BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pistola puntata alla testa, rapina alla Pezzoli di Leffe

Volto coperto e pistola in pugno, tre malviventi hanno fatto irruzione al supermercato Eredi di Pezzoli Andrea in via Galizzi a Leffe nel pomeriggio di martedì 9 luglio. Hanno puntato l'arma alla testa del titolare e lo hanno fatto inginocchiare chiedendo soldi, non trovandoli hanno derubato una dipendente e son fuggiti con 600 euro.

Più informazioni su

Il freddo del metallo della pistola sulla nuca e quell’insistente richiesta: "Dov’è la cassaforte, dove sono i soldi?". C’è voluto tanto sangue freddo per Giuseppe Pezzoli, 50 anni, uno dei titolari del supermercato Eredi di Pezzoli Andrea, in via Galizzi a Leffe di fronte ai tre malviventi con il volto coperto e pistola in pugno che chiedevano denaro.

Pezzoli era nel suo ufficio, intento a sbrigare degli ordini quando, verso le 17 di martedì 8 luglio, si è ritrovato una pistola puntata alla tempia. Uno dei malviventi lo ha fatto inginocchiare a terra e ha insistito con il volere i soldi. "Qui non ci sono contanti, ordini e pagamenti avvengono tramite banca e Internet" ha provato a spiegare ai tre rapinatori Pezzoli, mentre due di loro mettevano rovistavano nei cassetti dell’ufficio.

Dopo alcuni minuti che sono parsi eterni i tre malviventi hanno preso una pistola, una 357 magnum, legalmente detenuta da Pezzoli e hanno scippato la borsetta di una dipendente con 600 euro. I tre sono fuggiti in auto, poi hanno abbandonato la vettura, una Fiat Tempra Station Wagon risultata poi rubata a Bergamo, in un piazzale poco lontano dove è stata trovata dai carabinieri del comando di Clusone, coordinati dal capityano Diego Lasagni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.