BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Esselunga di via Corridoni “Parcheggio pubblico o no? Qualcuno faccia chiarezza”

Pubblichiamo la seconda lettera del nostro lettore Fabio Bassanello sul parcheggio del supermercato “Esselunga” di via Corridoni a Bergamo, che continua a far discutere: "E' pubblico o no?".

Più informazioni su

Continua la polemica legata al parcheggio Esselunga di via Corridoni a Bergamo, dove lo "strano balletto dei cartelli stradali" così com’è stato descritto, non sembra trovare fine. Ecco la segnalazione che il nostro attento lettore Fabio Bassanello ci ha inviato.

 

Buongiorno, continua la saga del parcheggio Esselunga di Via Corridoni, in Bergamo, e continua con lo strano balletto dei cartelli stradali.

Prima che Esselunga destinasse a pagamento tutta la sua area di parcheggio, sia al primo che al secondo livello sottostanti al supermercato di Via Corridoni, il cartello posizionato davanti alla rampa di via Corridoni recitava "PARCHEGGIO PUBBLICO LIV- 2°". Quindi, forse dopo le numerose polemiche sorte a proposito di questa sgradita decisione, ecco che la mattina dell’11 luglio 2013 appare il nuovo cartello che riporta la medesima scritta "PARCHEGGIO PUBBLICO LIV- 2°". In questo cartello, a parte la gentile concessione grafica del tettuccio sopra la lettera P, viene sostanzialmente riaffermato che al 2° livello si trova un PARCHEGGIO PUBBLICO con i relativi orari di apertura, orari che risultano addirittura ampliati rispetto al cartello precedente.

Ora, sembrerebbe che il simbolo di PARCHEGGIO sia inequivocabile, come d’altra parte ben illustrato dall’articolo 120 – Disposizioni generali sui segnali di prescrizione. Art. 39 Cod. Str. – Segnali di fermata, di sosta e di parcheggio. In conclusione osservo che, in mancanza del pannello integrativo con l’indicazione delle "tariffe per la sosta a pagamento" il parcheggio della ESSELUNGA – LIV. 2° sembrerebbe proprio da considersi un PARCHEGGIO PUBBLICO GRATUITO.

Ovviamente lascio ai responsabili della Polizia Municipale di Bergamo ogni ulteriore, e a questo punto davvero necessario, chiarimento, visto che da un mio personale controllo (datato 11.07.2013 ore 09:15) anche al Livello 2 del parcheggio le sbarre risultano sempre ben abbassate e presidiate da personale della Security.

Grazie per l’ospitalità e cordiali saluti.

Fabio Bassanello 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da PIR LEGGE REGIONALE ADAMOLI

    Il Piano di Recupero INTEGRATO approvato e convenzionato con il comune ha previsto al realizzazione di 12.000 mq di parcheggio ad uso pubblico (invece della monetizzazione) al servizio delle attività previste dal PIR. Non sono parcheggi per tutta la città ma previsti esclusivamente al servizio del PIR, Esselunga per aprire il nuovo supermercato dovette chiudere quello esistente vicino al Bonaldi, I parcheggi sono a disposizione gratuita per tutti i cittadini

    1. Scritto da fabio

      ciao marca

    2. Scritto da Mar

      Chi ha il compito di far rispettare quanto sopra?

  2. Scritto da yuyu

    basta cambiare supermercato…. esselunga di curno, di stezzano, auchan bergamo, auchan curno, iper seriate, iper orio …. e così via tanti altri. mica me lo ha prescritto il medico di andare all esselunga di via corridoni!!!!! Comune di bergamo, perchè taci? dove sei?

  3. Scritto da gigi

    il parcheggio è dell’esselunga pertanto fa bene a chiuderlo a chi parcheggia per andare in posta, nei negozi vicini, oppure lascia la macchina al fresco per andare al lavoro in bergamo

    1. Scritto da baz

      l’esselunga non ha nessun diritto: l’ha “venduto” alla collettività nel momento in cui ha firmato il piano integrato. Ora sta cercando di riprenderlo, come se io recintassi un tratto di strada, molto semplice. Solo che loro sono più ricchi di me e possono arrivare a farlo in questo posto.

    2. Scritto da Fabio

      Vedo che si continua a CONFONDERE la PROPRIETA’ col diritto d’uso PUBBLICO, che discenderebbe da una CONVENZIONE tra ESSELUNGA e il COMUNE.

      SALVO SMENTITA UFFICIALE – OVVIAMENTE !

      Sembra quasi che anche tra i CONCITTADINI ci sia qualche SORDO che non vuol SENTIRE.

      Mah … pensala un po come ….. ve pare !!!

      1. Scritto da Mar

        Sono d’accordissimo!!! Convenzione o non convenzione la questione è che, se il parcheggio è privato ad uso pubblico (come indicano i cartelli), non può essere chiuso con sbarre negli orari che il cartello indica… ciò anche se è di proprietà privata!

  4. Scritto da Mar

    Credo che considerate le innumerevoli soste selvagge in zona a tutte le ore… vuoi per la Posta, per la farmacia e per i negozi adiacenti ad Esselunga… l’unica cosa certa è che autorizzare un così elevato numero di attività commerciali avrebbe dovuto far riflettere il Comune di Bergamo in considerazione dell’assenza di parcheggi pubblici idonei in zona.

    1. Scritto da gigi

      autorizzare in base alle numerose attività ? allora quelle nuove le fcciamo aprire a Zmbla ? si lasciano aprire le attività e chi vuole usa i mezzi pubblici o i parcheggi a pagamento…………allora S caterina, via s.alessandro, via tasso ecc ecc ?

      1. Scritto da Mar

        Forse ti sfugge la “norma” che, per avere l’autorizzazione ad aprire attività commerciali come quella di Esselunga, devi garantire spazi da adibire a parcheggio pubblico…. non mi risulta che nelle vie da te indicate esista un’attività commerciale di dimensioni tali! Per quale motivo credi sia stato adibito a parcheggio pubblico fino a poco tempo fa? A cosa pensi servisse la convenzione?

    2. Scritto da Fabio

      Io credo che a suo tempo il Comune ci pensò, e bene, sottoscrivendo una apposita Convenzione con Esselunga … ma oggi questa Convenzione sembra che non abbia più nessun valore ;-) …

      1. Scritto da Mar

        Il fatto che “oggi questa convenzione sembra non abbia più nessun valore” è l’evidenza che a suo tempo il Comune non ci pensò proprio bene. Ci sono attività per così dire di “utilità pubblica”… una biblioteca, una farmacia e uno studio medico con ben 3/4 medici della mutua. Ma evidentemente questi cosiddetti servizi al cittadino non contano nulla… conta di più “tutelare” Esselunga. Scandaloso!

        1. Scritto da Fabio

          Hai perfettamente ragione.

          Quello che mi scandalizza è che in tutto questo mese nessuno del Comune abbia trovato il tempo per emettere una comunicazione ufficiale che facesse chiarezza sull’argomento.

          Per loro sembra molto meglio attendere Settembre, così i CITTADINI troveranno le cose già fatte … come al solito.

          1. Scritto da Mar

            Fino a quando la cosa più importante sarà l’interesse economico noi cittadini non avremo nessun diritto… nemmeno quello di sapere. Forse le tue lettere e le imminenti elezioni comunali attireranno l’attenzione di qualcuno. In tutti i modi è stata chiesta una “mano” ad Esselunga… ti risparmio di conoscere le vergognose risposte tra cui: “forse doveva meglio valutare l’acquisto di una casa vicino ad un parcheggio”!

          2. Scritto da Fabio

            Ma davvero tu pensi che le imminenti elezioni servano a far almeno riflettere i ns. Amministratori ???

            Sarà forse per il caldo, ma io vedo un menefreghismo TOTALE verso le esigenze quotidiane dei CITTADINI.

            Auguriamoci davvero che qualche anima di buon cuore faccia le opportune verifiche …

  5. Scritto da Pluto

    Dappertutto i parcheggi dei supermercati sono… pubblici (altrimenti come ci arrivano i clienti?) ma questo non vuol dire che la proprietà non sia privata (del supermercato o chi altro) e quindi la proprietà lo apre-chiude secondo sue regole o disponibilità dell’addetto. In genere é per una questione di igiene e sicurezza.

    1. Scritto da Fabio

      E infatti nessuno parla di PROPRIETA’ ma di PUBBLICO PARCHEGGIO, e l’oggetto del contendere risiede nel dover stabilire se esso sia GRATUITO oppure a PAGAMENTO

  6. Scritto da Luciano

    Se comunque si mettesse un cartello con le indicazioni della tariffa sarebbe chiaro a tutti.
    Luciano

    1. Scritto da Fabio

      Esattooooo … non mi sembra poi così difficile, se hanno il diritto di far pagare il loro PARCHEGGIO PUBBLICO lo scrivano sui cartelli. Tutto qua.

  7. Scritto da corrado

    E’ già: chissa come mai quando si parla di pubblico tutti intendono GRATUITO!!

    1. Scritto da Fabio

      Si prega di LEGGERE dove si afferma che: “… in mancanza del pannello integrativo con l’indicazione delle tariffe per la sosta a pagamento il parcheggio dovrebbe intendersi gratuito …”

  8. Scritto da gigi

    ho sentito dire… che questi provvedimenti son stati presi perche’ qualcuno, anzi tanti qualcuno, scambiavano il parcheggio per il box di casa propria

  9. Scritto da az

    ma PUBBLICO significa GRATUITO? Oppure un parcheggio così definito può anche essere a pagamento

    1. Scritto da Fabio

      Si prega di LEGGERE dove si afferma che: “… in mancanza del pannello integrativo con l’indicazione delle tariffe per la sosta a pagamento il parcheggio dovrebbe intendersi gratuito …”