato per cambiare veramente le cose..si è visto come è andata..ma qualcuno poteva veramente pensare che Calderoli rinunciasse al denaro e al potere? Ma dai….

  5. Scritto da Johnny

    Calderoli si sarebbe dimesso “se vi fosse stata un’ampissima maggioranza che me l’avesse chiesto e così non é stato”. Personalmente non ho sentito la voce di CL sul tema , qualcuno ne ha notizie ? Un problema del genere non risulta essere meritevole della richiesta di dimissioni ?

  6. Scritto da luca

    doppia figuraccia, altri voti persi. E io mi vergogno di essere conterraneo di un coso simile

  7. Scritto da spillo

    Ha sbagliato ed è giusto che paghi. Però dovrebbero dimettersi tutti, a partire dalla 1^ carica in giù. Hanno sbagliato tutti. Siamo nella m….a e non per colpa nostra. Ormai siamo esasperati non ne possiamo più………

  8. Scritto da il circo

    leoni in padania,caproni a roma.
    oramai il pubblico è andato via ,sono rimasti i buffoni

  9. Scritto da matty

    Questi qui non cresceranno mai……..tra il calderoli e il belotti con il carroarmato sono sempre delle goliardate(secondo loro),quando cresceranno?

  10. Scritto da mario59

    C’è poco da dire..sono stati eletti dal popolo, pertanto, ogni popolo libero, ha i governanti che si merita.
    E intanto l’Italia affoga..

  11. Scritto da Pota

    per forza che non si dimette . Chi prende la poltrona poi non la molla più.
    Bell’insegnamento senatore !!!!!!!!!!!!!!
    VERGOGNA

    1. Scritto da poeraITALIA

      pota oggi pota domani Bergamo senza piante
      ALLORA LEI PARLA DI TUTTO IL GOVERNO ANTECEDENTE
      PRESENTE FUTURO mi sembrano tutti uguali

  12. Scritto da Omar

    Chi ha seguito qualche comizio in qualche festa o manifestazione credo non possa negare di aver sentito frasi ben peggiori nei confronti di altri esponenti politici.Ora che questo caso si stato gonfiato ad arte mi sembra evidente,cosi’ come evidente è che Caldreroli poteva risparmiarsela la battuta. Da qui a farne paginate e ore di discussione sul razzismo ce ne passa,la ministra rischia di diventare quasi antipatica.

    1. Scritto da Enrico

      Peggio di così? Vedo che poi lei è informatissimo sui toni dei comizi leghisti, il fatto che poi evidentemente nonostante tutto continui a frequentarli la qualifica esattamente…….

  13. Scritto da poeret

    Lui non si dimette.. Alfano per lo scandalo “Kazaco” non si dimette.. Berlusconi per (scegliete voi una cosa a caso) non si dimette.. vicenda Monte dei Paschi nessuno si è dimesso.. qualcuno mai di questa casta avete visto prendersi le proprie responsabilità? il fatto è che “hanno ragione loro” visto che ad ogni tornata trovano chi li vota..

    1. Scritto da Kurt Erdam

      Il ministro Josefa Idem si è dimessa per un’irregolarità amministrativa dopo aver affermato che l’avrebbe sanata.Il governatore Marrazzo si è dimesso dopo che le sue porcate sono state spiate e rese pubbliche.A dire la verità su berlusconi c’è molto di più ma dimissioni ciccia.I “loro” che dice lei non sono “tutti” ci sono differenze che vanno ricordate e evidenziate.Alfano sta facendo scaricabarile,in fabbrica il responsabile si chiama così perché risponde di TUTTO ciò che succede.

      1. Scritto da poeret

        Loro.. sono uguali tutti, e se non lo capisce forse è meglio che scriva poco.. che dice Letta di Alfano e il caso Kazaco, ora Calderoli deve dimettersi ma le sue restano parole “deliranti” ..qualcuno ha consegnato una donna ed una bimba ad un paese straniero.. capisce la differenza oggettiva? E Letta se la prende con chi..mentre al secodno (per paura di perder sedia,ecc) non dice nulla si allinea? Beh..per me chi si allinea è colpevole quanto chi commette il fatto. saluti

        1. Scritto da Kurt Erdam

          Dal suo discorso si capisce poco-niente.Per cui lascio perdere di cercare di interpretarlo e dico solo quello che penso 1)calderoli non è adatto a restare dov’è dopo le castronate che ha detto quindi si deve dimettere.2)Il ministro dell’interno è alfano e sia che sapesse sia che non sapesse dimostra anche lui di non essere adatto a ricoprire il ruolo che ricopre.3)se è dimostrato che anche letta sapeva a casa anche lui.il m5s poteva essere una speranza ma grillo si è dimostrato un grullo.

    2. Scritto da Nemo

      Tanto scalpore per la falsa laurea di Giannino…..ma rispetto a tutti questi è una spanna sopra…sia per comportamento che per idee…

    3. Scritto da La verità fa male

      I democristianoni della Prima Repubblica dicevano “le dimissioni si annunciano ma non si danno perchè c’è sempre il rischio che qualcuno le accetta” P.S. guardi che quelli del PD meno elle sono convinti che per la storia MPS nessuno è colpevole visto che (chissà come mai) le indagini vanno avanti al rallentatore…

      1. Scritto da Jimmy

        Ha visto che l’Atalanta ha preso Messi ? Che c’entra , dirà lei . La aiuto a cambiare argomento come al solito, con il condimento delle solite palle ,non è contento ?

        1. Scritto da La verità fa male

          A proposito di Atalanta, pare che la Procura ha aperto un fascicolo per la vicenda del carro armato (probabilmente padano) guidato da Stromberg e Migliaccio che ha travolto un’auto colorata di giallorosso. Il Messaggero e gli onorevoli romani si occupano con viva preoccupazione della vicenda. Purtroppo quello che dico io non è uno scherzo (come il suo sull’acquisto di Messi) ma sono gli argomenti decisivi per la nazione di cui onorevoli e giornali nazionali si occupano in questi giorni

      2. Scritto da Al Solito

        Per pura combinazione le “indagini” su mps sono andate avanti con titoloni ogni giorno per 30 gg , esattamente in sovrapposizione con la campagna elettorale. Lei finge di non sapere che ci sono dei manager indagati per interessi personali e NON c’è un solo politico PD indagato. Lei, come sostenitore di pdl-lega ha qualche altro problema che non depistare con il nulla i devastanti danni procurati dai suoi amati agli italiani. Comunque , amico, se ama parlare sempre “d’altro” si diverta

      3. Scritto da Kurt Erdam

        come diceva berlusca nel caso telekom (e quando voleva far passare Prodi per spia del KGB)indagate in profondità,qualcosa troverete,alla fine si è trovato che era una delle sue solite truffe e dei suoi indagatori qualcuno è andato in galera e qualcuno è scappato all’estero.Adesso con MPS ci state riprovando ma al momento buchi nell’acqua ma insistete.Prima o poi qualcuno di voi andrà in galera o scapperà a Hammamet o Barbuda.Caro verità remeni pure il torrone,tanto non sapete fare altro

        1. Scritto da La verità fa male

          “VOI”… loro! nel PDL non siamo tutti ladri, c’è anche qualche soggetto strano come me che non ha i soldi nei paradisi fiscali e che vive bene accontentandosi dei suoi risparmi. Purtroppo, responsabilità penali a parte (delle quali mi interessa poco) in MPS si sono volatilizzati milioni di euri e qualcuno dovrà pur rimediare. Temo che quando le acque si saranno calmate troveranno il sistema di scaricare di nascosto una parte del buco sui cittadini, hanno sempre fatto così

          1. Scritto da Kurt Erdam

            Qui si parla di calderoli e razzismo e “voi del pdl” continuate a tirare fuori un altro argomento ipotizzando colpevolezze non solo non ancora provate ma neppure in corso di indagine.Chi ruba,del pd o del pdl è un ladro e va perseguito .E’molto infantile che chi come lei si sente dalla parte di chi ha costruito scudi per depenalizzare certi tipi di reati continui a puntare il dito senza ancora nulla di concreto per giustificare le mancanze della destra anche di tutt’altra natura.

          2. Scritto da La verità fa male

            LORO DEL PD sono alleati con il PDL (anche se fingono di non saperlo). A me questa cosa fa venire il mal di pancia ma lo stomaco dei politici PD è veramente di ferro, se da due anni a questa parte (insieme a “quelli del PDL”) approvano riforme Fornero e stangate fiscali a danno dei poveracci. Ad ogni modo io non sono razzista e non penso di esserlo nemmeno se sostengo che ci sono argomenti più decisivi di cui occuparsi, rispetto alle stupidate dette da Calderoli alla Berghem Fest

          3. Scritto da Kurt Erdam

            VOI del pdl avete sostenuto un satrapo che per 20 anni ha fatto gli affari propri e con incapacità oltre e malafede ha trasformato l’Italia in una colonia.Se pensa ai poveracci convinca gli evasori a pagare le tasse ed anche chi governa ad essere di buon esempio.Che lei non sia razzista ci sta,a lei non frega assolutamente niente,è solo un’occasione in più per sputtanare gli avversari di silvio che avranno lo stomaco di ferro ma è niente confronto alla.faccia di bronzo di quelli del pdl

          4. Scritto da Digestivo

            Vede “la verità” , quando le vengono queste crisi di pancia , pensi a che rischi hanno fatto correre Lega e Pdl ai suoi cari ed amati risparmi (non ha 64 offshore ?), pensi al disastro economico/morale che hanno combinato, pensi che è compito della magistratura recuperare le cifre eventualmente sottratte da manager non politici e non li confonda (come fa di proposito ) con il problema conseguente all’acquisto di antonveneta , approvato da TUTTI prima della grande crisi bancaria.Si conservi

  14. Scritto da bb

    Dimettersi e poi con cosa vivono … non c’è mai fine al peggio
    e intanto L’Itallia va a rotoli..
    DIMETTETEVI TUTTI che forse staremmo meglio sparite nei paradisi fiscali con i vostri soldi rubati… alla gente che lavora

  15. Scritto da G.Comi

    Sbagliare è umano…etc. Il sig. Calderoli è recidivo dato che più volte è “scivolato” su queste cose quindi basta con la scusa delle scuse!!! Allora qui tutti possono insultare, sparare c….e poi chiedere scusa, su dai non l’ho fatto apposta…Ma questi si rendono conto del ruolo pubblico ed istitituzionale che ricoprono e delle responsabilità conseguenti? Perchè un conto è se a dire certe cose è un cafone al bar un altro se le dice il (purtroppo) vicepresidente del Senato

    1. Scritto da Samuele

      Avete pienamente tutti ragione di lamentarvi quando qualcuno parla e sparla su altri, non va bene. Meglio è prendersela con chi si sa che tanto continua ad essere recidivo. Se quando si parla (e lo fanno tutti in tutti modi, comprese le offese) si utilizzano spezzoni di frase per farne titoloni allora non sono i politici ma i giostrai dei giornali che per qualche paginetta in più… e mi fermo qua.