BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una bergamasca tra i migliori designer italiani

Al concorso indetto da Formabilio.com, tra i 156 progetti candidati, è stato scelto anche il progetto “Tconsolle” di Gloria Colleoni, giovane designer trentaduenne

Sono stati proclamati i vincitori di “Container”, il settimo contest rivolto a giovani architetti e designer lanciato da Formabilio.com, la piattaforma internet che si propone di promuovere, attraverso il web, dei concorsi rivolti a giovani designer.

A valutare i progetti candidati al contest, la giuria tecnica costituita dai rappresentanti di Formabilio e delle aziende venete partner della piattaforma online, ovvero Ivo Fontana mobili, Euroline Furniture, Live in e la new entry Torremato, ai quali, questa volta, si è unita anche la producer stylist Laura Pozzi.

Tra i 156 progetti candidati al concorso è stato scelto anche quello di Gloria Colleoni, designer trentaduenne di Bergamo, progettista di Tconsolle.

Di ispirazione nordica per la sua semplicità, Tconsolle stravolge la concezione classica della consolle e del mobile contenitore in generale. Interamente in legno, il progetto è caratterizzato da un volume privo di gambe e sostenuto da una struttura, simile ad un cavalletto, a sé stante. Adattabile a diversi ambienti grazie anche alla possibilità di scegliere il colore del frontale del cassetto centrale, è un mobile che può contenere, nascondere ed esporre.

Nata e cresciuta a Bergamo, la giovane ha frequentato l’Istituto europeo di design di Milano, diplomandosi in Interior Design. I primi passi nel campo della progettazione li ha mossi lavorando prima in uno studio di interni che si occupava principalmente di progettazione di locali commerciali e poi in una società operante nel settore dell’architettura e dell’arredamento per imbarcazioni e alberghi. Convinta che il design sia una forma di espressione e che debba rispondere all’evoluzione dei bisogni e delle esigenze quotidiane, ama molto l’aspetto evolutivo, ossia il cambiamento che prende forma nel processo di progettazione degli spazi.

L’obiettivo del contest “Container” era proprio individuare le diverse declinazioni del “contenere”, progettando un arredo o un complemento di arredo che fungesse da contenitore per libri, oggetti, vestiti, giocattoli, scarpe, bicchieri e bottiglie.

Assieme a Tconsolle, Formabilio produrrà e commercializzerà online sulla piattaforma altri quattro progetti: Priscilla, il contenitore a metà strada tra una libreria e una credenza/vetrina ideato dalla designer perugina Chiara Pellicano; “Extrude”, il progetto di Enrico Rivetti, designer di Brescia, che ha pensato a una libreria a parete che può trasformarsi in mobiletto a terra; “Snorky”, il mobile con il buco al centro che nasce dalla mente creativa di Alessandro Martini; e “Revival”, il container che oscilla tra il vintage e il contemporaneo, opera di Silvia Musetti di Sanremo.

Inoltre, Formabilio ha dato il via al nuovo contest Mignon, al quale potranno essere candidati progetti di progetti di arredo o di lighting piccoli, ricercati, carini, ma di buon gusto, quindi senza eccedere in orpelli e decorazioni superflue. L’obiettivo del contest, infatti, è ridimensionare, ridurre, ri-proporzionare sia gli arredi che le luci: in questo modo i divani diventano divanetti, i tavoli tavolini, le librerie moduli, i mobili mobiletti, le lampade lampadine e i lampadari applique. E come nelle migliori pasticcerie saranno tutti accattivanti e golosissimi! I progettisti, designer e aspiranti tali che parteciperanno dovranno inviare le loro idee utilizzando l’apposita sezione del sito https://it.formabilio.com/concorso-design/mignon dalle 10 del 3 luglio alle 18 del 31 luglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da makio

    sei bravissima sicuramente avrai tantissimi successi,

  2. Scritto da Alessandro

    Se si è formata all’Istituto Europeo di Design non è architetto come da titolo, ma al massimo designer, dare il giusto peso alle parole?