BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elena Carnevali candidata a sindaco di Bergamo nel 2014? Malumori nel Pd

Elena Carnevali candidata sindaco a Bergamo nel 2014? Una parte del Pd sta lavorando al suo ritorno dopo l'elezione alla Camera dello scorso febbraio. Le prime reazioni all'operazione “Ritorno al futuro” però non si possono definire positive.

Più informazioni su

Elena Carnevali candidata sindaco a Bergamo nel 2014? Una parte del Pd sta lavorando al suo ritorno dopo l’elezione alla Camera dello scorso febbraio. L’esperienza in Parlamento è sì appagante, ma nulla in confronto alla possibilità di governare la città in cui l’esponente dei democratici è impegnata con passione da tanti anni, prima come assessore ai Servizi sociali, poi all’opposizione come capogruppo del Pd. A credere in Elena Carnevali sono soprattutto il tesoriere nazionale Antonio Misiani e il sottosegretario alle politiche agricole Maurizio Martina, ex segretario regionale. Settimana scorsa si è svolta una riunione preliminare con un gruppo ristretto di militanti che hanno organizzato e sostenuto la campagna elettorale della parlamentare.

Le prime reazioni all’operazione “Ritorno al futuro” (Carnevali è un nome caldo per Palafrizzoni già molto tempo prima del suo approdo a Roma) però non si possono definire positive. L’eventuale partecipazione dell’ex capogruppo alle primarie comunali creerebbe qualche problema esponenti designati come Sergio Gandi e Giorgio Gori. Entrambi sono impegnati da tempo nel lancio delle rispettive candidature e nella promozione di una serie di incontri sul territorio. “Bergamoeuropa” e la “InnovaBergamo” hanno già organizzato molti appuntamenti a tema: smart city e innovazione, gestione urbanistica, ambiente. L’entrata in gioco di Elena Carnevali, che in passato ha già dimostrato di avere ampio consenso in città, vanificherebbe gli sforzi fatti soprattutto da Gandi, costretto a fare un passo indietro perché riferimento della stessa area politica. Per Gori invece sarebbe una chance per riscattare la batosta subita alle parlamentarie. Con primarie aperte, vicine alla competizione nazionale, e con una parte dei bersaniani arrabbiati per l’ipotesi Carnevali, i renziani potrebbero avere la meglio.

A non convincere i contendenti, oltre che molti esponenti cittadini del Pd, è infatti il metodo di candidatura, le cui modalità sono state poco discusse all’interno del partito. Il rischio è di replicare, con tutti i rischi annessi, il caso di Maurizio Martina che ha accettato la chiamata “romana” di Letta dopo aver promesso agli elettori di impegnarsi con convinzione in Lombardia. Il giro di valzer ha fatto storcere il naso a tutti i livelli nel Pd bergamasco, dai vertici ai simpatizzanti, e non è un caso che Martina non abbia messo piede alla festa democratica appena conclusa (ufficialmente era impegnato in centro Italia per parlare di Expo).

Il dibattito bergamasco, totalmente inedito, sarebbe quindi su tre fronti: chi propone il nome (forte, è indubbio) di Elena Carnevali per cercare di “riprendere” Bergamo dopo cinque anni di amministrazione Tentorio, i renziani che puntano con decisione su Giorgio Gori (nome altrettanto forte) e chi invece vorrebbe avviare una discussione più partecipata, sui temi prima che sui nomi, affidando a primarie aperte e competitive la decisione definitiva sul nome giusto per sfidare il centrodestra nel 2014.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maci Serra

    Bene la eventuale candidatura di Elena alle primarie per scegliere il candidato sindaco! La “rosa” di nomi, tutti validi, si arricchisce e non può che beneficiarne il centrosinistra. Di Elena conosco bene l’impegno instancabile, la conoscenza della nostra città e la passione per l’attività amministrativa.

    1. Scritto da Andrea B.

      Maci carissimo.
      Condivido il giudizio sulla persona, non sulla modalità (abominevole, roba da unione sovietica).
      Ma scusa, ti faccio una domanda perchè faccio fatica a capire.
      Mi avevano detto che ti saresti speso per Gori, ho forse inteso male?
      O ci sono dei cambiamenti in atto? e il quadro dei posizionandi è ancora fluido?
      Ciao e Buona Giornata Maci

      1. Scritto da Maci Serra

        Personalmente non mi sono impegnato “a spendermi” per tizio o per caio, soprattutto a priori senza conoscere i candidati ufficiali, regole e tempi. Sono contento che i possibili nomi in lizza siano tutti di rilevante peso politico. Il PD, per cui mi spendo sul territorio del mio circolo, ci può solo guadagnare.

        1. Scritto da Finassi

          Ti stimo da sempre ma così mi sembri Ponzio Pilato.
          Non sei un qualsiasi militante ma il Coordinatore di un Circolo che spero nutra giustificate ambizioni di entrata in cosiglio comunale e forse di gestire il PD Cittadino.
          Se non ci orienti tu e non ci dici quali sono le tue inclinazioni non va bene.
          Lo vedi o no Gori Sindaco?

          1. Scritto da Maci Serra

            Mi ripeto: Carnevali, Gori e Gandi sono tre incredibili risorse per il PD. Non è una affermazione con intento pilatesco, semplicemente voglio decidere quando conoscerò i nomi di tutti i candidati ufficiali. Non capisco questo intento di qualcuno di farci massacrare fra di noi per un anno!

  2. Scritto da Mimmo

    Elena e senza dubbio la miglior candidata a sindaco per Bergamo.esperienza,capacita,conoscenza dei problemi e della città.in parlamento e limitata,ma in città avrebbe la possibilità di amministrare con competenza.

  3. Scritto da E.o.

    Elena Carnevali e’ stata un’amministratrice seria, competente e appassionata. Ora, dopo aver stravinto le parlamentarie e’ deputata. Ma e’ un profilo così interessante che in molti, dentro e fuori il PD, le stanno dicendo “Dai, Elena, torna! Se ci sei tu, ci siamo!” E i dirigenti del PD, che non sono tutti mentecatti, ci stanno ragionando. E’ così sconvolgente da credere? E poi, deciderà il popolo delle primarie. Sempre che Elena accetti anche solo di pensarci, ad una possibile candidatura.

    1. Scritto da Mentecatti noi

      Ah, ecco, che ignoranti noi! Dunque dopo le elezioni nazionali deve essere sbucata improvvisa anche questa delle comunali del 2014! Ah saperlo qualche mese fa, che si fa ora? I dirigenti illuminati ritirano fuori lo stesso nome. Dunque il segretario cittadino e provinciale ne discutono e propongono .. ah, non loro e certo, che ci azzeccano questi? Si parla di Bergamo … si parlava di dirigenti … ah ecco, ignoranti noi …

  4. Scritto da anna

    Che dire! Sicuramente questi lungimiranti dirigenti di partito stanno preparando un altro inciucio

  5. Scritto da nino cortesi

    Elena si acchiappa la poltrona di candidata prima che ci sia uno valido che batta Gori. Lei farà solo finta di fare la volata. Ce n’è però uno che Gori lo può strapazzare.

  6. Scritto da tobia

    anche le pietre sanno che una persona di matrice diessina nel comune di Bergamo non vincerà mai. Elena è un’ottima candidata,conosce bene la città e i suoi problemi ma non vincerebbe MAI ! solo GIORGIO GORI ci può far vincere.

    1. Scritto da Pablo

      Tobia, smettila di parlare con le pietre e parla con le persone. Scoprirai che il tuo G.G. non lo vuole nessuno. La città non è un’azienda televisiva di stampo mediaset

      1. Scritto da Arturo

        Stampo comunque economicamente invidiabile. Magari Bergamo fosse guidata economicamente come mediaset…

        1. Scritto da isoladiarturo

          una città come un azienda … geniale .. e se non sei produttivo che fai arturo, licenzi i disabili, gli anziani, i bambini? … oppure fai un bel format tipo l’isola dei famosi per fare cassa?… abbiamo già il titolo L’ISOLA DI ARTURO ..

          1. Scritto da Arturo

            E’ disarmante con quali toni e argomenti, vogliate parare il didietro ai dirigenti pubblici. E’ lì da vedere, come sono messe le strade, il tessuto sociale e quant’altro. Non tiri in ballo le categorie deboli: pensi ai sani e ai robusti, che possono fare tanto, ma devono essere diretti da esperti di economia o imprenditoria. I servizi per i disabili, gli anziani, i bambini, se una società è diretta da “capi” irresponsabili come sono stati fino ad oggi, ne risentiranno anche loro…

  7. Scritto da Luciano Avogadri

    Elena Carnevali parteciperà alle Primarie che verranno organizzate, se riterrà di farlo (penso che anche BGNews ritenga che possa farlo, o ha malumori anche per questo?). Se le vince sarà la candidata, se le vince un altro sosterrà l’altro. I malumori sono più nelle speranze di BGNews, come dei tanti piagnoni non-va-mai-bene-nulla-ma-perchè-non-ci-fate-i-miracoli-. I quali poi ci ammanniscono i vari Grilli.

  8. Scritto da Pablo

    Elena e’ il sindaco che la città desidera: competenza, esperienza, umanità e passione; doti che gli altri competitor non si sognano minimamente di possedere. Forza Elena! Non paragoniamola a Bruni, ogni persona e’ diversa dall’altra pur appartenendo allo stessi gruppo politico. Elena ha dalla sua qualità umane e capacità di ascolto sconosciute ad altri

  9. Scritto da enrica

    Ottima scelta la Carnevali, anche se preferirei un sicuro buon onorevole ad un ipotetico ottimo Sindaco

  10. Scritto da marco

    il PD faccia le primarie e i candati si misurino: elena ha già vinto stracciando gli avversari una volta può tranquillamente stracciarli una seconda

  11. Scritto da usiamo il cervello

    Quella che con Bruni ha approvato un PGT che massacrava la città riempiendola di cemento, che ha approvato lo sviluppo illegale e la compatibilità urbanistica di un aeroporto fuorilegge, che ha svenduto l’ospedale vecchio ai privati anzichè fare il Campus Universitario o il nuovo Gleno, che ha bloccato la pedonalizzazione dei borghi storici, ecc. ecc.
    E’ questo il nuovo che avanza?

    1. Scritto da Luciano Avogadri

      Se ha fatto tutto questo è in gamba, e meriterebbe di venire votata. Lei può ovviamente votare qualcun altro.

      1. Scritto da gigi

        Per questo che ha vinto Tentorio, no?
        Ragusa e Messina non insegnano niente ai trinariciuti, vero?

  12. Scritto da Ada

    Elena potrebbe essere un ottimo sindaco. Non si discutono le sue capacità umane dimostrate quando era alla guida dell’Assessorato, e inoltre, per esperienza, conosce le leggi e normative che regolano un Comune, aspetto tecnico non trascurabile. Lasciare la Camera: scelta personale molto difficile. Potrebbe fare bene anche li!

  13. Scritto da Roberto ANGRI

    A mio parere, Elena dispone dell’esperienza e delle capacità tecniche ed umane per guidare il Comune. Onestamente non conosco i meriti degli ipotetici avversari, a parte, per uno dei 2, la sua conoscenza del mondo dei media. Spero, però, che Elena possa ottenere in Parlamento quei risultati positivi che ci si può aspettare da un politico come lei. Qualsiasi scelta effettuerà avrà il mio pieno appoggio.

  14. Scritto da Marcos R.

    Ancora una volta una geniale dimostrazione di incoerenza della dirigenza di questo partito senza idee. Ancora una volta un insulto ai militanti e agli elettori che hanno sostenuto e votato Elena perchè fossero da Lei rappresentati in PARLAMENTO. Le ambizioni personalistiche di una persona non sono democratiche, “sapevatelo su Rieducational channel!”

    1. Scritto da Luciano Avogadri

      Mai il dubbio che qualcuno sia disinteressato,eh? Crede siano tutti come Lei?

  15. Scritto da Camilla

    Elena Carnevali ha dimostrato di lavorare bene e con impegno e sarei molto contenta di averla come sindaco.

  16. Scritto da Ivo

    Ho votato Elena alle politiche,anche per la sua ottima attività come amministratrice. Mi sorprende positivamente il fatto che voglia proporsi come futuro sindaco di Bergamo, anche perché è difficile trovare Politici che rinuncino ad una situazione di sicurezza per un posto, prestigioso, ma non certo, tenendo conto che dovrà competere con Gori, lui si sponsorizzato da Martina per i giochi politici nazionali.

  17. Scritto da Cristina

    La figura del sindaco per la città di Bergamo è troppo importante soprattutto dopo questi ultimi anni di giunta Tentorio nei quali si è vissuta la completa paralisi.Ho sempre votato persone che stimo ma con Elena Carnevali c’è sicuramente un elemento in più.Ho visssuto i suoi 5 anni di assessorato con estrema attenzione ed ho visto un lavoro serio,importante e costruttivo……IO VOGLIO QUESTO DA UN SINDACO!!!!!!!

  18. Scritto da nino cortesi

    Il Pd non ha i requisiti per presentare alcuno. Deve solo sparire dalla terra considerato i valori che ha espresso.

    1. Scritto da Cinzia

      Che banalita’. Mi faccia anche solo un nome di qualcuno di altro schieramento che in questo periodo abbia espresso valori, a parte Laura Boldrini, che guarda casa è un’altra donna….

    2. Scritto da Ginzillo

      Sempre puntuali e sul pezzo i tuoi commenti.
      Perchè non ci indichi tu una nuova Johnstown ove poter mettere in pratica i tuoi auspici e farci sparire tutti quanti noi democratici? (o lo sei pure tu? boh..)
      Sono sempre in attesa dopo anni della tua prima proposta, le protese vanno bene, quelle le esprimi sempre con estrema regolarità e dovizia di particolari.

  19. Scritto da Mauro Invernizzi

    Elena è la migliore risorsa che possiede il PD bergamasco. Avrà gioco facile a battere il miliardario annoiato

  20. Scritto da arpaleni

    ottima idea; sicuramente avrà il mio voto (e non solo)

  21. Scritto da Narno Pinotti

    Aspettiamo intanto, per il centrodestra, la candidatura di Giulio Terzi di Sant’Agata, data per probabile probabilissima da BgNews qualche mese fa.

  22. Scritto da Dura lex

    E’ la legge che lo imporebbe, non una sua scelta.

  23. Scritto da Giuda

    Credo che la Elena debba continuare a svolgere il compito di parlamentare, ha le qualità, anche umane, che di questi tempi sono preziose per dare un contributo fondamentale. Per quanto riguarda Bergamo, credo sia opportuno dare la possibilità anche agli altri contendenti. Non mi appassionano le tattiche (Martina – Misiani) da generali in guerra nel posizionamento delle proprie pedine, mi sembra più un tornaconto personale di area, che non un messaggio di speranza rivolto ai cittadini

    1. Scritto da Serena

      Un politicante che ha qualità umane? Ma dove vivi? O sei politicante anche tu?

      1. Scritto da Andrea

        Anche i politicanti sono uomini e donne normalissime, con gioie e dolori, affetti e vita quotidiana.

        1. Scritto da Piero

          Vita dorata, però, indipendentemente dai risultati del loro operato… L’è mia stès dé notèr…

  24. Scritto da Paolo Crivelli

    Non capisco l’accanimento contro Elena Carnevali. Il centro-sinistra deve scegliere il candidato sindaco che possa riconquistare il comune e perciò è opportuno scegliere chi ha un largo consenso e la capacità di aggregare tutte le forze della coalizione. Elena ha queste caratteristiche ed in tutti modi rinuncerebbe ad un posto in parlamento, sino a prova contraria dovrebbe essere un titolo di merito. Tutto questo senza togliere nulla ad altri candidati, pur con caratteristiche analoghe

    1. Scritto da Voila...

      …il y a aussi l’histoire du revenant qui doit trouver une nouvelle place dans ce monde: bien retrouvé!

    2. Scritto da Elio

      Non dovrebbe essere la capacità di catalizzare voti, di “riconquistare il Comune”, la discriminante che fa propendere per un candidato. Dovrebbero essere le riconosciute capacità di guidare razionalmente una società civile. Caro lei, ne avete di polenta da mangiare, per arrivare a ciò che vogliono i cittadini (ho scritto cose analoghe anche per Belotti, eh). Si vede da subito, cosa sono i partiti e i politici: spocchiosi, snob. Tanto, se non abbiamo il pane, mangeremo le brioches, vero?

  25. Scritto da civo pippati

    Non ha il physique du role per fare il sindaco la carnevali. e da oggi ha la zeppa di essere stata scelta dal duo Martina Misiani.
    Partimmo democratici… finimmo a Martina?

  26. Scritto da nico

    A credere in Elena Carnevali sono soprattutto il tesoriere nazionale Antonio Misiani e il sottosegretario alle politiche agricole MAURIZIO MARTINA, ex segretario regionale: basta il secondo sponsor per capire che questa candidatura non sarà vincente…

  27. Scritto da coerenza

    Ho votato Elena Carnevali quando ha chiesto il voto per il Parlamento. Se si dimette per un altro incarico non la voto più. Le Istituzioni non sono un albergo a porta girevole.

    1. Scritto da Damiano

      Per tutti loro (dx e sx), le istituzioni lo sono! (albergo a porta girevole). Ma non vede che un ministro è intercambiabile, passa dalla difesa alla sanità, dall’interno al turismo, dagli esteri alla scuola con disinvoltura? Ma come, sono tuttologi? Sono bravi a far tutto, in tutte le branche dello scibile umano? I fatti e i numeri di tutto il dopoguerra, dicono esattamente il contrario! Furboni!!!

      1. Scritto da Matteo

        …e vogliamo parlare del Movimento cinque stelle?! Direi solamente un “no comment”. A me Elena Carnevali Sindaco piacerebbe molto perchè è una persona in gamba e perchè ha sempre dimostrato di saper lavorare bene. Quanto alle istituzioni porte girevoli, vogliamo parlare dei voli pindarici della Lega Nord?!

        1. Scritto da Damiano

          Le risulta che abbia escluso qualcuno? Certo è che M5S non ha ancora governato. Invece di rispondere ai commentatori, dica il fatto loro ai responsabili dello sfascio Italia, va’. Qualsiasi politico “tradizionale” del passato o recente passato, non può stare simpatico a un cittadino normale, perché sono tutti corresponsabili. Se invece lei fosse un politico, o un dipendente pubblico, se spiegherebbe tutto…

  28. Scritto da Matteo

    Secondo me la Carnevali se si candida a Sindaco dovrebbe lasciare l’incarico di parlamentare. Avrei più malumore, però, se si candidasse Giorgio Gori..

  29. Scritto da Piero

    Ma davvero è così difficile trovare un (una) giovane capace, sveglio, senza precedenti politici, in grado di rappresentare e far girare le cose come razionalità vorrebbe? Ma bisogna sempre andare ad attingere ai “già introdotti”? I cittadini italiani non meritano certi atti da operetta…

    1. Scritto da Luciano Avogadri

      Lei affidi la sua azienda a uno (una) senza esperienza e senza precedenti. In quale telefilm l’ha imparato?
      Non le viene da sorridere mentre scrive queste baggianate?
      E poi ho anche dei dubbi che Lei abbia mai visto una Operetta.

    2. Scritto da Luciano Avogadri

      Consigli alla sua azienda di farsi dirigere da uno senza precedenti. Ne troverebbe tantissimi, anche a poco prezzo. Auguri.

      1. Scritto da Piero

        La mia azienda non la darei certo in mano agli amici dei responsabili del fallimento precedente. Che esperienza ci vuole a saper far di conto? Lo sa fare anche la massaia. Se invece mi dice che la politica implica anche “altre” cose, allora mi dà ragione… meglio inesperti ma onesti. Essere esperti, professionisti navigati e far raddoppiare (faccio un esempio) i costi del nuovo ospedale, richiede capacità? Erano tecnici, dirigenti pubblici, esperti low cost?

  30. Scritto da alberto

    Ricordiamoci quanti voti ha preso alle ultime amministrative la Carnevali. Al di la di tanti sotterfugi poltici alla fine sono quelli che contano.

  31. Scritto da Giuseppe Allevi

    Ottima soluzione, finalmente una donna all’altezza della situazione! La doppia carica non è un problema in quanto certamente si dimetterebbe da parlamentare.

  32. Scritto da nino cortesi

    Molto meglio Piermario Marcolin, non c’è paragone. Esattamente come l’oro e la vecchia usurata latta.

  33. Scritto da gutembergem

    Ma quelli del PD non sono quelli contro le doppie cariche……ovviamente quelle degli altri, ma, ma, ma!!!

    1. Scritto da andrea

      Infatti non c’è nessuna doppia carica. Ora Carnevali è parlamentare. Qualora corresse per il Comune lascerebbe il Parlamento. Come del resto ha fatto Martina, che 6 giorni dopo essere stato nominato sottosegretario si è dimesso dal Consiglio Regionale. Mentre non risulta che leghisti e gente del PDL (vedi Mantovani, ad esempio) siano stati altrettanto solerti…

      1. Scritto da Federico

        Peccato che dovrebbero dimettersi prima di iniziare la campagna elettorale, altrimenti nel frattempo come possono svolgere il ruolo per cui sono stati eletti? ma si sa che il rischio di rimanere senza poltrona è troppo alto.

        1. Scritto da Luciano Avogadri

          Egregio sig. Federico, il “rischio di rimanere senza poltrona” ce l’hanno quelli come Lei, che non sospettano nemmeno che uno possa non essere un fallito, avere anche altro da fare nella vita, e ciononostante impegnarsi per risolvere qualche problema. Continui pure a piagnucolarsi addosso.

          1. Scritto da Federico

            Ora, capisco che lei possa avere le sue regioni (chissà di che tipo) per sostenere la sua candidata. Tuttavia non risponde alla mia domanda: Come può la signora fare bene il suo lavoro di parlamentare se nel frattempo deve sostenere una campagna elettorale come candidato sindaco? Invece di insultare chi nemmeno conosce, rifletta.