BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Popolare di Bergamo Sindacati fanno muro contro la riduzione del premio

Sindacati e Popolare di Bergamo si sono incontrati mercoledì per discutere del rinnovo del premio aziendale: la proposta dell’azienda di una riduzione del 16% è stata giudicata inaccettabile. Nuovo incontro tra le parti il 9 luglio.

Più informazioni su

Sindacati e Popolare di Bergamo si sono incontrati mercoledì per discutere del rinnovo del premio aziendale: l’azienda, considerato il calo di produttività, propone una riduzione del 16%, soluzione ritenuta assolutamente inaccettabile dalle sigle sindacali presenti ai due tavoli di trattativa, Fiba Cisl, Fabi, Uilca Uil e Dircredito nel primo e Fisac Cgil nel secondo.

La proposta dell’azienda, a fronte dei 1.320 euro del 2012, è di 1.100 euro, 715 fissi e 385 riparametrati, ed è stata confermata la disponibilità a rendere opzionabile il premio welfare, su base volontaria, e a riconoscere i buoni benzina.

Una proposta che è stata rispedita al mittente da tutte le cinque sigle sindacali che diventano un’unica voce nel chiedere un’offerta che si confermi quanto meno ai livelli del premio riconosciuto nel 2012: una richiesta giustificata dal grande impegno e dai grandi risultati che i dipendenti sono comunque riusciti ad ottenere in dodici mesi complicati.

Un’ulteriore richiesta si è registrata sul fronte della tutela dei giovani lavoratori stabilizzati con il riconoscimento dell’anzianità di servizio pregressa.

Le parti torneranno ad incontrarsi martedì 9 luglio e i sindacati si sono detti fiduciosi su una risoluzione positiva della vicenda o, almeno, di una riduzione delle distanze che attualmente impediscono la chiusura della trattativa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Zeuss

    È necessario un distinguo fra la base (cioè di tutti coloro che ogni giorno si spaccano le ossa) e tutti quelli che sopra danno gli ordini. A questi ultimi non bisogna riconoscere alcun premio.

  2. Scritto da makio

    c’è la crisi bisogna risparmiare

  3. Scritto da MAURIZIO

    Le azioni hanno perso il 90% del loro valore in 4 anni. NESSUNO DI VOI ha diritto ad alcun premio. Anzi, bisognerebbe valutare se, per contribuire a rivalutare le azioni nel tempo, non sia necessario ridurre gli stipendi di tutti voi!

  4. Scritto da in-mobilità

    il premio che avete è il posto di lavoro ogni mattina. … ma chi vi credere di essere?