BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Atalanta va a Rovetta con tante incognite e una certezza: il Tanque

Il mercato stenta a decollare e nell'ipotetico scacchiere di Colantuono mancano ancora diversi tasselli. Ma il tecnico di Anzio potrà ancora contare sul suo bomber, lo stesso capace di realizzare 31 gol nelle ultime due stagioni.

Più informazioni su

E’ un mercato che stenta a decollare quello dell’Atalanta. I botti non si sono ancora visti e tra le mille voci di mercato resta solo tanta, tantissima incertezza. Colantuono sperava d poter partire per il ritiro di Rovetta con l’ossatura della squadra già impostata, invece dovrà iniziare il grosso dei lavori con il cellulare a portata di mano in attesa di notizie dal dg Marino.

Quella partita per la Val Seriana, infatti, più che una rosa completa pare un cantiere a cielo aperto. A partire dalla difesa, dove si è ancora alla ricerca del vero sostituto di Manfredini, l’uomo giusto da affiancare alla potenza di Stendardo. Si sono fatti i nomi di Acerbi e di Yepes ma, per il momento, non è arrivato nessuno se non il giovanissimo Nica (classe 1993) che, perfetto per l’out difensivo di destra, andrà a colmare il vuoto lasciato da Masiello ormai un anno e mezzo fa quando il suo nome iniziò a circolare in quel di Cremona.

A centrocampo il buco lasciato da Biondini è stato tappato dall’arrivo di Migliaccio, un acquisto che ha diviso la piazza: troppo vecchio per qualcuno, un ottimo colpo per altri. Sarà il campo a dare la risposta, con la linea della mediana che è pronta ad accogliere a braccia aperte il mastino napoletano, uno che ben conosce l’ambiente nerazzurro.

E poi c’è l’attacco con tutte le sue incognite. Chi può affiancare Denis in un ipotetico tridente? Sicuramente Bonaventura. E poi? Livaja in fascia non pare particolarmente indicato, Moralez deve ritrovare l’antico splendore, Brienza non sembra rientrare nei piani del Cola, Marilungo deve ancora guarire e puntare tutto su De Luca sarebbe un’autentica scommessa. Insomma, anche qua qualcosa si dovrà muovere, qualcuno dovrà arrivare. Difficilmente sarà Miccoli.

Nel frattempo, tra mille punti di domanda, anche il tecnico di Anzio si gode qualche certezza. E’ quella rappresentata da Consigli, che rimarrà a Bergamo a meno di clamorosi scossoni, così come Stendardo, Cigarini e Bonaventura. Senza dimenticare il Tanque Denis, colui che in due anni ha trascinato i nerazzurri alla doppia salvezza con la bellezza di 31 gol. L’Atalanta, insomma, riparte da lui anche questa volta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Veronika

    Ad oggi la squadra è più forte rispetto all’anno scorso, a mio avviso.
    Abbiamo inserito un terzino destro e abbiamo confermato l’ossatura Consigli-Stendardo-Cigarini-Bonaventura-Denis.
    Però il mercato finisce il 2 settembre, ma sembra senza un articolo a settimana con almeno una punta di critica nei confronti di Marino qualcuno in redazione vada in astinenza.
    Un peccato, perché alla lunga a risentirne è la vostra credibilità.

  2. Scritto da AAA cercasi attaccante

    Se Consigli rimane a Bergamo è solo perché non è richiesto. So continua a far credere di avere un grosso portiere, mentre è forse nella degli altri. In attacco non si può solo fare conto su Denis e sperare negli altri, serve un buon attaccante, ma non a gennaio!!!

  3. Scritto da daniele

    queste tante incognite non le vedo, manca solo un difensore centrale e un attaccante come vice-denis… se ardemagni andasse via. sono rimasti consigli,cigarini,bonaventura e denis…a maggio dicevate che consigli e jack erano partenti sicuri…

  4. Scritto da Giorgio

    Possibile che siate sempre così malmostosi e cacasubbi sull’Atalanta? Come linea editoriale mi sembra una 103lmo197, i fatti degli ultimi due anni vi hanno smentito ogni volta. Finitela di tenere questa posizione, siete ridicoli. Ve lo dice un signore anziano, tranquillo e tifoso senza eccessi. Il risultato che ottenete è la perdita di credibilità e quindi un calo di lettori. Contenti voi e il vs amico Passirani, davvero ridicoli.

    1. Scritto da d

      Ridicoli cosa? Si rilassi, visto che dice di essere anziano….