BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Tecnofreight-Logimar “Contro la crisi investiamo in formazione”

Il personale del gruppo Tecnofreight-Logimar di Osio Sotto a lezione da Matteo Gatti, il “boss della vendita” del talent show “The Apprentice”

Per combattere la crisi, il gruppo bergamasco “Tecnofreight – Logimar” investe in formazione. Affidandosi, alla prima di una serie di eventi, al numero 1 dei venditori in Italia, Matteo Gatti, già premiato come “miglior agente d’Italia” e finalista del talent show “The Apprentice”, condotto in Italia su Cielo da Flavio Briatore, che a settembre arriverà in città con la sua BP Academy per un percorso dedicato al personale del gruppo di spedizionieri di Osio Sotto e Carobbio degli Angeli.

Marcello Saponaro di Logimar spiega: “In tempo di crisi la formazione aziendale, quella che si impara col mestiere, non è più sufficiente. Lo spedizioniere è un mestiere dove non si smette mai di imparare, la formazione è permanente: c’è sempre una regolamentazione nuova, una tipologia nuova, una destinazione nuova da raggiungere per soddisfare il cliente che importa o esporta il prodotto o la materia prima”.

Il ruolo dello spedizioniere negli anni è cambiato.

Matteo Saponaro di Tecnofreight afferma: “Oggi imparare a gestire bene la spedizione non basta più, dobbiamo imparare a gestire bene anche il cliente: fare le giuste domande per ottenere le giuste risposte e offrire il servizio più appropriato. Diventare "Boss della vendita" inizia dal centralino, prosegue nei reparti operativi, termina nell’area commerciale, e questo vale non solo per il nostro settore, ma per tutte le attività industriali e dei servizi”.

Per questo le società del gruppo “Tecnofreight – Logimar” si sono rivolte a BP Academy, società che Gatti ha fondato nel 2013 insieme a Daniele Barbone di BP SEC e a Fabrizio Fontana, attore e umorista. Al corso di formazione commerciale, motivazionale, di comunicazione e relazione con la clientela, in agenda per il prossimo sabato 21 settembre dalle 9 alle 18, parteciperanno una trentina di dipendenti dei reparti operativi e commerciale che si sono iscritti gratuitamente su base volontaria dei circa 60 di Tecnofreight e Logimar.

Marco Saponaro aggiunge: “Questo è solo l’inizio di un percorso di formazione che vogliamo integri l’apprendimento quotidiano in azienda . BP Academy nasce per formare le eccellenze in diversi settori e noi ci sentiamo già parte dell’eccellenza nei servizi di spedizione per le aziende italiane ma sappiamo che non basta sapere tutto di container, break bulk, aeromobili e lettere di credito per fornire il miglior servizio. Si deve anche interagire nel miglior modo con il cliente".

La prima giornata di formazione, il 21 settembre, sarà strutturata con momenti di formazione, conoscenza e di confronto lungo l’rco di tutta la giornata. La mattina inizierà alle 9 con la registrazione dei partecipanti, menre alle 9.30 prenderanno il via le conferenze che saranno incentrate sull’Italia oggi, il sistema anticrisi, le leve motivazionali, passione ed entusiasmo, fame e cattiveria. I lavori riprenderanno al pomeriggio, dopo la pausa pranzo dalle 13 alle 14. I temi centrali affrontati nella seconda parte della giornata saranno il percorso e l’organizzazione, la scheda cliente, la reperibilità e il focus, il camaleonte, l’importanza dei primi 20 secondi, come saper mantenere il cliente, il linguaggio del corpo e l’interazione. Il corso si concluderà alle 18.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da citi

    Complimenti. Veramente. Per aver capito che le risorse interne vanno valorizzate e non demotivate.