BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Epifani alla festa Pd: “L’autunno sarà decisivo, le sentenze si applicano” fotogallery

Forse era proprio necessario un rendez vous a lume di candela per riconciliare i militanti con i vertici del Partito democratico. Così è stato: nella cornice “romantica” del circolino basso Gugliemo Epifani ha cercato di infondere speranza al popolo del centrosinistra (poco più di 200 persone) distrutto da elezioni e formazione di un governo difficile da digerire.

Più informazioni su

Forse era proprio necessario un rendez vous a lume di candela per riconciliare i militanti con i vertici del Partito democratico. Così è stato: nella cornice “romantica” del circolino basso Gugliemo Epifani ha cercato di infondere speranza al popolo del centrosinistra (venerdì sera poco più di 200 persone) distrutto da elezioni e formazione di un governo difficile da digerire. Il segretario nazionale ne è consapevole: “Non avevamo scelta, dopo aver provato a fare il governo con Grillo avevamo due sole strade: tornare alle urne con questa legge elettorale oppure fare un governo di servizio per il paese – spiega -. Un paese che si affida sempre ai tecnici non è un bel segno per la democrazia, dovevamo metterci la faccia. Non è stato facile, la nostra base era in rivolta, ma fuori ci chiedevano di governare. Il governo Letta non ha cominciato male, ma ha un grande problema: la durezza di questa crisi. Nessuno pensava che il 2013 fosse l’anno più duro. Siamo ancora nel tunnel e non possiamo nasconderlo”. L’uscita è più complicata che mai, Epifani prova a dare qualche indicazione per trovarla. “L’unica direzione possibile era allentare la politica di rigore e l’Europa qualcosa ha fatto. Però non basta pagare meno il lavoro perché i giovani lavorino. Bisogna ricreare fiducia, senza più metterci la bandierina”. L’altro grande problema del governo Letta sono le vicende giudiziarie di Berlusconi: “L’autunno sarà il momento chiave: per il Pd le sentenze si rispettano e si applicano, per tutti. Non può che essere così”.

Nonostante le visioni all’interno del partito siano molto diverse Epifani non fa passi indietro sul tema dei diritti: “Non ci rinunciamo. Lo ius soli è giusto: un bambino figlio di migranti può diventare italiano quando si iscrive alla scuola elementare. C’è un motivo per dire no a questa proposta? Dobbiamo dare una risposta anche alle unioni civili. Siamo rimasti gli unici in Europa. Una coppia omosessuale deve avere diritti”. Oltre ai dubbi sulla tenuta del governo Epifani non può dimenticare che anche all’interno del Pd si intravede la battaglia. “Il congresso serve perché solo i partiti personali non fanno congressi. Prima però dobbiamo avere un’idea di paese, una parola d’ordine, un senso. Deve partire dal basso, la discussione deve investire i nostri circoli in un’operazione di partecipazione. Rafforziamo l’identità culturale che va costruita. La discussione non sarà facile, ma dobbiamo trovare una condivisione delle regole, una leadership forte e un’idea di servizio della comunità in cui siamo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Questi qui si sono votati da soli, hanno occupato le poltrone secondo loro comodo. Ed hanno insaccato in un budello gli elettori come si fa quando di realizzano i cudeghì. E poi vengono nelle sezioni Sel a predervi per i fondelli e voi che fate? Volete che vi spieghi io cosa dovreste fare?

    1. Scritto da Zorro

      Cosa fai lì ? Non sei a Portocervo ?

      1. Scritto da nino cortesi

        Questa settimana doveva essere Isola del Giglio in compagnia dei miei cognati. Ma sino a quando non guarisce mia moglie non mi muovo. Peccato per voi che dovete sorbirmi in internet Bergamo News, Facebook, Twitter.

        1. Scritto da Zorro

          Auguri a tua moglie naturalmente , con affetto.
          ps . però non far finta di non capire, pensavo seguissi il tuo capo ………..

          1. Scritto da nino cortesi

            Abbiamo bisogno di un Grillo riposato perché mercoledì a N. dovrà cantarle e suonarle. Non pensate che N. sia antidemocratico da sempre?

  2. Scritto da nino cortesi

    Se un elettore avesse il potere di scegliere i politici come dovrebbe essere questi qui per lui sarebbero solo dei cialtroni.Solo in Italia l’elettore è un vero pirla.

    1. Scritto da Kurt Erdam

      Ha ragione,si vede dai voti che ha preso il PDF(partito dei fancazzisti)con tutti i suoi citrullini arroganti e impreparati(ma con ‘IPOD in mano).Chi “Galleggia” come me e fa da welfare per i figli se ha votato per loro,come ha detto grillo,”ha sbagliato”.Già alle ultime elezioni amministrative molti l’hanno capito,alle prossime saranno ancora di più.Vi conviene comprare le caramelle confezionate e contare i sacchetti fate prima.

      1. Scritto da La verità fa male

        Gli altri secondo lei sono sempre citrulli. I supercitrulli sono quelli che votano Lega e PDL, poi c’è il citrullino grillino fancazzista con IPOD in mano. Nel PD invece c’è una tale livello di scienza e di sapienza che amministrano da 60 anni Siena e invece di controllare l’operato della banca che finanzia università, squadra di basket e squadra di calcio, non si accorgono di niente e dicono “siamo parti lese” e lei, dall’alto della sua cultura, ci crede e li difende!

        1. Scritto da Kurt Erdam

          Ha ragione,i fancazzisti con l’IPOD in mano per me sono citrulli.L’argomento MPS che lei tira sempre in ballo col suo collega polemico come ho già detto va lasciato da parte fino a quando non sono ritornati in tasca nostra i soldi delle multe delle quote latte.Poi,quando ci saranno responsabilità accertate e procedimenti giudiziari ne riparliamo e se qualcuno del PD lo merita è giusto che vada in galera La smetta,per favore,col metodo Boffo per favore cresca un po’.

          1. Scritto da La verità fa male

            Io sono io e il polemico è il polemico non so nemmeno chi sia, altro che “collega”. Non sono un giornalista quindi il metodo Boffo lo lasci perdere con me. Pensi a crescere un po’ lei invece e lasci gli anagrammi di nomi e cognomi ai solutori della Settimana Enigmistica. E su MPS a me non frega niente delle responsabilità penali ma di quelle politiche sì: chi li elegge gli amministratori (ossia il Comune, maggioranza PD) ha controllato oppure non ha controllato il loro operato?

          2. Scritto da Kurt Erdam

            Per ciò che riguarda gli anagrammi se lei fosse appassionato di musica organistica a conoscesse il concerto che doveva tenersi a Bergamo in S.Alessandro nel 1986 si risparmierebbe delle figure così così.

          3. Scritto da La verità fa male

            Per gli anagrammi non mi riferivo allo scherzo del 1986 e del fantomatico musicista tedesco che non è mai esistito, mi riferivo a un commentatore anche lui “ex tecnico direttivo dell’industria” che si firma Tiberio Cron, Rino Bertico, Tino Borreci, Enrico Torbi e un altro nome che non ricordo, tutti anagrammi; questo commentatore è svanito ed è apparso Kurt Erdam, il quale prima si firmava “Muc”. Ho indovinato? P.S. sono un appassionato della Settimana Enigmistica

          4. Scritto da Kurt Erdam

            Quando le fabbriche erano tante e l’Italia cresceva tecnici direttivi eravamo tanti,adesso,invece ci sono più pensionati che giocano alle slot machines e se dovessero riaprire tutte le fabbriche che c’erano per almeno la metà non troverebbero neppure tecnici formati e operai(veri)per farle girare.Questo è lo schifo in cui ci ritroviamo.Il nostro progresso portato nel terzo mondo per guadagnare di più e qui abbrutimento e abulia.Francamente non capisco come lei possa approvare ciò.

          5. Scritto da La verità fa male

            Infatti non approvo ciò. Solo che le forze e gli eventi che hanno portato al crollo del Muro di Berlino, alla liberalizzazione selvaggia e alla globalizzazione sono state “esterne” nel senso che l’Italia (e di conseguenza anche Berluska) in queste vicende hanno contato come il due di picche. Da soli non potevamo fare molto per arrestare questo processo. Lei dà al ruolo di Berluska un’importanza esagerata, che non ha avuto, se non nel nostro (comunque disastroso) orticello Italia

          6. Scritto da Kurt Erdam

            E’ abbastanza chiaro che la crisi di sistema del capitalismo nostro sistema economico,non sia da attribuire solo a berlusconi,però il nostro orticello era lui a governarlo e nel suo,si fa per dire,piccolo,non è mai neppure arrivato al classico”vorrei ma non posso”.Non ha mai neppure speso 5 minuti del suo tempo o una parola per considerare che l’avvento della tecnologia avrebbe dovuto portare ad una riorganizzazione del sistema con la distribuzione della ricchezza prodotta da pochi su tutti.

          7. Scritto da Kurt Erdam

            No le conviene lasciare perdere

          8. Scritto da Kurt Erdam

            Sarete anche due ma la menata di MPS fa parte del vostro dna per cui si assuma la responsabilità di quello che scrive.A nominare gli amministratori sono sicuramente stati gli organi delegati come per tutte le banche.Dopo di che se ci sono implicazioni penali ed erano d’accordo vadano in galera tutti e due nominati e nominanti,se invece gli amministratori hanno tradito la fiducia ricevuta loro in galera e per gli altri ci saranno pure conseguenze.Come per la BPM e tanti altri casi.

  3. Scritto da gigi

    con i vertici del pidimenoelle non c’è nulla di decisivo, tra rinvii, schede biance, franchi tiratori, perplessità, correnti varie, si sono dimostrati degli inetti e incapaci. Sono solo chiacchiere e tanto fumo non per nulla sono sempre gli eterni secondi, nella migliore delle ipotesi

  4. Scritto da il polemico

    tipico discorso politichese di chi è arrivato in politica seguendo strade alternative,sempre a dire le solite cose trite e scontate,solo riguardo ai gay il pd si trova sempre compatto,ma non c’è da stupirsi,sapendo certe frequentazioni dei loro componenti

  5. Scritto da La verità fa male

    Ha parlato il genio: “le sentenze si rispettano e si applicano”. Lo sanno tutti che le sentenze si applicano, però in una democrazia uno deve essere anche libero di dire che secondo lui una determinata sentenza è una solenne cantonata. Altrimenti mettiamo in Costituzione che “tutto ciò che esce dalla bocca di Sua Maestà il burocrate e di lor signori in toga è da considerare come il Verbo del Vangelo, e chi si azzarda a criticare è un eversore” e non se ne parli più

    1. Scritto da Kurt Erdam

      Mi dica,mi dica, sono tutto orecchie, tra tutte le sentenze che cominciano ben prima della sua “discesa in campo”,moltissime dell quali cadute in prescrizione anche grazie agli aiutini e lodi vari(processo lungo,prescrizione breve,lodi cirielli,alfano,schifani ecc…)Qual’è quella che secondo lei è una solenne cantonata?.Sarà la compravendita di senatori?,la corruzione di giudici per l’acquisto di Mondadori?Prostituzione minorile?Reati legati a compravendita diritti televisivi?Aspetto qui.

      1. Scritto da La verità fa male

        Faccio un esempio. Il primo governo Berlusconi cadde per un avviso di garanzia che doveva rimanere segreto (nel 1994) e fu pubblicato dal Corriere della Sera in anteprima; la vicenda si concluse con l’assoluzione quindi o sbagliavano i PM ad accusarlo oppure hanno sbagliato i giudici ad assolverlo. Il reato era gravissimo (corruzione della GDF) quindi in una democrazia seria che non si chiama “Italia”, se avevano sbagliato i PM o i giudici…. a casa, altro che promozioni e carriera

        1. Scritto da Kurt Erdam

          E’ talmente abituato a stravolgere la realtà che non si ricorda neppure che il primo governo berlusconi cadde perché la lega si tirò fuori e volarono gli stracci,divertentissime le dichiarazioni di beossi verso berlusconi e viceversa.Da lì il governo Dini, Poi elezioni perse governo Prodi/D’alema ecc.. e riavvicinamento alla lega in simbiosi perché l’uno senza l’altro ciccia.La leggenda della persecuzione è uno specchietto per le allodole per i soliti”citrulli”.

          1. Scritto da La verità fa male

            Bossi ha anche detto che senza l’avviso di garanzia non ci sarebbe stato il famoso “ribaltone”. In quanto agli stracci che volano pensi a Prodi pugnalato alle spalle tre volte (con il record dei 101 franchi tiratori). Quella di Dini è una vicenda divertente: tentò una riforma delle pensioni con Berluska e il PDS starnazzò, poi fece la stessa riforma con il governo tecnico e il PDS stavolta la votò. Stessa storia con la riforma Fornero che il PD ha votato senza fiatare

          2. Scritto da Kurt Erdam

            Per il resto dini,la fornero,monti ecc.non hanno sicuramente idee di sinistra.La sinistra italiana ha OVVIAMENTE più difficoltà nel portare avanti le proprie idee perché il nostro modello economico(per scelta nostra)è il capitalismo.Dovremmo avere imprenditori capaci con la mission di portare benessere a tutti e,in cambio di ciò,meritare un livello di vita superiore alla media.Ma se l’obiettivo è solo quello del massimo profitto chiudendo qui per produrre nel terzo mondo il sistema crolla.

          3. Scritto da Kurt Erdam

            E’ evidente che il collante che ha tenuto insieme AN forza centralista radicata al sud con la lega forza autonomista radicata al nord si è dimostrato più solido di quello che tiene assieme le diverse anime della sinistra.Evidentemente ci sono motivazioni trasversali che vanno oltre le premesse politiche(e le promesse fatte).

    2. Scritto da giudice supremo

      siete liberi di criticare ma null’altro. Le vostre critiche sono basate sul nulla, le vostre valutazioni si basano solo sulla simpatia o antipatia a prescindere dalle prove alle quali non avete accesso. Non basta leggere 4 righe per ergersi a giudice

      1. Scritto da La verità 'ndo sta

        Bella questa! .. fino a prova contraria mi pare si tratti di commenti all’interno di una forum di un sito giornalistico e non certo di sentenze; ..si discute.. chi più informato e chi meno.. Ma lei ‘giudice supremo’ vedo che è l’unico che non mi sta leggendo (questa mia risposta), la sua lettura è basata sul nulla giacchè non conoscendomi non sa se posso essere simpatico e antipatico; a prescindere se io abbia avuto accesso al sito per scrivere queste mie 4 righe. No aspetti 8.

      2. Scritto da La verità fa male

        Infatti a me interessa che sia sacrosanta la libertà di criticare una sentenza (anche dicendo fesserie) oppure di dire che la sentenza è sacrosanta, niente altro. Invece in questa ipocrita Italietta se uno di destra si alza a criticare una sentenza sfavorevole a Silvio oppure se uno di Rifondazione grida al golpe sulle sentenze del G8 di Genova, quelli dell’altra parte si inalberano, dicono che la sentenza è il Sacro Graal e starnazzano gridando all’eversione

    3. Scritto da nino cortesi

      La verità fa male a te anonimo. Potere legislativo spetta ai rappresentanti eletti dal Popolo (in Italia eletti dai soliti politici). Potere esecutivo spetta al Governo (non rinviasi tutto sempre). Potere giudiziario spetta alla Giustizia. E gli altri non ci devono mettere becco. Quando i nostri ineffabili politici dicono che hanno arrestato un sacco di mafiosi dicono una balla perché è solo il potere giudiziario che lo può fare. Abbiamo capito che B. per te è un simpatico monello.

      1. Scritto da Mister Bean

        Facciamo pure finta che sia così. Ma almeno il diritto di critica ce lo lasci?
        “Tutti hanno diritto di parola, tranne i fascisti”
        Frase pronunciata da Viscardi e C un milione di volte. Poi era loro discrezione decidere chi era fascista e chi no.
        Stiamo tornando a quei tempi?

        1. Scritto da Kurt Erdam

          Ha ragione,io da sempre critico un capo del governo(ex ora)entrato in politica per tutelare i suoi interessi(e processi)arricchitosi con leggi ad hoc(del suo amico bettino)e che ha dimostrato grande incompetenza negando una crisi di sistema avvertibile da tutti(quelli normali).Che ha dichiarato di governare nel tempo libero,che a livello mondiale ha offerto un’immagine squallida nei suoi comportamenti screditandoci tutti,che ha fatto solo leggi per tutelare i ricchi come lui.

      2. Scritto da perplesso

        ha detto bene,è il potere giudiziario che comanda in italia,che è poi quello che dice sempre berlusconi

        1. Scritto da Kurt Erdam

          E’ proprio sicuro?perché viste tutte le porcherie combinate negli ultimi decenni in tante direzioni differenziate fra loro, prostituzione minorile,corruzione,compravendita di senatori ecc..ecc… sembrerebbe proprio che non sia così.Se fosse vero berlusconi direbbe sempre quello che vuole ma lo sentirebbero solo i secondini,come capita per la gente comune che commette un reato e viene giudicata senza poter cambiare leggi,tempi di prescrizione,senza legittimi impedimenti ecc…

        2. Scritto da La verità 'ndo sta

          A me sembra che gli attacchi alla magistratura .. puzzino solamente di dittatura.. per di più da un uomo più ricco d’Europa che ha in mano la totalità dei mezzi di comunicazione.. e quindi non ha fatto altro che influenzare la gente.. E comunque democrazia con la D maiuscola è uguali diritti, specialmente per quanto riguarda il lavoro.. cosa che in Italia non è così..

          1. Scritto da La verità fa male

            “L’uomo che ha in mano la totalità dei mezzi di comunicazione” viene quotidianamente criticato e mediaticamente massacrato da RAI3, Repubblica, Santoro, Floris, Annunziata, Fatto Quotidiano, Unità, Corriere della Sera, La Stampa e compagnia cantante. Nelle dittature (quelle vere) sarebbe sufficiente un solo starnazzo di uno solo tra i giornali e TV che ho citato per far scattare censure (quelle vere), ergo…. scenda dalla pianta e torni alla realtà

          2. Scritto da Kurt Erdam

            Si potrebbe chiedere un parere a Montanelli o a Biagi (se ci fossero ancora)o a Daniele Luttazzi.Oppure rivedersi i “dittatoriali” di Minzolini.Oppure fare qualche domandina anche a Deborah Bergamini e Cattaneo.Ma basta rivedersi anche qualche puntata di “striscia la notizia” o di Mike Bongiorno.Oppure leggersi la posta dei lettori di Panorama o anche solo Sorrisi e canzoni.Non siamo mica tutti ingenui attivisti dell’Italia coccodè.Mi sa che dal caco è lei che deve scendere.

          3. Scritto da La verità 'ndo sta

            Ma anche il Berlusca non è da meno..per non dire peggio..lui che fa la vittima.. e poi credo che sia stato proprio lui ad esacerbare i toni dello scontro a tutto campo… è da 15 anni che lo fa.. e poi ho usato la parola ‘puzza’ in riferimento al suo comportamento e alle sue dichiarazioni contro la magistratura, ergo preferisco rimanere sulla pianta

    4. Scritto da La verità 'ndo sta

      Democrazia? Ho letto bene, “..in una democrazia..”??…