BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il ministro tira dritto e i leghisti contestano Guarda il video fotogallery video

Non un saluto, non una parola, non uno sguardo. E i leghisti si arrabbiano. Il ministro Cécile Kyenge è arrivata in università a Bergamo per partecipare al convegno organizzato dal segretariato migranti della diocesi bergamasca. Ad attenderla un gruppo di leghisti capitanati dal sindaco di Spirano Giovanni Malanchini, dal suo assessore di colore Toni Iwobi.

Più informazioni su

Non un saluto, non una parola, non uno sguardo. E i leghisti si arrabbiano. Il ministro Cécile Kyenge è arrivata in università a Bergamo per partecipare al convegno organizzato dal segretariato migranti della diocesi bergamasca. Ad attenderla un gruppo di leghisti capitanati dal sindaco di Spirano Giovanni Malanchini, dal suo assessore di colore Toni Iwobi, dal capogruppo del Carroccio a Palafrizzoni Alberto Ribolla e dall’ex consigliere regionale Roberto Pedretti. Gli esponenti della Lega Nord hanno sfoggiato magliette con le scritte “Iwobi con i padani, Kyenge con i clandestini” e anche uno striscione: “Tony ministro, Kyenge solita minestra”.

All’arrivo dell’esponente del governo Letta il primo cittadino ha cercato di incontrare Cècile Kyenge chiamandola a gran voce nel portico dell’ateneo. Lei però ha tirato dritto scatenando l’ira dei leghisti. Attimi di tensione quando Orazio Amboni, sindacalista della Cgil, ha evocato Trota (Renzo Bossi), lauree comprate e diamanti. Qualche scaramuccia verbale, ma nulla di più. Al convegno ha partecipato anche Antonio Ingroia, candidato alle ultime elezioni per Rivoluzione civile. I leghisti, rimasti fuori, non l’hanno presa bene: “Fa piacere che l’ufficio migranti e il vescovo considerino di più Ingroia del sindaco e del presidente della Provincia” – attacca Ribolla. “Le nostre sono proposte serie e non cam,pate per aria, lo ius soli non ci convince – spiega Giovanni Malanchini -. Prima di contestare però vorremmo dialogare. Se non ci è concesso neanche di avere un dialogo con il ministro è inutile. Io sono un cittadino italiano, lei è un ministro della Repubblica italiana. Domani faremo la Padania e diventerò un cittadino padano. Ne sarò ben lieto”.

Guarda il video

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luciano

    C’erano una dozzina di anti-Kyenge??? Ma dai, trovo più gente io per la partitella a calcio tra amici di questi “indignados” leghisti? Battuta a parte di fronte a proteste così sparute non mi meraviglierei del fatto che il ministro abbia tirato dritto.

    1. Scritto da Pandina

      Sai, il pomeriggio c’è anche qualcuno che lavora e che non può permettersi di perdere il posto per venire ad esprimere le proprie opinioni. L’educazione di rispondere deve esserci sia che la domanda sia posta da una sola persona o da cento.

  2. Scritto da Nicola

    dimenticavo! scandalosi i “io la Laurea me la sono presa, 110 e lode”. Se il livello culturale dei 110 e lode è questo siamo a posto. Non lamentatevi che non c’è lavoro, rimboccatevi le maniche e cercatelo! Io sono laureato 110 e lode (come voi), continuo gli studi e lavoro contemporaneamente, rimanendo al passo con gli studi. Un mostro? no, semplicemente se voglio studiare devo lavorare, mi rimbocco le maniche e mi faccio il c**o quadro e il lavoro lo trovo. A me i buffoni sembrate solo voi.

  3. Scritto da benito

    perché sbarcano in Italia ? la colpa è dei comunisti e della chiesa

    1. Scritto da mario59

      Infatti negli ultimi anni quando ci sono stati i momenti più drammatici e i livelli più alti di immigrazione, al governo c’era PDL e LEGA che con la loro Bossi Fini, oltre a far soffrire ulteriormente un sacco di persone già colpite dalla sventura, hanno fatto fare una figura grama all’Italia e agli Italiani in tutto il mondo.

      1. Scritto da benito

        appunto la colpa è dei comunisti e chiesa che non lasciano fare bloccano tutto e danno dei razzisti alla lega
        ciapa ol camel e la barcheta e turna a ca

      2. Scritto da Gaetano Bresci

        ma dai Mario, non sprecarti a rispondere a certi …….. commenti, che , da soli, rivelano il grado di IQ di chi li scrive.

  4. Scritto da lupo

    Qui non si vuol contestare ne la Lega ne il PD ne altro.
    Si vuol contestare un ministo della Repubblica Italiana che non si degna di avere un rapporto civile con chi non la pensa come lui.

    1. Scritto da luposenzadenti

      per parlare con un ministro si prende appuntamento contattando la sua segreteria.Pensa che addirittura i sindaci e anche gli assessori di paesini sono disponibili solo su appuntamento, tipo Spirano.

    2. Scritto da Giorgio

      Bisognerebbe che tu spiegassi perchè un ministro che viene a bergamo per altro dovrebbe incontrare chi dici tu . Forse che gli altri i ministri tutte le volte che si muovono incontrano chi dici tu ? E’ un ridicolo pretesto ed una provocazione della lega , fosse stato un altro minstro non sarebbe accaduto assolutamente nulla.

      1. Scritto da ivano

        condivido pienamente Signor Giorgio!!!!

  5. Scritto da augusto

    la Kyenge ha rivelato molta serenità e preparazione, e questo infastidisce non poco i leghisti, che sanno da parte loro di non avere più argomentazioni convincenti e veramente propositive da opporre, se non ormai le loro solite goliardate e slogan urlati nel nulla

    1. Scritto da Angusto

      A me infastidisce e non poco,quello che vorrebbe fare la ministra,il suo programma! Posso dirlo o vengo additato come razzista? Riguardo agli argomenti e alle proposte ce ne sono quante vuoi,siete voi che le liquidate con i soliti slogan.

      1. Scritto da Sentiamo

        Per caso ce n’è una di Boso ? Ce la puoi raccontare ?

  6. Scritto da Roberto

    invito i sostenitori del ministro in questione a dimostrare con i fatti la loro bontà d’animo.
    date un posto letto in casa vostra ad ogni immigrato clandestino che sbarca in Italia.
    Forza dimostratelo!

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Per i posti letto, ma anche gli asili nido, le scuole, i trasporti, i corsi di formazione professionale, gli ammortizzatori sociali io pago sempre tutte le tasse che il governo, di qualsiasi colore sia, chiede. Lei le paga?

      1. Scritto da pierpa

        Asilo..nel mio comune on c’è posto per mia figlia, dovrò andar fuori paese e probabilmente in struttura privata. Però ci sono famiglie che hanno 2/3 figli iscritti e “passano avanti” per reddito. Peccato che siano in paese da 2 anni ed io le tasse allo stesso le verso da 17 (da quando lavoro). Non è questione di razzismo ma davvero ti senti STUPIDO e DENIGRATO ad esser onesto ed italiano.

      2. Scritto da Roberto

        mi chiede se lei io pago le tasse? mi prende in giro?
        sono stufo di pagare tasse che vanno buttate al vento anche per sostenere individui che hanno la pretesa di essere curati e rifocillati.entrino regolarmente in italia, paghino gli oneri burocratici ,lascino una caparra e se c’è lavoro sono ben accettati.
        ne piu ne meno come in Australia

    2. Scritto da Bernardo

      Invito ogni sostenitore padano che crede che i clandestini rubino il lavoro a prendere il loro posto e lavorare a cottimo nei campi o ad avere un bel lavoro in nero sottopagato.

      1. Scritto da parità

        Qui non si tratta di padano o non padano. Mio figlio è italiano, laureato. Forse lei vive in un altro mondo, in questo periodo chi vuol lavorare è costretto ad accettare condizioni quasi schiaviste, orari e salari in primis.Un consiglio approfondisca le condizioni di lavoro di certe si fa per dire cooperative.

  7. Scritto da il polemico

    che molti commneti buzzurri scritti da gente che ne vale di meno.la lega contesta la proposta di una legge fatta da questo ministro per togliere la clandestinità come reato,e di fatto spalancare le porte non a tutti,ma a tutti moltiplicato all’infinito,immagino che siete tutti favorevoli a questa idea.mahhh

    1. Scritto da Bernardo

      perche’ secondo te i disperati che partono sono al corrente che esiste una legge sull’immigrazione clandestina?

      1. Scritto da Giovanni

        Lo sanno bene che in italia la legge c’è ma sx e chiesa noin vogliono che si applichi.Proprio per questo vengono qui e non vanno a malta,grecia,spagna,francia,ecc.Gli accordi con la Libia del min.Maroni avevano bloccato il commercio di schiavi con lampedusa,ma monti e letta con la kienge lo preferiscono.

      2. Scritto da Samuele

        E perché secondo te non c’è chi specula su questi poveretti? E pensi che questa ministra non abbia le mani in pasta? Se vuole modificare le leggi italiane ne proponga di migliori, non solo per suo tornaconto…

  8. Scritto da Gaetano Bresci

    atto patetico e spregevolmente razzista contro una povera donna senza poteri, messa lì da un esecutivo impresentabile a far da specchietto per le allodole (ma anche colombe e avvoltoi ).

  9. Scritto da Cittadino

    Forza LEGA NORD!!!

  10. Scritto da benito

    it.wikipedia.org/wiki/Cécile_Kyenge‎
    il padre ha 4 mogli e 39 figli alla faccia magari tutti in italia

  11. Scritto da Alessandro

    Bravo Pedretti!Per la gente, in mezzo alla gente.Anche se ora non sali più su nessun palco, ti fai sempre riconoscere per le tue azioni.Ma perchè non hai portato Tarci?Lui sì che è forte in quei contesti.Grandissimo Pedretti

  12. Scritto da Daniele

    Quanta vergogna in una sola città!

  13. Scritto da Luca Lazzaretti

    La cosa che lascia stupefatti è come una persona seria come il sig Iwobi, si lasci strumentalizzare in modo così eclatante dal sindaco di un paesino della bassa…

  14. Scritto da marco

    avranno anche buona parte delle ragioni. … ma che figura da cabarettisti senza arte né parte.

  15. Scritto da leghistipenosi

    ma per convicerla a fermarsi cosa hanno fatto? gli hanno proposto la cerimonia dell’ampolla del PO’? Gli hanno mostrato la laurea del trota? Gli hanno mostrato la foto della barca dell’altro trotone? Se l’avessero fatto con me gli avrei dato un euro dicendo: ” Tenga buon uomo leghista.”
    Ma davvero uno di quelli è sindaco?

  16. Scritto da Luca

    Grandissimi!!

  17. Scritto da micaela

    Pedretti se gli regalavi uno dei gadget tecnologici che hai comprato coi nostri soldi magari si fermava….

    1. Scritto da rodolfo pandolfini

      @Micaela – Una battuta fantastica!

  18. Scritto da Non col vento

    Poveretti, andrebbero rieducati in catene a Fenestrelle come ai bei tempi!

  19. Scritto da beppe

    pero questi legaioli … acquistano i titoli di stato della tanzania con i soldi pubblici ( delle nostre tasse ) del rimborso elettorale e i diamanti del sud africa ( sempre con i soldi presi dalle nostre tasche ) e poi vanno a contestare la ministra di colore. davvero dei poveri diavoli che non sanno più che pesce pigliare ( pescassero le trote ) per darla a bere allo zoccolo duro del 3,6% della base elettorale … ma ‘ndì a cà manega de burlocc !!!

  20. Scritto da Franca

    Io non sono leghista ma non trovo giusto che un ministro si rifiuti di parlare con un sindaco, simpatico e antipatico e di qualunque partito esso sia. Un sindaco e eletto dai cittadini e li rappresenta

    1. Scritto da Morgana

      Pensa che addirittura il Sindaco di un comunello come Spirano riceve su appuntamento…

      1. Scritto da Padano

        Se è così bisogna contestarlo come va contestata la ministra.

        1. Scritto da Narno Pinotti

          Tutti i sindaci di tutti i paesi ricevono su appuntamento! Fa Lei il giro di tutti quanti a contestarli uno per uno o magari si ferma a meditare se ha detto una sciocchezza?

        2. Scritto da Morgana

          Programmare appuntamenti serve a meglio gestire il proprio tempo ed il lavoro, pianificare impegni ed appuntamenti è logico e normale per molti lavori (dal dirigente al parrucchiere), non vedo perché si dovrebbe contestare a sindaci e ministri..

  21. Scritto da al

    1) Il ministro dell’integrazione non si occupa di clandestini.
    2) E’ il ministro dell’interno che si occupa di clandestini.
    3) Il ministro dell’integrazione non ha fatto nessuna proposta di legge ufficiale e anche la facesse verrebbe discussa dal parlamento nel quale ci sono anche dei vostri deputati.
    4) E’ inutile che cavalchiate inutilmente la solita minestra ma è vero anche che purtroppo, e non per colpa d’altri, è l’unico argomento che vi è rimasto. Auguri.

    1. Scritto da La verità fa male

      1) se non si occupa di clandestini, allora di cosa si occupa? oppure la verità (che fa male, ai politically correct) è che occupa solamente una inutile poltrona? 2) il ministro dell’integrazione DEVE presentare una proposta di legge! è pagata per presentare proposte di legge e per discuterle, se necessario mediando, non per non fare nulla 3) la solita minestra è per l’appunto la “solita minestra” per l’inerzia dei governi degli ultimi 30 anni PD COMPRESO

  22. Scritto da Trota

    Ha ma c’era pure Rebecca, allora c’era tutta la gente che conta…

  23. Scritto da Boson de Bosonis

    Domani ho una riunione di lavoro, non vorrei che qualcuno si offendesse e si presentasse con scritta sul lenzuolo .

  24. Scritto da Pippo

    Domani farete la padania ? A che ora ?

  25. Scritto da gianni

    Un po’ arrogante lo è.

  26. Scritto da Massimo

    Che manega de sfigacc

    1. Scritto da enrico

      te de pio

  27. Scritto da Im Westen nichts Neues

    Kyenge sgradevolissima, nel suo disprezzo, esibito verso chi non la pensi come lei in materia di immigrazione. I leghisti un tantino patetici, lì ad aspettare l’occasione per poter piagnucolare un po’. Il migliore è Amboni, che, con tutto il tempo libero di cui ha goduto nella vita, ha avuto il tempo di affinare le proprie battute da cabaret. Insomma, mancava Dario Fo e poi sarebbe stato tutto un parterre di premi Nobel. E i problemi restano, tali e quali…

    1. Scritto da Georg

      Non è “di chi non la pensa come lei” , ci rifletta , la faccenda è un po’ diversa. Anche Boso non la pensa come lei , mi capisce ?

    2. Scritto da mille957

      non ti conosco, ma sottoscrivo tutto … compreso l’Amboni che conosco dai tempi in cui stavo nell’MLS, e sottoscrivo ….

  28. Scritto da DAMATEN

    Poveracci, non sanno più a che santo votarsi per far credere che ancora esistono. Nel video si sente un tale che grida: ministro, venga qua (sic !), sono un sindaco ! Ahinoi, purtroppo era vero.

    1. Scritto da Gino

      Proprio perché sindaco doveva ascoltarlo almeno un minuto patetici siete voi che difendete un ministro indifendibile

      1. Scritto da DeCosèParlet?

        Uno che riceve su appuntamento abbia più rispetto per un ministro della repubblica che sta lavorando. Quando non si è nessuno non è che facendo così si diventa qualcuno.

      2. Scritto da stefano

        non è che uno ha una qualsiasi carica e tutto gli è concesso (anche se berlusca insegna), forse con un po’ di buona educazione e senza provocazioni inutili avrebbero ottenuto quello che dicono di volere, ma che probabilmente non vogliono ( a loro interessa solo la polemica)

      3. Scritto da spirano

        proprio perchè sindaco dovrebbe avere più rispetto di un ministro della repubblica. Non dico chiamarla eccellenza come si faceva una volta, però…se vuole incontrarla chieda appuntamento presso la segreteria del ministero.Mica ci si presenta cosi alla rinfusa…magari uno si finge sindaco di Spirano e invece è un clandestino.Siamo sicuri che quello sia il sindaco? Qualcuno gli ha chiesto i documenti?