BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torino-Orio al Serio: bus diretto collega la Mole all’aeroporto

Da lunedì 15 luglio entra in servizio un bus navetta che collegherà direttamente l'aeroporto di Orio al Serio a Torino: fermate anche a Novara e Santhià. Previste inizialmente due corse al giorno: alle 6.15 e alle 16 partenza dall'autostazione di corso Vittorio Emanuele a Torino. Costo 20 euro.

Da Torino a Orio al Serio con un bus express: da lunedì 15 lulgio l’aeroporto "Il Caravaggio" sarà collegato alla città della Mole con due corse dirette al giorno. La prima alle 6.15 del mattino e una seconda alle 16 dall’autostazione di corso Vittorio Emanuele a Torino. Da Orio la navetta express partirà alla volta dal capoluogo piemontese a mezzogiorno e alle 20. Non solo Torino, naturalmente. Ma anche Novara e Santhià. Lo scalo di Orio supera per importanza pensino l’aeroporto di Caselle, essendo il quarto aeroporto per passeggeri in Italia dopo Roma-Fiumicino, Milano-Malpensa e Milano-Linate

Orio è appertibile per i torinesi e piemontesi per le numerose destinazioni in Italia e all’estero collegate con i voli della compagnia low cost Ryanair. A proporre la navetta express Torino-Orio al Serio è la Sadem, storica azienda dei trasporti italiani con base nel capoluogo torinese.

Il viaggio, che necessita di prenotazione del biglietto, prevede alcune fermate intermedie: Torino Porta Susa (in corso San Martino/piazza XVIII Dicembre); Torino Nord (corso Giulio Cesare angolo piazzale Autostrada – Fermata Sadem nel controviale davanti a Auchan); Santhià (Casello A4); Novara Ovest (Casello A4).

I prezzi partono da 20 euro per una corsa semplice e solo andata. Ma si scende a 18 e a 16 se si prende il bus da Santhià e Novara.

Per ulteriori info: 800.801.600, Sadem 011.3000611 oppure il sito web www.sadem.it. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da laura

    è una vergogna!!!! tre collegamenti al giorno, 3 ore di viaggio 50 euro andata e ritorno????? sono proprio indignata…..

  2. Scritto da Stefano

    Io credo mi trasferiro’ a Taranto….si respira aria migliore

  3. Scritto da gigi

    Mi pare che lei non sia molto ferrato in geografia. Il paese di Montichiari è a 8 km dall’aeroporto e NON E’ SOTTO LE ROTTE DI DECOLLO !!!! (c’è tutta la Zona vincolata dell’aeroporto militare di Ghedi
    Perchè bisogna chiuderlo l’aeroporto di Orio? Basta mantenerlo nei limiti previsti dalla legge e renderlo compatibile con chi ci abita (e permetterle di prendere l’aereo per andare in vacanza)

    1. Scritto da il polemico

      per mio parere,ogni ampliamento di attività produttiva implica dei disagi.si tratta solo di vedere la differenza tra l’era pre-low cost,e l’attuale.il gigi ipotizza lo spostamento del grosso del traffico a montichiari,cosi pure brescia avrà i suoi precari,mentre quelli di bergamo,che verranno licenziati,non avranno almeno più lo status denigrante di precario…ma poi,se montichiari che c’è da anni,è piuttosto snobbato,ci sarà un motivo?per me orio è il massimo in fatto di spostamenti

    2. Scritto da andrea

      chi ci vive ha scelto di farlo, non è stato obbligato; ora non venga a piangere! non vi va bene lo sviluppo di orio? trasferitevi a Motichiari che è a 8km dall’aeroporto!

  4. Scritto da romina

    assurdo solo due corse al giorno e tre ore di viaggio!!!!

  5. Scritto da sandokan

    la pazzia allo stato puro!! Piemontesi che partono di notte 40 euro, 2 ore di viaggio se va bene passando davanti a 3 aeroporti più vicini per prendere la ryan a 19.90 nell’aeroporto di bergamo, o meglio in bergamo centro… Altro che tutela del territorio!!! Buffoni!!

    1. Scritto da il polemico

      sei mitico,tu partiresti da un aereoporto vicino pagando 250 euro in più che a bergamo?e se è una famiglia di 3 persone,sono la bellezza di 750 euro risparmiati……dici che non valgono 4 ore di pulmann?anni fa,partenza da verona,costo 370 euro per una città auropea,partendo da bergamo,80 euro con low cost.un veronese lo avresti considerato allocco se partiva da bergamo?mahhhh

      1. Scritto da sandokan

        Vedo che non cogli il punto! Chiediti perché ryan è stata cacciata da verona, sta smobilitando a torino in favore di cuneo, per non parlare della vergogna di calabria e sicilia! Bergamo paga un prezzo carissimo in tutti i sensi, monetari e ambientali, sacbo è pubblica oltre il 40%, quindi il biglietto ai torinesi lo paghi tu!!!! Mentre le strade provinciali restano piene di buche….

        1. Scritto da il polemico

          ascolta,si può spettegolare su ryan air tutto quello che si vuole,ma se 8 milioni solo a bergamo prendono i loro voli,ci sarà qualcosa che loro danno e altri no.bergamo paga carissimo,ma quante migliaia di posti di lavoro ha portato sta ryanair?anche dalmine ha una grande fabbrica che procura disagi,e che facciamo?’chiudiamo tutto?quello del biglietto che al viaggiatore lo paga la sacbo non lho capita.se poi realmente bergamo è piu appetibile di torino,sarà il viaggiatore a deciderlo

          1. Scritto da usiamo il cervello

            Basta con sta favola dei posti di lavoro. I dipendenti fissi di SACBO sono solo 350, più qualche centinaio di precari dell’indotto. Ryanair ha aumentato il numero dei voli riducendo il personale (check on line etc.)
            Dalmine ha una grande fabbrica che rispetta le leggi sull’inquinamento, l’aeroporto di Orio non rispetta limiti e prescrizioni del VIA, solo perchè è gestita da enti pubblici.
            I costi ambientali sono sicuramente superiori ai benefici
            Se non fossimo un paese di baluba….

          2. Scritto da il polemico

            niente ryanair,cosi niente precari,tutti a casa senza nemmeno lo stipendio da precario,è questo il succo del tuo discorso?e ti rammento che la dalmine ogni giorno muove centinaia di mezzi tra camion e auto…quello non è inquinamento,perchè come disse uno svalvolato su questo sito tempo fa,se l’inquinamento viene diviso per gli inquinanti,risulterà che nessuno inquina,peccato che chi respira non possa dividere lo smog ma se lo becca tutto….tu mai preso aereo immagino

          3. Scritto da gigi

            Ogni aereo in decollo inquina per l’equivalente di duemila autoveicoli (dati dell’università di Roma): quindi ogni giorno Orio scarica sulla città l’equivalente di DUECENTOMILA macchine (altro che centinaia) con picchi di rumore che superano i 100 db
            Se facciamo lavorare anche qualche precario a Montichiari non è meglio?

          4. Scritto da andrea

            trasferire “qualche” aereo a montichiari non le farebbe sicuramente respirare aria pulita!! ma invece che DUECENTOMILA macchine, saranno CENTOCINQUANTAMILA……

          5. Scritto da il polemico

            quindi se uno deve prendere l’aereo,in quale aereoporto deve andare?tutti hanno stessi problemi di inquinamento,o chiudiamoli tutti e torniamo ad inizio 900.fai tu la spola tra bergamo e montichiari per andare a lavorare?o lasciamo i precari senza lavoro qui per darli a quelli di brescia?.quindi spostiamo pure la dalmine a montichiari,cosi loro hanno centinaia di nuovi posti e noi centinaia di nuovi disoccupati..dobbiamo farci la guerra dei poveri tra noi?

          6. Scritto da usiamo il cervello

            Tutti hanno stessi problemi di inquinamento?
            Castenedolo, che è il paese più vicino all’aeroporto di Montichiari è a 8 km, Campagnola a 800 mt. Colognola a 2 km, Porta Nuova a 3 km
            Non credo ci sia bisogno di altri commenti, se uno vuol ragionare seriamente….

          7. Scritto da il polemico

            e montichiari a quanto dista dall’aereoporto di montichiari?ripeto,cosa dobbiamo fare di orio al serrio?’chiuderlo?perchè anche diminuendo i voli,porta nuova rimane sempre a 3 km,io non so se tu sei mai partito da orio,ma dubito che se lo hai fatto,ti sei mai posto il problema di come il tuo volo inquini colognola….però lo hai preso ugualmente

  6. Scritto da usiamo il cervello

    Torino ha un aeroporto (Caselle) che pur essendo molto più lontano dalla città è chiuso ai voli notturni.
    La legge (DPR 476/1997) vieta l’attività degli aerei dalle 23 alle 6 negli aeroporti in cui si superano i 60 dB Lvan.
    A Orio il rumore è molto più alto (a Cassinone anche 69 db che signiffica tre volte tanto!!) eppure nessuno fa rispettare il divieto.
    Lettere inviate a Comune, Provincia Regione e Ministero non hanno mai avuto risposta!!!
    Perchè BG NEWS non ne parla mai?

    1. Scritto da andrea

      che ansiaaaaaa!!

  7. Scritto da Davide

    Serve il treno!!