BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ministro Kyenge a Bergamo Pirovano: “Io non invitato, non incontro nessuno”

Scoppia il caso istituzionale sull’arrivo del ministro Cécile Kyenge a Bergamo. L’esponente del governo Letta è attesa giovedì 11 luglio in prefettura “per incontrare le istituzioni” – così recita il comunicato del segretariato migranti della Diocesi di Bergamo. Il padrone di casa, il presidente della Provincia Ettore Pirovano, non ne sa nulla.

Più informazioni su

Scoppia il caso istituzionale sull’arrivo del ministro Cécile Kyenge a Bergamo. L’esponente del governo Letta è attesa giovedì 11 luglio in prefettura “per incontrare le istituzioni” – così recita il comunicato del segretariato migranti della Diocesi di Bergamo. Il padrone di casa, il presidente della Provincia Ettore Pirovano, non ne sa nulla. “Davvero? Io non incontro nessuno. Non ho ricevuto alcun invito anche se sono a venti passi dalla porta del prefetto. In ogni caso, se l’invito arrivasse oggi, credo che sia fuori tempo massimo. Tra l’altro è piuttosto curioso che un ministro venga nell’edificio di cui la Provincia è proprietaria e io non lo sappia”. Non è chiara la motivazione del mancato invito. Pirovano non ne fa una questione politica. “So solo che sarebbe stato interessante uno scambio di opinioni su argomenti come lo Zaire, che conosco bene”.

Il presidente mantiene l’aplomb istituzionale, mentre il sindaco leghista di Spirano Giovanni Malanchini che intende organizzare una protesta. “I media diranno, a giornata trascorsa, che Bergamo l’ha accolta con favore ed ha accolto anche le sue proposte. Ma i baroni universitari, Diocesi e Prefettura non rappresentano i bergamaschi, non sono organi eletti. Vogliamo dire alla Kyenge che non la pensiamo come lei? Che un ministro, girovagando a spese dei contribuenti, deve incontrare anche i rappresentanti politici dei luoghi che lo ospitano? Che Bergamo e i Bergamaschi non sono coloro che incontrerà giovedì? Chi è d’accordo nel far giungere un chiaro messaggio di contrarietà della gente bergamasca rispetto alle politiche che sta portando avanti? Un po’ di fantasia e ci organizziamo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kurz

    Era ovvio che una delle “eminenze” padane non potesse accettare l’incontro di una ministra nera, contrariamente invece alla strenua difesa delle altre extracomunitarie di colore e non, che allietano le notti del Grande Statista di Hard-Core, alla fine sempre amico del Popolo del Trota. Se sei Zoccola e stai col Capo, vai bene anche se sei nera.

  2. Scritto da Lorenzo

    Passa per un salutino? E’ in ferie?

  3. Scritto da bergamasca

    Della lega si parla solo di Tanzania, di diamanti ecc.. cari lombardi sveglia!!!!! la sinistra con certi articoli su certi giornali ci fa passare per gretti razzisti, ma oramai il razzismo è al contrario!!! a Pirovano è stata fatta una domanda e lui ha semplicemente risposto…. credo che della ministra si potesse fare a meno, come del suo tour… in fondo cosa sta facendo il suo ministero? distoglie attenzione dai problemi più gravi… ma non doveva esserci la spending review??

  4. Scritto da cristiano

    Se stava a Roma era meglio.

  5. Scritto da mario 45

    i soliti “padani”non smentiscono la propria natura. Gente che non sarebbe stata accoltaneppure nel paleolitico di cui sembrano i restauratori.

  6. Scritto da Carla Pozzi

    Chiedo alla redazione se è in grado di fornirci l’elenco degli invitati all’incontro e chi sara’ il rappresentante del Comune di Bergamo? grazie

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Buonasera, come spiegato nel nuovo articolo non c’è incontro istituzionale: il ministro passerà a salutare il prefetto, con una brevissima visita, come da protocollo.

      1. Scritto da Luciano Avogadri

        Quindi il Ministro non incontra nessuna autorità politica, in particolare Pirovano.
        Ma allora tutto questo sproloquiare di Pirovano e del Sindaco di Spirano si sipegano solo col tentativo di trovare il modo di farsi nominare sui Giornali. Dalla teoria del “purchè se ne parli”.
        Va poi ammirata in particolare la garbata nota autoironica del fan Trotiano Malanchini sui viaggi della Ministra “a spese dei contribuenti”.

        1. Scritto da i soliti rossi

          Caro Avogadri, ancora una volta fingete a vostro miglior comodo! Lo “sproloquiare di Pirovano” l’avete tirato in ballo voi “rossi”, non c’erano incontri con autorità politiche, quindi Pirovano (come tutti gli altri politici dei vari schieramenti bianchi, rossi, verdi e “sbiaditi”) ha semplicemente risposto ad una domanda. Punto! Se poi ci sono i soliti maligni (chiamiamoli così x non offendere) che sono gran bravi a montare le notizie….non vedo dove sia i problema. Quanto siete falsi!!!

  7. Scritto da Minetti

    Certo che siete messi veramente male:dovevate smacchiare il giaguaro ed invece vi ritrovate a difendere un ministro indifendibile…almeno la Minetti aveva il suo perchè!

    1. Scritto da G.Comi

      Uno che si firma “minetti” si qualifica da solo….Ah vorrei dire al sig. Malanchini che cita le celebri “spese dei contribuenti” che era meglio se se ne stava zitto! O non si ricorda quello che han fatto a spese dei contribuenti certi rappresentanti della lega e del pdl in Regione?!?

  8. Scritto da gigi

    per la serie ” chi la fa l’ aspetti ” ricordiamo ai pochi leghisti italiani rimasti la battaglia del defunto leghista ticinese Bignasca per limitare l’ accesso dei frontalieri italiani, comaschi, varesini, milanesi ( cioe’ padani doc) nel Canton Ticino. Ciumbia !

  9. Scritto da Luciano

    Non condivido la visione politica del ministro Kyenge, ma ormai pare di vedere il tiro al bersaglio nei suoi confronti, come se qualsiasi pretesto fosse buono pur di colpirla. Si discutesse nel merito capirei, tuttavia vedo molti più pregiudizi che dibattito politico.

    1. Scritto da s_v5

      Perfettamente d’accordo, tante chiacchere e pochi contenuti… Sarebbe meglio discutere di contenuti e soprattutto fatti…

  10. Scritto da La verità fa male

    A cosa serve concretamente un “ministro per l’integrazione” (Kyenge o Riccardi non cambia nulla)? Produce decreti legge in grado di migliorare la vita degli immigrati? Gestisce emergenze umanitarie? Oppure partecipa solamente a conferenze, chiacchiera molto e conclude poco? Oppure (come penso io) serve ai furboni Letta e Monti per tenersi buoni i “salottieri politically correct” del PD e delle associazioni cattocomuniste e dare una poltrona e a uno dei loro esponenti?

    1. Scritto da giorgio volpi

      bravo!!

  11. Scritto da Pierangela

    Mi sento rappresentata dal Ministro Kyenge, meno dal mio Presidente di Provincia o da alcuni Sindaci di provincia che si vogliono fare pubblicità. Peccato, un’occasione di dialogo e confronto che poteva essere colta al balzo, per dire la propria, per aprire un vero confronto. Si chiama democrazia.

  12. Scritto da federico

    santo subito!

  13. Scritto da Gianfranco

    Non mi piace Pirovano e lo reputo uno dei peggiori presidenti che hanno amministrato quell’Istituzione.
    Ma stavolta ha pienamente ragione: quel Ministero non serve, e crearlo mettendoci a capo una signora NON ITALIANA e di colore, la vedo un’idiozia, atta solo a NASCONDERE LA VERITA’ sull’integrazione che di fatto non c’è.
    Bravo Pirovano, ignorala.

    1. Scritto da Luciano

      Potrei anche condividere l’analisi sull’utilità del ministero di cui è a capo Kyenge, ma trovo una caduta di stile disgustosa e inelegante vederla apostrofata “NON ITALIANA” (probabilmente lei ignora che il ministro ha la cittadinanza italiana) e “di colore”. Le chiedo: Perché scrivere ciò se il colore della pelle per lei non fosse rilevante? O mi dica: Personaggi come Balotelli e El Sharaawy sono forse apolidi?

      1. Scritto da giorgio

        … ma allora perché la signora ha detto che NON SI SENTE ITALIANA??? a riprova che su internet un c’è sito che a causa di questa affermazione raccoglie firme per chiederne le dimissioni!!!
        RISPONDI

        1. Scritto da Luciano

          Risponde alle domande con una domanda! Perfetto, starò al gioco! Mi dica perché ministri della repubblica, quali furono esponenti leghisti, che nel corso degli anni hanno sparato a zero sull’Italia parlando di secessione, di nord nazione, ecc.. non venne mai in mente di dimettersi? Eppure non mi pare si sentissero italiani! Vede Giorgio, laddove si vuol trovare un pretesto lo si trova sempre.

  14. Scritto da Almir San Martin

    Pirovano e la Lega, siete il male di Bergamo.

    1. Scritto da tex

      hai ragione meglio il pdl e l’udc, loro si che hanno salvato l’italia !

      1. Scritto da Adelkè

        Tutta roba tua , senza il pdl sareste tutti a zappare i campi

        1. Scritto da tex

          ti sbagli, impiegato statale, sudore poco e stipendio sicuro ! ciupa !!!!!

    2. Scritto da ivan

      Quelli come te sono il male di Bergamo e non solo!

  15. Scritto da W V.E.R.D.I.

    mai mi sarei immagino di stimare Pirovano

    1. Scritto da Lè Riàt

      Ah ah , voti lega da una vita , fai commenti beceri da una vita , allora chi stimavi ?

  16. Scritto da Bea

    Alla Signora Ministro fategli fare un giro sul treno Bergamo-Brescia e viceversa, per rendersi conto che i suoi connazionalifurbetti sono sempre sprovvisti del relativo biglietto del treno e nella giornata sono tanti. Quanto il capotreno li scopre avanzano anche delle pretese dicendo poi che il nostro paese è di “M”.

  17. Scritto da disaster

    Le aziende chiudono,la disoccupazione impazza, gli immigrati continuano arrivare a frotte e la ministra è tutta contenta…..bel futuro che ci attende…

    1. Scritto da riccardo

      e già…colpa degli untori di manzoniana memoria, insomma…

  18. Scritto da al

    E’ la Tanzania quella che conoscete voi leghisti e in quanto ad essere mantenuti beh… da che pulpito.

    1. Scritto da Omar

      Dai dai spiegaci cosa è successo con la Tanzania,secondo me non lo sai.Ormai è uno slogan.

    2. Scritto da OBOLO

      Ei amico, per modo di dire, sono leghista, non mi mantiene nessuno, in Tanzania ci sono andato in ferie, e invece di fare battute del c…. vai a portare l’obolo alla tua ministra!!!

  19. Scritto da giulio

    bravo Pirovano ignorala

    1. Scritto da gigi

      la volpe e l’uva…

  20. Scritto da giusto

    Pirovano sei il migliore fai bene ma chi la vuole

  21. Scritto da mario59

    Anche in questa circostanza Pirovano non ha perso l’occasione per dimostrare la sua pochezza..dopo di che, io sono favorevole alla cittadinanza di chi nasce nel nostro paese, purchè venga varata una una legge Europea e non solo Italiana..diversamente subiremmo un invasione senza precedenti, pertanto totalmente ingestibile, da parte di povera gente in cerca di un futuro migliore.
    Non che non si debba riconoscergli il diritto, ma tutta l’Europa ha il dovere di farsi carico del problema

  22. Scritto da makio

    dai …che poi andate tutti a mangiare e bere, alla faccia nostra

  23. Scritto da gigi

    nonsono leghista ma quella tipa è stata messa li dai falliti del pidimenoelle solo perchè è molto trendy e vogliono esibirla in nome di una finta eguaglianza

    1. Scritto da gigi

      non riesco a capire che orientamento politico abbia chi scrive “pidimenoelle”, sara’ forse del M 2,5 stelle ? ( 5 stelle – recente batosta elettorale del 50%), il dubbio resta…

      1. Scritto da gigi

        tranquillo che chi doveva smacchiare il leopardo ha fatto una brutta fine. Sondaggi alla mano il pidimenoelle è costantemente secondo sempre e comunque. Son sicuro che se andiamo alle elezioni nazionali il pidimenoelle diventa il terzo partito

  24. Scritto da Sergio Nozza

    Penso che la reazione del Ministro, al nome Pirovano, sarà la stessa di Don Abbondio nei Promessi Sposi: “«Carneade! Chi era costui?» ruminava tra sé don Abbondio seduto sul suo seggiolone, in una stanza del piano superiore, con un libricciolo aperto davanti, quando Perpetua entrò a portargli l’imbasciata. «Carneade! questo nome mi par bene d’averlo letto o sentito; doveva essere un uomo di studio, un letteratone del tempo antico: è un nome di quelli; ma chi diavolo era costui?»

  25. Scritto da liuk

    questo ministro, con la m minuscola, ha idee fuorviante e fuori da ogni logica come quella di trasformare la nostra società in “meticciato” o dare la cittadinanza a chi nasce sul nostro territorio. basta conoscere un pò di storia per sapere che lo ius soli era adottato dai paesi che erano da popolare per creare appunto i cittadini, non certo dai paesi europei già popolati!!

  26. Scritto da Noemi

    Che vergogna! Lo sanno pure i muri della visita del ministro Kyenge (del Congo ma con cittadinanza italiana!) a Bergamo domani… e mi auguro che la città sappia accoglierla con calore, stima e rispetto. Ma il peggior sordo è quello che non vuol sentire! Perché mai Pirovano vorrebbe parlare dello Zaire con il ministro Kyenge?

    1. Scritto da Luca

      Vorrà informarsi sugli investimenti della Lega da quelle parti.

    2. Scritto da piopio

      vergogna è la volontà di far polemica a tutti i costi! le istituzioni hanno un protocollo da rispettare. Se un ministro viene in città il minimo sarebbe farlo sapere, invitandoli formalmente, al sindaco e al presidente della Provincia (coloro che essendo stati eletti rappresentano i cittadini). Visto che viene in veste personale mi aspetto di non vedere auto di scorta e decine di poliziotti pagati dalla collettività.

    3. Scritto da andrea

      Pirovano vorrebbe parlare dello Zaire al ministro perchè se dovesse paralre di come hanno governato lui ed i suoi colleghi leghisti in Regione ed al governo negli ultimi 20 anni avrebbe di che vergongnarsi e nascondersi.
      Poveri leghisti, vecchi ed attaccati alle poltrone ma perchè non aprite la mente e fate finalmente qualcosa di utile per il nostro territorio?
      Sapete solo parlare di caccia ed extracomunitari

  27. Scritto da vacario

    Immagino la disperazione del ministro alla notizia che Pirovano non l’avrebbe incontrata.

    1. Scritto da La verità fa male

      Nemmeno Pirovano mi sembra disperato per il mancato incontro e si figuri che non lo sono nemmeno io, visto che non ritengo che un incontro di tal livello avrebbe potuto cambiare le sorti dell’Italia

  28. Scritto da Lucia

    E’chiaro che ormai non siamo piu’ padroni di casa nostra, i padaroni sono loro,arrivati clandestinamente. Il tutto con il vostro miserevole consenso. Auguri.

    1. Scritto da Mukela

      Questa cittadina italiana qui è a casa sua , nè più nè meno come te.

    2. Scritto da gio

      … e soprattutto con il consenso di chi guadagna offrendo agli immigrati lavoro nero

    3. Scritto da stefano

      il solito qualunquismo, vorrei sapere cosa fa lei signora (e molti come lei che fanno di continuo commenti simili) per valorizzare e presidiare il territorio. provate a recarvi clandestinamente da qualche parte magari troverete un posto dove farla da padroni!

      1. Scritto da piopio

        se arrivi clandestinamente in altri paesi…finisci dentro al volo!!!

  29. Scritto da Pippo

    “Che un ministro, girovagando a spese dei contribuenti” , ehm ….. non ho capito bene , si potrebbe ripetere ? E’ la lega che dice così ? Ho capito giusto ?

  30. Scritto da gigi

    Pirovano se ne intende anche della Tanzania mi pare. Per quanto riguarda la rappresentativita’ la Lega e’ ai minini storici (in quanto a voti), questo non mi pare, sono sicuro.

    1. Scritto da aldo

      allora è meglio riconoscersi nel primo partito italiano con ha a capo uno che corrompe, paga giudici, abusa delle minorenni e della prostituzione ecc ecc ……….meglio un partito al 0.001% ma onesto

  31. Scritto da luca

    rosicone? :)

  32. Scritto da stefano

    pirovano conosce tanto bene l’argomento che chiama il paese africano Zaire dimenticando, o non sapendo, che il nome è Congo, o Repubblica democratica del Congo. da un’istituzione “eletta” è lecito aspettarsi un po’ di approssimazione in meno.

    1. Scritto da Ivan

      Pirovano si scrive con la lettera maiuscola. La storia e la geografia si possono imparare, il rispetto e la buona educazione no.

      1. Scritto da Jeorg

        ecco, allora vediamo di impararle

      2. Scritto da lotty

        rispetto e buona educazione che la lega deve ancora imparare!

  33. Scritto da eleonora

    Formalmente, il non invito a Pirovano, è inaccettabile.

    1. Scritto da Ugo

      Perchè se ha programmato di andare solo dal Prefetto ? Qual’è il problema ?

  34. Scritto da Non col vento

    Il Prefetto precetti sindaci e presidente della Provincia. Se reticenti o indisponibil, in catene a Sant’Agata a pane e acqua!