BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gelato da passeggio A Bergamo ampia scelta e prezzi da spavento

Per un cono piccolo si va dall'1,60 euro del Caffé Tiraboschi al 2,50 euro di Grom: è quanto emerge dall'inchiesta compiuta da Federcomumatori sul costo del gelato da passeggio in centro a Bergamo: "Ma cosa giustifica questi prezzi? Tasse, affitti o il fatto che in pochi si accontentano di guadagnare in modo equo?".

Più informazioni su

Ampia scelta ma anche prezzi che possono spaventare. E’ quanto emerge dall’inchiesta compiuta da Federcomumatori sul costo del gelato da passeggio in centro a Bergamo. Sono diverse le gelaterie che producono artigianalmente il prodotto da servire e il prezzo medio di un cono piccolo (quella da due gusti, per intenderci) si aggira attorno ai 2 euro, anche se si registrano differenze notevoli tra i più costosi e i più convenienti. Si va dall’1,60 euro del Caffé Tiraboschi al 2,50 euro di Grom.

Federconsumatori ci tiene a sottolineare, però, quanto sia cresciuto il costo di questo bene se si fanno i conti in "lire": e un cono piccolo, che oggi sfiora le 4mila lire, prima dell’avvento della moneta unica costava meno di 2mila.

Ecco, di seguito, l’elenco delle 14 gelaterie artigianali di Bergamo con i rispettivi prezzi: Caffè Tiraboschi 1,60 euro (3.100 L); Agrì 1,70 euro (3.292 L); Pastifrulligeria 1,80 euro (3.485 L); Twice, Balzer, Libreria Legami, Pignolo Ice Cream, Caffé del Colleoni, La Romana, Surya 2 euro (3.872 L); Balzer 2,20 (4.260 L); Pasqualina 2,30 euro (4.453 L); Grom 2,50 (4.840 L).

Così, Federconsumatori chiude l’inchiesta con una domanda: "Cosa giustifica i prezzi evidenziati? Gli affitti? Le tasse? Oppure, forse, il fatto che in pochi si accontentano di guadagnare in modo equo?".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da artigiana

    premetto che non sono gelataia ma nel settore, dal 2001 a oggi materie prime rincarate del 70, 80%, enel 100%, metano 100%, e che dire di irpef, irap, imu o affitto e compagnia bella… prima di supporre che ci sia dietro disonestà di un artigiano la federconsumatori oltre al prezzo del cono chieda il perchè dei rincari….. è ora di smetterla di considerare gli artigiani dei ladri e poi se stiamo così bene e così ricchi perchè i disoccupati non aprono attività in proprio????

  2. Scritto da Giovanni

    Legge n.1 di mercato, il prezzo è l’incrocio tra domanda ed offerta.
    Posso far pagare un cono anche 100€ ma solo se ho qualcuno che me lo acquista… Il consumatore non è stupido, chi fa prezzi, qualità e servizio non adeguati a quanto offerto, chiuderà presto.
    Inoltre, Paragonare il prezzo in lire dopo 12 anni di euro non è economicamente ragionevole, solo l’inflazione incide il 25/35% (2/3% moltiplicato per 12 anni), non si può non tenerne conto…

  3. Scritto da bruna

    prima erano i panifici ora che siamo in estate sono le gelaterie imparate a fare il pane in casa e il gelato a casa

    1. Scritto da anna

      E se i trasporti pubblici costano, vai piedi; se la carne costa alleva gAlline sul terrazzo…….e se tutti ragionassero si fa per dire, come lei, saremmo a posto.

    2. Scritto da anna

      E se i trasporti pubblici costano, vai piedi; se la carne costa alleva gAlline sul terrazzo…….e se tutti ragionassero si fa per dire, come lei, saremmo a posto.

  4. Scritto da Ermy

    È vero ciò che viene scritto sul costo del gelato, ma non si possono prendere in considerazione solo i costi delle materie prime ( per altro anch’esse aumentate), bensì anche i costi che i negozianti hanno di affitti, personale, ecc. Secondo me con questo articolo si vuole colpire una categoria… Vogliamo parlare di quanto vi costa una pizza?! O un primo piatto in un ristorante!? Convertitelo pure in lire e buon appetito!

  5. Scritto da Daniela

    Non sono una addetta ai lavori, ma una golosa di gelati sì. Oltre al prezzo andrebbe specificato anche come viene fatto il gelato. Tra le gelaterie indicate ce ne sono alcune che saranno anche artigianali (termine che per la legge italiana è piuttosto generico), ma usano chiaramente semilavorati ed altre che artigianali lo sono davvero.

    1. Scritto da come griffe

      Verissimo. I semilavorati sono certi nelle “catene” (italiane e anche oltre confini). Che poi spendono in immagine campagne di immagine e pubblicità…e la gente abbocca. E magari si fanno pagare anche più, inducendo a credere che diano di più….

      1. Scritto da dark

        Vero. In certi casi si paga – salata – la pubblicità…. Anzi, la si lecca. A me non piace, in tutta franchezza.

  6. Scritto da Paolo

    Caffè, cappuccio 2 brioche al balzer 8,50 €, é vero non mi hanno costretto con la pistola, ma c’é un limite a tutto!!

  7. Scritto da Bill

    Sto leggendo bergamo news dalle mauritius ,quasi quasi non torno piu!

  8. Scritto da poeraITALIA

    mediamente un cono gelato lo si paga 1,80 da qualsiasi parte
    a chi critica sempre e comunque APRITEVI UNA GELATERIA
    e vedreste il guadagno chissà quanto guadagnano in 2 mesi
    questi gelatai

    1. Scritto da agdelleentrate

      in effetti non capisco, continuano ad aprirne e alla fine dalle dichiarazioni dei redditi dichiarano 4.000-5.000 che siano benefattori ?

      1. Scritto da poeraITALIA

        appunto concordo pienamente
        tante ne aprono ma altrettante ne chiudono

  9. Scritto da micaela

    cono medio in galleria 2,70 ….mangiare un gelato è diventato un lusso raffrontiamo alle vecchie lire…possibile non si possa fare qualcosa per avere i giusti prezzi al tempo della lira ???? ci stanno svuotando il portafoglio !!!!!!!!!!!! fare uno sciopero del gelato…

  10. Scritto da mah

    nuova gelateria in via s. alessandro, proviamo
    costo del cono piccolo € 2,50 (già caro). mia sorella viene servita dal commesso, che le fa un cono normale, io vengo servita dalla commessa che mi prepara un cono gelato, dove c’è solo il cono di biscotto,il gelato non si vede.
    a mia esplicita domanda sul perchè della evidente differenza tra i due coni mi viene risposto:perchè il gelato è caduto tutto dentro il biscotto…nemmeno col binocolo mi vedono più. scandaloso

  11. Scritto da Federconsumatori Bergamo

    Federconsumatori non ha gli strumenti necessari per valutare la qualità degli ingredienti e si è guardata bene dal dare giudizi di merito. Si è limitata a verificare i prezzi dei coni da passeggio venduti nel centro cittadino, La gelateria “Gemma” si trova in Borgo Palazzo nel complesso “Canarie”: non propriamente in centro. Ciò specificato siamo interessati a raccogliere segnalazioni affidabili da parte di volesse farlo. P.S. non capiamo in cosa consisterebbero le “tesi precostituite”.

  12. Scritto da L.

    … “in pochi si accontentano di guadagnare in modo equo”. …..:
    ma l’equità chi la stabilisce?, Dire che un bene costa è implicito, che costi tanto o poco è di libero mercato.

  13. Scritto da Dino

    …mi vien da pensare…per fortuna che c’è la crisi, altrimenti chissà cosa costerebbe il gelato….

  14. Scritto da roberto52

    … questo per il gelato e il pasticcino…
    ma provate a vedere quanto costa un piccolo bicchiere d’acqua con il caffè! una varietà di prezzi da 0.30 a a 0.70 (al banco)! non vi sembra assolutamente esagerato??

  15. Scritto da MARIO66

    1 kg di gelato: costo materie prime 3-4 euro, prezzo di vendita 16-24 euro.
    Gelatai, ringraziate il signore che ai cinesi non piace il gelato …

    1. Scritto da Samuele

      Mi hai rubato il pensiero. Con questi prezzi vedrete se non arrivano i cinesi… E non penso che il loro gelato sarà pessimo. Bisogna un po’ sapersi accontentare, è vero che le gelaterie non lavorano tutto l’anno ma di sicuro vivono di rendita!

  16. Scritto da formica

    se i dati e le modalità riportati sono corretti, l’indagine é quantomeno ridicole e fatta con i piedi.
    primo, dall’indagine sono escluse alcune gelaterie cittadine tra cui la Gemma,
    secondo si mette a paragone il prezzo in base anche a quanto gelato viene servito non solo il costo minimo.
    infine indagine sugli ingredienti e sulla prova organolettica.
    Altrimenti queste “indagini”sanno di tesi già precostituite.
    Invito a BG news di fare una indagine seria

    1. Scritto da cicala

      che dati hai per dire che non son corretti ? tante parole ma nessun data pertanto controbatti con dati altrimenti lascia perdere e il bello è che dici a bg new di fare indagini serie e tu ti limiti a sentenziare ? la papa l’è cocia !

  17. Scritto da lotty

    segnalo un gelato buonissimo artigianale al prezzo di euro 1;50/cono al ber Commercio di osio sotto. Provare per credere!

  18. Scritto da claudia

    un canoncino seduti al tavolo del Balzer euro 1,50, passa la golosità.

  19. Scritto da anna

    E non avete visti i prezzi dei pasticcini.
    Un canoncino , grande ormai quanto una falange, può’ costare dai 40 centesimi a 1 euro, a secondo del locale. Solo da Camil in via broseta ho visto calcolarne ogni volta il costo con una pesatura!

  20. Scritto da gigi

    pochi si ccontentano di guadagnare in modo equo e non fanno gli scontrini ( segnalate al 117 ) e cmq basta rinunciare