BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Orio, da rifare il Piano di zonizzazione acustica: Tar dà ragione ai residenti

Il Tar di Brescia ha accolto il ricorso dei Comitati Aeroporto di Orio al Serio e da Legambiente contro il Piano di zonizzazione acustica presentato dall'aeroporto bergamasco: una decisione che potrebbe avere grosse ripercussioni in termini economici

“E’ stato adottato sulla base di criteri illegittimi e andrà rifatto con l’intervento dei diretti interessati, cioè dei residenti”. Il Tar di Brescia accoglie il ricorso dei Comitati Aeroporto di Orio al Serio e da Legambiente contro il Piano di zonizzazione acustica presentato dall’aeroporto bergamasco. L’esposto al Tribunale amministrativo regionale era stato presentato a Brescia nel gennaio del 2011.

Una sentenza che potrebbe avere grosse ripercussioni in termini economici, alla luce delle tutele previste e degli indennizzi in caso di attività potenzialmente moleste: tra l’altro, la società aeroportuale Sacbo sta procedendo in questi giorni all’insonorizzazione delle prime 150 abitazioni, installando gratuitamente serramenti antirumore e impianto di climatizzazione.

Secondo il Tar di Brescia il piano di zonizzazione acustica aeroportuale va rifatto secondo le cosiddette “VAS”, le valutazioni ambientali strategiche. Il piano presentato dall’aeroporto era invece stato approvato dalla Commissione aeroportuale nel novembre del 2010.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da emili

    Nei paesi con un minimo di civilta’ non ci sarebbe stato bisogno di ricorrere al tar perche’ le leggi vengono fatte rispettare , la pubblicita’ di sacbo liberta’ di crescere la dice lunga!

  2. Scritto da Nevio

    grazie infinite comitato è ulteriormente assurdo che istituzioni pubbliche non rispettino le regole

    1. Scritto da Lucia

      E’ altrettanto assurdo che i cittadini abbiano speso di proprie tasche soldi per dimostrare che le regole non sono state rispettate. Soldi spesi contro le nostre amministrazioni pubbliche che tutti noi contribuenti finanziamo con le nostre tasse. Chi renderà conto di tutti questi soldi spesi. Che l’assessore bandera paghi di proprie tasche una simile figuraccia. Che lo facciano anche la provincia ed il comune di BG…compreso il sindaco Tentorio.

  3. Scritto da enzo victorio bellia

    I progetti di ampliamento e ri rifacimento della pista vanno fernati.
    Se Bergamo vuol continuare ad avere un aeroporto deve essere progettato uno nuovo con caratteristiche ecompatibili nella bassa a ridosso degli assi ferroviari ed autostradali e parte della sua attività deve essere trasferita a Montichiari. Delle beghe fra bresciani e bergamaschi a non non ce ne frega niente.

    1. Scritto da gigi

      l’unica cosa che deve essere fermata è il fanatismo dei comitati.

    2. Scritto da andrea

      il solito discorso del solito provincialotto egoista….

      1. Scritto da Barbara

        Provincialotto egoista…Ma a chi ti riferisci? A chi si arricchisce avidamente sulle spalle della salute dei cittadini, infischiandosene delle regole?

        1. Scritto da andrea

          sig Barbara, il provincialotto egoista è chi, secondo me, continua ad affermare che l’aeroporto va costruito da un’altra parte e che parte dei voli vanno spostati a montichiari senza sapere però cosa c’è relamente dietro (ma l’imp è che il suddetto provincialotto viva tranquillo e beato); se l’aeroporto è in continuo sviluppo vuol dire che i cittadini lo usano!!!!!!

          1. Scritto da Lucia e Andrea

            Quando dici cittadini, ti riferisci ad 8 milioni di passeggeri milanesi, contento tè scontenti tutti. L’aeroporto non è in continuo sviluppo, diciamo che ha superato da tempo ogni possibile limite, e questo perché è dipendente di una sola compagnia aerea, quindi fa gli interessi di alcuni privati a danno di parecchi cittadini. Spostare i voli in eccesso a Montichiari è un’offerta che Radici ha presentato quando ha cercato un accordo proprio con Montichiari, chissà perché? …ovvio!

          2. Scritto da andrea

            visto l’andazzo degli altri aeroporti del nord italia, mi sa che non sono solo i milanesi a utilizzarlo…

          3. Scritto da Vittorio

            Certo Andrea, oltre ai milanesi ci sono tutti gli abitanti dei paesi dell’Est, che vivono a Milano! Và Andrea, prova a leggere le targhe delle automobili che puoi vedere nei parcheggi prossimi all’aeroporto di Orio e noterai come tutti noi che la maggior parte ha scritto MI. Svegliati che è tardi

          4. Scritto da andrea

            visto l’andazzo degli altri aeroporti del nord italia, mi sa che non sono solo i milanesi a utilizzarlo…

    3. Scritto da attilio

      iniziano i deliri dei folli…. se andiamo avanti così muore l’unica cosa che funziona a Bergamo… bravi… bene….

      1. Scritto da gt

        Quindi in Calabria è vietato toccare la ‘ndrangheta, visto che è l’unica cosa che funziona? Ma per favore, di cose che funzionano a Bergamo ce ne sono diverse, e non tutte -come l’aeroporto- non rispettano le regole. Anzi.

        1. Scritto da andrea

          domani, a mente lucida, rilegga il commento che ha scritto; la mia speranza è che si renda conto dell’assurdità del paragone che lei ha appena fatto

          1. Scritto da gt

            Su, forza, non è difficile, caro andrea. Non si tratta di paragone, ma di paradosso, cioè di un modo per far riflettere. In questo caso, riflettere sul fatto che ciò che crea qualche beneficio (per pochi, tra l’altro), non può scavalcare regole che valgono per tutti. Su, forza, non è difficile, caro andrea.

          2. Scritto da andrea

            il paragone con l’ndrangheta lo ha fatto comunque; e basta dire che l’aeroporto crea benefici per pochi!!!!!! l’intera città ha avuto modo di rinascere grazie all’aeroporto! i turisti ci sono (naturalmente non ai livelli di città come firenze o venezia ma sicuramente più di prima), la gente ci lavora (e con il futuro ampliamento saranno altri posti in più), oriocenter fa affari d’oro grazie a chi arriva al mattino e riparte la sera…

          3. Scritto da Lucia

            Quindi secondo il tuo ragionamento per il posto di lavoro di pochi dipendenti in più, migliaia di persone ricevono un disturbo acustico fuori oltre ogni limite e questo proprio per far guadagnare i soliti ricchi! Ma di chi credi che sia Orio Center, credi che sia di una cooperativa di poveri martiri…o anche tu sei cosciente che sono poche persone già molto ricche di denaro? Mai visto un negozio a conduzione familiare all’Orio center!

          4. Scritto da andrea

            ma quelle migliaia di persone erano consapevoli di abiatare vicino a un aeroporto!!! prima del piano di sviluppo del 2003, gli aerei non emettevano essenze di rose ma sempre cherosene!!! e lei prenda in considerazione (oltre ai soliti ricchi) tutte le persone che lavorano a oriocenter (commessi,addetti ecc), sono anche loro i benefici….via il paraocchi!!

          5. Scritto da Mario

            Puro delirio, le persone che erano “consapevoli ” di abitare vicino all’aeroporto, magari da prima che esso ci fosse( il civile ), avrebbero dovuto lasciare tutto per far sì che i potenti e il comune continuassero ad avere dividendi da intascare, e al sorgere delle lamentele degli abitanti “comunali” spostare il ” disagio” verso i paesi limitrofi. Per chi vuol capire, venga a Grassobbio il mattino presto e la sera dalle 20,30 fino alle 0,50, poi avrà la facoltà di parlare, vero Andrea !!!

          6. Scritto da Andrea e Lucia

            Alle tue domande, già da diverso tempo e con diversi commenti è stato spiegato che non avendo approntato un serio “piano di zona” non è possibile adesso rivedere un territorio fortemente antropizzato, le tue domande necessitano l’attesa che tu finisca il tuo BIBERON, poi dopo una bella dormita ti potrai riprendere. Le persone che lavorano all’Orio Center o all’Iper di Seriate oppure al DueTorri, …. non necessitano dell’aeroporto. E inoltre …tutti i negozi a conduzione familiare dove sono?

          7. Scritto da Valerio

            Turisti tutti in città alta e basta. Perché città alta necessitava di altri turisti? Comunque per il disturbo che crea l’aeroporto a migliaia di persone, e per i volumi di traffico (oltre 8 milioni di passeggeri) il ritorno in turismo è RIDICOLO! Era meglio mantenersi i Milanesi nelle nostre valli, portavano più soldi e li distribuivano a più persone e non sempre ai solti già ricchi!

          8. Scritto da Luca

            Sei troppo giovane, prima del piano di sviluppo e del cambio di rotta gli aerei non sorvolavano le case ad una quota bassissima come succede ad Azzano SP, che da quando è nato l’aeroporto NON era mai stato interessato da questi sorvoli! Il numero degli aerei era fortemente inferiore di numero, pertanto non si sentiva odore di cherosene come invece adesso succede fin troppo spesso ad Azzano. Tutte le persone che lavorano all’Orio center, possono lavorare anche senza l’aeroporto, vedi il 2Torri..

    4. Scritto da Sorisole

      Solta utopia da grillino! Bisogna correre se si vuole stare al passo coi tempi non le utopie di realizzare un nuovo aeroporto nella bassa… Ma fammi il paicere…

      1. Scritto da Lucia

        Se corri troppo alla fine scoppi! Non serve correre all’impazzata per produrre guadagno per i soliti ricchi, servere crescere nell’equilibrio del territorio circostante, avessere tutelato l’aeroporto con il “piano di zona” adesso non saremmo qui a litigare! La verità è che abbiamo politici che fanno gli interessi dei soliti ricchi e non di tutti noi: come si può credere di poter avere un simile aeroporto a 3 Km da Porta Nuova? Si devono ridurre i movimenti e delocalizzare i voli a Montichiari

        1. Scritto da nembo

          Parole semplici e soprattutto vere. Tutto il resto è solo arricchimento dei soliti noti.

  4. Scritto da Aldo Resega

    Sempre quelle cose, tanto l’aeroporto non lo ferma neanche il TAR. Ognuno ha i suoi sacrifici.
    Io abito in Via Serit a Sorisole, in pieno parco dei Colli, e ho in media 5 elicotteri al giorno che mi passano a 10 metri di altezza, inoltre ho gli aerei del volo a vela con aliante (circa 2 – 3 al giorno nei feriali e circa 20 – 25 il sabato e la domenica) che non potete immaginare il rumore e l’inquinamento. Nessuno ne parla, resterebbe la contraerea.

  5. Scritto da no orio

    La scelta di investire così pesantemente su un aeroporto cittadino è assurda, se pensiamo alla vicinanza di Bergamo e dintorni. L’impatto ambientale è devastante ed i benefici occupazionali ridicoli in paragone. In città è pieno di manifesti con scritto “L’aeroporto è libertà”: si sono dimenticati di ultimare la frase con “..di soffrire e morire”.

    1. Scritto da fra

      e inquinare.

    2. Scritto da andrea

      e si i benefici economici e occupazionali sono davvero ridicoli….

  6. Scritto da al

    non ci voleva molta per capire che le Leggi vanno rispettateè

  7. Scritto da Maddog

    Non è più saggio non acquistare o meglio ancora non fabbricare a ridosso degli aereoporti?E’ una cosa cosi difficile da capire in ITALIA!!!!!

    1. Scritto da matteo

      I primi nuclei abitativi ad orio risalgono al 1100\1200, di cui rimane come testimonianza la torre civica…..i miei bisbisnonni vennero qui a fare i contadini a metà 1800…come forse sai gli aerei li hanno inventati dopo…..cosa ne faresti tu di una casa qui ereditata e che non riesci ne a vendere ne a viverci (ma di cui paghi le varie tasse) a causa dello sviluppo selvaggio dell’aeroporto???smettiamola di ragionare ma soprattutto scrivere per luoghi comuni senza conoscere le varie realtà

      1. Scritto da andrea

        bè appunto, tralasciando quelle poche case (case non quartieri!) già esistenti, visto che l’aeroporo è stato costruito nel 1920 circa, perchè si è continuato a costruirci intorno???

      2. Scritto da willer

        Appunto non riesci a trovare un paesello simile ? trasferisciti !

    2. Scritto da gigi

      Non è più saggio non sviluppare gli aeroporti a ridosso delle città?
      Guarda che l’ha detto persino Radici….
      Berlino Tempelhof l’hanno chiuso e ne hanno realizzato uno a 30 km
      Ma si sa, i tedeschi sono babbioni, noi invece pensiamo agli orangotanghi

    3. Scritto da Maurizio

      Azzano San Paolo è sorto nel 1200,qualche annetto prima della nascita dell’aereoporto,così pure il centro di Campagnola,Orio al Serio ed anche Colognola . E’una cosa così difficile da capire in ITALIA !!!!!!

      1. Scritto da Roberto

        Milano esisteva già all’epoca degli antichi romani, qualche anno prima dell’aeroporto di Linate, a 2km dalla città di Milano. Eppure i residenti hanno capito che l’aeroporto è più una risorsa e un servizio pubblico piuttosto che un nemico.
        Una cosa così difficile da capire per un popolo sottosviluppato, che ha per solo e unico valore la dea atalanta!!!!!

        1. Scritto da attilio

          condivido da bergamasco e atalantino che però gira un po’ il mondo…

        2. Scritto da cua de paja

          Infatti lo hanno capito talmente bene che hanno rilanciato MALPENSA che oggi supporta il doppio del traffico passeggeri di Linate e un traffico merci pari alla somma di tutti gli aeroporti del nord. Poi come ogni cosa in Italia le beghe di partito, i piani aziendali ridicoli e le infrastrutture da terzo modo hanno tagliato le ali Malpensa. Quando capiremo che gli aeroporti devono essere fuori dal perimerto urbano mentre le stazioni ferroviarie devono essere in città? non amo il calcio !!

        3. Scritto da usiamo il cervello

          Gli abitanti di Redecesio (frazione di Segrate) hanno vinto una causa contro SEA portando a casa 900.000 euro. I decolli a Linate avvengono tutti sopra lo scalo merci e non certo sopra Milano
          Nonostante questo hanno spostato molti voli su Malpensa
          Guarda che l’aeroporto è una risorsa anche se è a qualche km dalla città (come avviene in Europa) mentre noi sottosviluppati lo vogliamo a Porta Nuova
          L’ILVA non ti ha insegnato niente?

        4. Scritto da miriam

          …Roberto, ti suggerirei allora, di acquistare casa a Colognola o in altri quartieri sopra i quali passano gli aerei in decollo e in atterraggio….Chissà se, dopo aver trascorso qualche giornata e qualche nottata in questa tua nuova casa, manterresti la stessa opinione…

        5. Scritto da matteo

          bravissimi i milanesi, infatti lo sa tutto il mondo come si vive bene a milano tra le prime città al mondo come qualità di vita…che pena mi fate poveri milanesi che ogni week end vi sorbite ore di colonne per venire a respirare un po di aria nelle nostre valli…succubi di noi poveri sottosviluppati…..vai all’idroscalo con l’autan domenica prossima bauscia

  8. Scritto da sandokan

    Meno male che in questo paese di fuorilegge esiste ancora una magistratura per cui le regole non sono opinioni. Orio non va chiuso ma la sua attività deve rispettare le prescrizioni a suo tempo da TUTTI concordate nel rispetto del territorio. È cosa così sconvolgente? E se ryan rompe vada ad atterrare in qualche campo di grano!!!

    1. Scritto da bergamasc

      Si…e poi vedi le lamentele per la perdita del posto di lavoro!

      1. Scritto da Luisa

        Da quando è arrivata Ryanair non c’è stata alcuna assunzione in SACBO. Si parla tanto di indotto, ma diciamola tutta c’è stato soltanto un piccolo aumento di turisti dell’Est in città alta, nel resto della città non si vedono proprio i turisti. Pertanto, tutto questo casino di voli e di inquinamento per cosa? Per fare cassa velocemente e soltanto per i soliti già ricchi!

        1. Scritto da andrea

          O_O piccolo incremento di turisti??? lei ha sbagliato città!

          1. Scritto da pòc turist

            Tutti i tuoi commenti andrea sono pro aeroporto e pro inquinamento, sicuro che hai un orio parking, altrimenti non si spiegherebbe tanta testartaggine e prepotenza, nei confronti di tutti coloro che subiscono questa gravissima offesa e violenza.

          2. Scritto da Valerio

            Tutti in città alta e basta. Perché città alta necessitava di altri turisti? Comunque per il disturbo che crea l’aeroporto a migliaia di persone, e per i volumi di traffico (oltre 8 milioni di passeggeri) il ritorno in turismo è RIDICOLO! Era meglio mantenersi i Milanesi nelle nostre valli, portavano più soldi e li distribuivano a più persone e non sempre ai solti già ricchi!

  9. Scritto da giobatta

    se l’hanno fatto in argentina, potremmo farlo anche noi…
    http://www.lastampa.it/2013/07/04/multimedia/esteri/argentina-l-aereo-atterra-in-piena-citta-3uBop7seLy6ospagY5YgmL/pagina.html

    1. Scritto da cua de paja

      Si ma spiega che è un fotomontaggio altrimenti qualche super-mega-manager ci potrebbe fare un pensierinio

  10. Scritto da andrea

    bè facciamo ripagare tutte le perdite economiche (dell’aeroporto e della provincia a questo punto) ai babbioni che continuano a lamentarsi del rumore degli aerei (che però sono sicuro del fatto che se ne servono tranquillamente)

    1. Scritto da Impeto

      E chi ripaga a tutti (non solo ai “babbioni”) le perdite di salute? Mai pensato che le cure erogate dal SSN sono a carico di tutti i contribuenti? Ma certo: anche la malattia e la morte producono PIL!!!! Dimentico sempre che il solo criterio di cui tenere conto è quello economico.

      1. Scritto da andrea

        bè chi vuole vivere sano può trasferirsi nel deserto o in qualche isola tropicale…la realtà è quella che è: esistono le auto, esistono gli aerei e bisogna conviverci (visto che tutti ne facciamo un uso quotidiano e non)

        1. Scritto da vale

          No, non ci siamo proprio. Prima di tutto esistono le regole. E vanno rispettate. Esistono le auto, ma non per questo possiamo entrare con quelle nei parchi. Altrimenti, possiamo anche tornare a parcheggiarle in piazza vecchia. Se ti piace fare esempi, fallo almeno correttamente.

          1. Scritto da andrea

            il mio esempio si riferisce alla vicina autostrada, anche li il traffico aumenta e aumenterà sempre ma come mai nessuno si lamenta?

          2. Scritto da Danilo

            parte del traffico della A4 verrà distribuito sulla prossima BreBeMi, pertanto le ipotesi prossime sono di un alleggerimento del traffico, tranne per quello che riguarda tutti gli 8 milioni di milanesi che arrivano ad Orio. ahimè Perché non alleggerire parte dei voli in eccesso ad Orio, spostandoli a Montichiari?

          3. Scritto da andrea

            sono curioso di vedere quanto verrà alleggerito il traffico dalla brebemi (sempre se verrà mai aperta…)…Montichiari è un aeroporto del cavolo isolato dal mondo, nessuno partirebbe da li e nessuna compagnia aerea farebbe partire aerei vuoti da li!

          4. Scritto da AnnaMaria

            non senti andrea che suona il campanello all’ingresso del tuo orio-parking, non perdere tempo a scrivere simili stupidate, muoviti che è meglio…ci sono i bauscia che ti aspettano.

  11. Scritto da Stefano

    La parola ai residenti….non se ne può più di puzzo di cherosene e rumore ininterrotto, nemmeno un’acciaieria o una chimica è così pestilenziale!!

    1. Scritto da Michele

      Qui ad Azzano il rumore e l’odore di cherosene è diventato insopportabile. Hanno esagerato ed adesso questi politici ed amministratori pagheranno per tutta questa prepotenza! Basta aerei, così bassi e vicini alle nostre case! Basta.

  12. Scritto da gigi

    Il Comune di Bergamo ha fatto ricorso contro i suoi cittadini. Quanti soldi pubblici hanno speso per difendere gli interessi dei soliti noti, mentre i cittadini hanno dovuto pagare di tasca loro per ottenere il rispetto della legge?
    E adesso ci rispondono sul mancato rispetto del divieto dei voli notturni, sulla mancata trasparenza nella divulgazione dei dati del rumore ecc. ecc.

    1. Scritto da Livia

      L’unica cosa che noi cittadini possiamo fare è quella di NON VOTARLI MAI PIU’. Abbiamo già visto i LADRONI A CASA NOSTRA, adesso abbiamo anche GLI INCOMPETENTI PREPOTENTI A CASA NOSTRA! Via i leghisti dai progetti degli aeroporti, Malpensa insegna la realizzazione di un gravissimo disastro economico dettato dagli interessi personali di questo misero partito. Amministratori quali il bandera se ne devono andare per incompetenza e perché al servizio soltanto del SOLDO e non della SALUTE.

  13. Scritto da usiamo il cervello

    Attività “potenzialmente” modeste? Ma state scherzando? Provate ad andare sul sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità a vedere quali sono gli effetti sulla salute delle persone (specialmente dei bambini) alla esposizione a questi livelli di rumore.
    Il Comune di Bergamo adesso deve chiedere a SACBO di ridurre il volato entro i limiti previsti dal VIA (6.174.000 Unita di Traffico, mentre adesso siamo sopra i 10 milioni)

    1. Scritto da andrea

      sopra i 10 milioni? io sapevo circa 8 milioni…