BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il ministro Kyenge, Zagrebelsky, Grom…: Molte fedi col botto

Sul sito dell'iniziativa delle Acli "Molte fedi sotto lo stesso cielo" il programma intenso, come sempre dell'edizione 2013 del percorso dedicato al dialogo interreligioso e all’ecumenismo.

Quest’anno ”Molte fedi sotto lo stesso cielo” punta sulla presenza del giurista Gustavo Zagrebelsky, dell’attrice Lella Costa e della ministra Cécile Kyenge.

Il programma dell’edizione 2013 del percorso organizzato dalle Acli di Bergamo e dedicato al dialogo interreligioso, prevede la presenza di tanti ospiti prestigiosi e di diversi grandi nomi. In città e in provincia, da settembre a fine anno, si terranno incontri, dibattiti, momenti di riflessione e di confronto, iniziative musicali, momenti di ascolto di testimonianze, uscite e visite guidate sul territorio.

La prima iniziativa da segnare sulla propria agenda sarà l’appuntamento di martedì 24 settembre con la musica dello spirito. Ad allietare la serata e a regalare sugestive emozioni al pubblico sarà il concerto del coro dei cosacchi del Don.

Tre giorni più tardi, invece, l’arte lascerà spazio alla spiritualità: venerdì 27 settembre il cardinal Gianfranco Ravasi terrà una lectio magistralis sul tema “Di generazione in generazione. Tra memoria e futuro”.

I mesi successivi saranno caratterizzati dalla partecipazione di illustri ospiti provenienti dal mondo della cultura e della politica. Martedì 1 ottobre sarà la volta di Lella Costa. La popolare attrice tornerà a calcare il palco di “Molte fedi” cimentandosi in un dialogo con il conduttore radiofonico Massimo Cirri intitolato “Osiamo sognare. Scenari di un futuro possibile”.

Altro atteso ritorno è quello di Gad Lerner: martedì 5 novembre il giornalista prenderà parte a un dialogo su territorio e ambiente con Carlo Petrini, fondatore del movimento culturale Slow Food.

Il tema dell’integrazione avrà un’importanza centrale nell’iniziativa. Per parlarne, martedì 8 ottobre la ministra dell’integrazione Cécile Kyenge proporrà una lectio magistralis dal titolo “L’Italia di domani. Per una convivialità delle differenze”, mentre martedì 22 ottobre sarà la serata sarà dedicata all’incontro con il regista italo-iracheno Haider Rachid e alla proiezione del suo film “Sta per piovere”, la prima pellicola sullo ius soli. Due giorni più tardi, poi, si terrà il concerto per la pace “Quando ebrei, musulmani e cristiani fanno musica insieme”. Il protagonista sarà Ensemble NuYallah.

Martedì 29 ottobre ci sarà l’esibizione di un altro grande artista: Davide Van De Sfroos, che si esibirà con parole, musica e videoclip in “Se la memoria è forte non tutto è perduto”. Lunedì 4 novembre terrà ancora banco la situazione internazionale: si parlerà del genocidio armeno con la scrittrice e saggista Antonia Arslan. Non mancherà la riflessione sulla componente rosa della società, dando uno sguardo alla condizione femminile nel mondo. Martedì 12 novembre la serata verterà sull’argomento “Parole di donne. Il filo della memoria”, con un inconro tra il giornalista Giovanna Zucconi e l scrittrice iraniana Sahar Delijani.

Il tema della memoria avrà un ruolo centrale anche martedì 19 novembre, quando un ospite ‘eccezione proporrà una riflessione sul futuro della Costituzione. Si tratta di Gustavo Zagrebelsky, giurista italiano, già Presidente della corte costituzionale.

Altro argomento centrale della manifestazione sarà il rapporto tra le fiverse generazioni. Particolarmente interessante, a questo proposito, sarà, giovedì 24 ottobre, il dialogo “Provaci ancora Italia. Ricette di giovani in un sistema vecchio” tra l’imprenditore Federico Grom e il presidente dell’istituto di ricerca e sondaggi Ipsos Nando Pagnoncelli.

Lunedì 2 dicembre, infine, lo storio e sociologo Marco Revelli parlerà del Sessantotto, un periodo caratterizzato dallo sviluppo di un’accentuata sensibilità per i temi civili

Per avere ulteriori informazioni e per visualizzare il programma dettagliato di Molte fedi sotto lo stesso cielo 2013 è possibile consultare il sito internet www.moltefedisottolostessocielo.it oppure accedere alla pagina web www.moltefedisottolostessocielo.it/module-News-program.phtml

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.