BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le parrucche della solidarietà per i malati di cancro

L'Associazione Cancro Primo Aiuto, ha avviato all'Azienda Ospedaliera " Papa Giovanni XIII " di Bergamo, la fornitura gratuita per i pazienti oncologici delle parrucche della solidarietà.

Più informazioni su

La battaglia per vincere il cancro comporta anche delle poco piacevoli conseguenze per la possibilità che i capelli si diradino in conseguenza del trattamento chemio o radioterapico.

Lo stravolgimento emotivo che può determinare la perdita capelli spesso, costituisce un trauma significativo.

Per alcuni mostrare il cranio calvo non è un problema, altri, invece preferiscono nasconderlo ricorrendo a parrucche, cappelli, foulard e turbanti.

La caduta dei capelli, come effetto collaterale della chemioterapia, è reversibile. Sono rari i casi in cui i capelli non ricrescono più. L’evento viene spesso vissuto, soprattutto dalle donne, come una diminuzione di bellezza e sensualità che interferisce con la propria individualità e personalità, giacché induce un cambiamento dell’immagine corporea e del concetto che la persona ha di sé.

L’Associazione Cancro Primo Aiuto, ha avviato con la collaborazione dell’Associazione Oncologica Bergamasca dell’Azienda Ospedaliera " Papa Giovanni XIII " di Bergamo, la fornitura completamente gratuita ai pazienti oncologici colpiti da alopecia, delle parrucche della solidarietà.

L’associazione ha a disposizione modelli dal taglio corto,medio,lungo… con acconciature lisce ricce, appena mosse… ed ogni modello è presentato in un ampia gamma di colori, perché ogni donna possa in ogni momento ritrovare se stessa e condurre una normale vita sociale e personale.

Per conoscere o sostenere l’iniziativa contattare l’Assistente Sociale del Dipartimento di Oncologia il LUNEDI – MERCOLEDI – VENERDI dalle 8,30 alle 9,30 al numero 035/2673692. Ufficio (Ingresso 45 Torre 6 al 4° piano) dalle 9,30 alle 11,30. Mail a : aliceterzi@hpg23.it per fissare un appuntamento o telefonare al responsabile dei volontari cell. 335.1355643.

Web: www.aobonlus.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    La foto usata per questa, un po’ strana iniziativa, è assurda, più che risollevare il morale ammazza la donna proprio nella sua essenza. Non serve la caritevolità ma che la realtà sia giusta per tutti ed evidenzi rispetto, impegno, coraggio e amore.

  2. Scritto da nino cortesi

    A Rovato vendono parrucche stupende, che arrivano dal Giappone, metà naturali e metà sintetiche, si possono lavare, fonare a 60 gradi come i capelli normali. Una donna può persino stare esteticamente meglio. Il costo arriva anche a 900 euro. Mi piacerebbe assai che ogni donna potesse risolvere in proprio il problema, penso che sarebbe meglio.