BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Carceri sovraffollate Il Garante lombardo: amnistia subito: di’ la tua

Donato Giordano, Garante regionale per i Detenuti: “In Lombardia abbiamo 9.228 detenuti ospitati per una capienza che dovrebbe essere attorno ai 6.051”. Bergamo ospita 500 detenuti dei quali quasi il 60% tossicodipendenti

“Serve subito un’amnistia, per le carceri che scoppiano”. Sono le parole di Donato Giordano, Garante regionale per i Detenuti. “Il mio compito è innanzitutto quello di garantire ai detenuti l’erogazione di prestazioni legate alla tutela della salute, al miglioramento della qualità della vita, all’istruzione e alla formazione e a ogni altra funzione finalizzata al recupero e reinserimento sociale e nel mondo del lavoro” spiega Giordano.

Reinserimento dunque: una prima “spinosissima” questione: “Senza il volontariato sarebbero davvero pochissimi gli ex detenuti in grado di reinserirsi ed essere accettati dalla società. Il terzo settore in questo Paese fa la parte del leone, le istituzioni non se ne occupano”. “Abbiamo 9.228 detenuti ospitati per una capienza che dovrebbe essere attorno ai 6.051: dunque un problema esiste. Cremona, Pavia e Voghera dovrebbero ora ampliare le disponibilità di posti, sino a 700 unità, attraverso nuove strutture già approvate.

Accanto all’emergenza sovraffollamento occorre però raccontare a tutti l’eccellenza di Bollate, carcere milanese che va portato a modello. Su 1.182 detenuti oltre il 40% lavora, all’interno e all’esterno. È un carcere dove non esistono sezioni chiuse e la recidiva una volta scontata la pena è tra le più basse in assoluto, credo tra il 3 e il 4% contro il 20-30% di media nazionale. Qui operano ad esempio due call center per il pubblico e per il privato e ci sono numerose altre attività tra cui un maneggio e società sportive. Un vero modello, insomma”.

Nessun eccessivo buonismo verso chi ha sbagliato: occorre davvero pensare al sistema in modo del tutto nuovo. “Non si ha il coraggio di capire che bisogna depenalizzare e creare misure alternative – conclude Giordano – alleggerendo il carico di processi o notizie di reato che ingolfano il sistema. Nessuno ha il coraggio di dire che occorre un’amnistia. Iniziamo ad alleggerire le Procure depenalizzando tutta una serie di reati leggeri o prevedendo vere misure alternative, che al momento non vengono concesse. L’occasione della mediazione civile? È stata affossata dalla lobby degli avvocati”. E le ombre allora si allungano, con Bergamo che ospita 500 detenuti dei quali quasi il 60% tossicodipendenti e San Vittore che “straripa” mentre due raggi sono chiusi da tempo per lavori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    Il carcere e obsoleto e vecchio come cultura sociale di rieducazione lavoro sociale e rieducazione civica nei valori della società quei valori mancanti per disperazione alle persone obbligate a delinquere

  2. Scritto da Niccoló

    Amnistia. E’doverosa e occorre il prima possibile …

  3. Scritto da MAX SPATOLA

    bisogna fare subito amnistia PERCHE NN CE PIU TENPO LA GENTE LA FATE MORIRE BASTA AMNISTIA PER TUTTI LE CARCERI SONO INDISUMANE

  4. Scritto da Gigi

    AMNISTIA SUBITO!!!
    Non se ne può più di gente che si suicida in carcere, prima ancora di essere giudicata! Il nostro sistema giudiziario è al collasso e quindi cosa si aspetta?? Di essere condannati dall’Unione Europea per l’ennesima volta?

  5. Scritto da poeraITALIA

    mandare ognuno al proprio paese d’origine e poi si potrebbe vedere se sono sovraffollate è!!!!

  6. Scritto da nino cortesi

    Va bene, d’accordo se mettiamo dentro tutti i politici meno i M5* ai quali invece dobbiamo affidare subito sia il Premierato che il Presidente della Repubblica.

  7. Scritto da Babila

    E’ gloria della Lombardia del ‘700/’800 aver generato il nuovo sentire, la nuova cultura e dato avvio alla riforma mondiale della legislazione carceraria, trasformandola da annientamento sociale del colpevole a commisurata punizione e occasione di recupero. Onore e gratitudine sempre a Cesare Beccaria per “Dei delitti e delle pene”, a Pietro Verri per “Osservazioni sulla tortura”, ad Alessandro Manzoni per “La colonna infame”. Altri tempi, altri lombardi!

  8. Scritto da Diversamenteabile

    Avete mai provato l’ebrezza d’essere rapinati in casa mentre siete sopra nella camera a tremar di paura??
    A TUTTI I BUONISTI LO AUGURO DI PASSARE QUELLO CHE ABBIAMO PASSATO NOI FAMIGLIA e poi vedreste se sareste favorevoli ALL’AMNISTIA ma come al solito si blatera sempre prima di provar le cose che accadono sulla propria pelle vi auguro questa esperienza

  9. Scritto da il polemico

    nessuno li ha obbligati ad avere un alloggio cosi sovraffollato,se prima di delinquere ci avessero pensato un attimo,forse ora si godrebbero le giornate in libertà…

  10. Scritto da Jam

    Lo stato arraffa su ogni detenuto 270€ al giorno spendendone al max 20….è dato che tutti parlano di delinquenti è bene che sappiate che il 70% son tossici…ed i tossici hanno bisogno di un aiuto non d esser rinchiuso in un ambiente carcerario dove stando li si che diventerà un delinquente

  11. Scritto da Jam

    Le carceri sono davvero ultra piene nemmeno immaginate quale sia la situazione all interno di questi posti, 8 persone in 5 metri quadrati..nemmeno le bestie son trattate cosi..AMNISTIA per forza e magari messa alla prova per chi ha sulle spalle crimini pesanti e subito dopo riforma delle leggi ricordo che l Italia ha per questo un debito con Strasburgo di 40 miliardi di € e se non la faranno uscire entrò fine estate questi aumenterà ad 80….per poi non parlar d altro..

  12. Scritto da nino cortesi

    Ce n’è uno che merita il carcere ed invece per lui è sempre amnistia. Ha appena stretto la mano a N. Può fare di tutto, di più. Fino a quando?

    1. Scritto da La verità fa male

      Berlusconi non andrà mai in carcere: avendo più di 75 anni può chiedere le misure alternative (arresti domiciliari, affidamento ai servizi sociali). Quindi la domanda “carcere o non carcere per Berlusconi” e tutto il parlare di Ruby è il modo migliore per evitare di parlare dei problemi veri posti dai referendum dei radicali. Le vere domande sono: ergastolo SI o no? è giusta la separazione delle carriere? va eliminato il finanziamento pubblico ai partiti? il resto è aria fritta

      1. Scritto da nino cortesi

        Più che domande avremmo bisogno solo di una risposta. I politici li scelgono gli elettori. Le domande sono aria fritta, servono risposte da persone elette solo dai cittadini. Poi con M5* al 51% si risolve tutto con facilità, altrimenti sarà sempre un disastro. I vostri pseudo-partiti sono falliti ed in questo momento abusivamente al potere. Niente amnistia per loro.

        1. Scritto da La verità fa male

          Appunto. Firmiamo per i referendum e poi andiamo a votarli. Le risposte le daremo NOI ELETTORI non i burocrati e i politici tromboni

  13. Scritto da gutembergem

    Coloro che sono favorevoli…non devono far altro che adottare uno a testa questi carcerati. Sarebbe una gesto di coerenza.

    1. Scritto da Una

      Io non adotto nessuno, tanto meno criminali. Ma come per gli animali, assicuriamogli almeno…gabbie umane. E, se non possiamo, garantiamo almeno leggi costituzionali. Siamo criminali per abnegazione costituzione italiana. Niente ci puo’ confortare se non si abroga tortura di esseri umani.

    2. Scritto da marco

      Lei che dice queste cose ignora quanti detenuti innocenti ci sono? E poi se lei e fortunato di non essere mai stato denunciato si accorgerebbe del sistema giudiziario e qui che dovrebbere fare una riforma responsabilita’ dei magistrati e condanne solo con prove inconfutabili non per antipatie o decisioni soggettive si all’amnistia

      1. Scritto da Piero

        Rispetto le sue idee e le sue posizioni (evidentemente avrà avuto esperienze in tal senso), ma il sentore, in Italia, è all’opposto. In Italia si sa che (proporzionalmente) è avvantaggiato il malfattore rispetto alla sua vittima. E’ facile che i delinquenti la passino liscia e, prima di poterli vedere “dentro”, servono montagne di prove inconfutabili. C’è un sacco di ipergarantismo, basta un cavillo, una virgola, e con un avvocato buono passi dal torto alla ragione in un baleno.

  14. Scritto da christian99

    si amnistia

  15. Scritto da angelo

    E SE FOSSI IO IN CARCERE?

    1. Scritto da Il Naggio

      Se uno finisce in carcere è perchè se lo è meritato.
      Perchè farlo uscire?

      1. Scritto da nicola

        se fossi stato in carcere pure tu non parleresti cosi

        1. Scritto da Marina

          E chi non è stato in carcere, che colpe ha, su chi è andato in carcere?

      2. Scritto da francy

        E’ facile dire subito in carcere una persona. A te non è mai capitato di sbagliare? a me è capitato di andare in custodia cautelare per 2 mesi e già mi sembrava di stare da 1 anno. E pensi che sia diverso stare agli arresti domicialiari? è stare in carcere anzi è peggio! e la sai ò’ ultima? devi anche pagare 150 euro per 2 mesi avendo vissuto in condizioni di pericolo e condizini pessime! i video non ti fanno vedere la vera realta delle cose….

  16. Scritto da massimo

    amnistia per reati meno gravi(max 2 anni), e riforma della giustizia. forse molti nn lo sanno ma l’amnistia gia’ c’e’ …….migliaia di processi ogni anno in prescrizione………ma quarda caso c’hanno tutti i soldini…………..

  17. Scritto da La verità fa male

    CI SONO 12 REFERENDUM RADICALI, IN MATERIA DI GIUSTIZIA (E QUINDI DI CARCERI), DI DIRITTI CIVILI E DI IMMIGRAZIONE, PER I QUALI STANNO RACCOGLIENDO LE FIRME. GLI ARGOMENTI TRATTATI SONO IL MINIMO DI QUALSIASI NAZIONE OCCIDENTALE. ANDIAMO A FIRMARLI E POI A VOTARE, PER NON DELEGARE A QUESTA CLASSE POLITICA INETTA E A QUESTA MAGISTRATURA ESIBIZIONISTA E FORCAIOLA LA SOLUZIONE DI PROBLEMI PER I QUALI GIUDICI E POLITICI SI SONO DIMOSTRATI INCAPACI DI RISOLVERLI

  18. Scritto da Alberto

    Rimpatriare le migliaia di detenuti stranieri, velocizzare il sistema giustizia dove la casta dei giudici è la peggiore sciagura italiana, e depenalizzare un bel niente.

    1. Scritto da ugo

      Condivido,purtroppo resterà un’utopia. Occhio, col primo si rischia di passare per razzisti.

  19. Scritto da Il Naggio

    Io vorrei sapere perchè il garante regionale per la lombardia è Donato Giordano nato a Pietramontecorvino (FG).

    1. Scritto da Angelo

      Giusto:-) Anch’io vorrei sapere perche come ministro dell’integrazione abbiamo una che viene dall’Africa e non un italiano.

    2. Scritto da Antonio

      Eheheh, tu hai colto nel segno! Una miriade di funzionari lombardi dello Stato, non sono lombardi… Vorrei sapere anch’io il perché!

  20. Scritto da dd

    sarebbe giusto depenalizzare i reati meno gravi, d’accordo, ma perchè invece non costruiamo nuove carceri? tagliamo gli F35, legalizziamo la prostituzione e le droghe leggere e il gioco è fatto.
    se uno si merita la gattabuia è giusto che se la faccia tutta.

  21. Scritto da Luca

    Non serve un’amnistia,servono carceri. C’è la crisi edilizia,ecco qualcosa di utile da fare. Se uno sbaglia paga senza troppe storie. Non si deve garantire nulla se non la sopravvivenza,altrimenti che pena sarebbe. Siamo in Europa ma prima in Italia. Preferisco un paese di carceri che uno di delinquenti in libertà. In questo modo non si affronta il problema ma lo si evita. Ovviamente ci sarebbe da rivedere tutto il sistema carceri,procure avvocati e giudici.

    1. Scritto da Luca

      Inoltre il carcere oltre che a punizione dovrebbe servire per deterrente. Se non fai nulla di male non hai problemi, se delinqui sai cosa ti aspetta. Se vogliamo carceri a cinque stelle vendo casa e mi metto in lista d’attesa. Vitto,alloggio,un lavoretto e magari una pensione. Mettiamoci la visita di qualche donnina e si stà meglio in carcere che in libertà.
      Propongo altra soluzione: pena di morte per reati come stupro,pedofilia,mafia….svuotiamo le carceri e puliamo il paese.

      1. Scritto da berghem

        …come non essere d’accordo!

        1. Scritto da willer

          Le carceri dovrebbero servire solo da dormitori e pasto serale. Durante il giorno tutti fuori con ramazza e secchiello a pulire piazze greti di fiumi vari graffiti ecc ecc. Lavoro socialmente utile in cambio di un pasto, visto che mi costi caro galeotto !

          1. Scritto da Luca

            In pratica la stessa vita di un edile onesto e incensurato. Sveglia alle 6.00,cantiere,rientro alle 18.00,il tempo di vedere moglie e figli e a letto presto che il giorno dopo si rincomincia…. ah,scusa,dimenticavo: in galera ti mantengono gli altri.ARRESTATEMI!!!!

          2. Scritto da willer

            Grande Luca… hai ragione …sigh ! anzi per noi è peggio..li abbiamo tutti addosso per estorcerci qualche soldo che guadagnamo onestamente !

  22. Scritto da angelo

    Nessuno ha puntato una pistola a chi è in galera.
    Prima di entrare sapeva le condizioni di vita che lo aspettano.
    Evidentemente se si vuole arrivare a carceri come alberghi a 5 stelle fatemelo sapere che mi metto in lista di attesa.

  23. Scritto da Simone

    Serve subito un nuovo carcere.

  24. Scritto da berghem

    Un’altra cosa…c’è il garante dei detenuti…ma nessuno garantisce il cittadino onesto? No, perché visto come funziona in Italia forse facendo un bilancio tra pro e contro conviene fare qualche furto, organizzare qualche bella truffa o scippare i vecchietti…tanto sono reati minori…li depenalizzano, sono incensurato, amnistia…mi faccio 6 mesi ai domiciliari e chi si è visto si è visto!

  25. Scritto da Manuela

    rimpatriare gli stranieri…depenalizzare alcuni reati….

  26. Scritto da rota bruno

    la cosa che più da fastidio è che non c’è più la certezza della pena, e le povere vittime? inoltre l’80% dei detenuti liberati tornano a delinquere perchè non ci sono strutture adeguate, ma allora perchè fare processi arresti indagini lasciamo delinquere liberamente !!!!!!!!!!!!!!povera ITALIA

  27. Scritto da berghem

    Depenalizzare i reati minori??? Ma stiamo davvero scherzando? Ci sono problemi economici e logistici e allora quale è la soluzione studiata dai nostri eminentissimi governanti? lasciamo liberi i delinquenti!
    1- fare accordi con i paesi esteri per far scontare la pena agli stranieri nei loro paesi.
    2- far pagare ai detenuti le spese di vitto e alloggio!
    E’ assurdo che il cittadino onesto, vittima dei reati commessi dai detenuti debba anche mantenerli…

  28. Scritto da roberta

    é una vergogna.non si torturano le persone qualsiasi sbaglio abbiano fatto..amnistia subito è un DOVERE

    1. Scritto da silvia

      no tesoro, essere un cittadino ONESTO è un dovere.
      altrimenti domai potrei venire a rubare a casa tua… tanto poi c’è l’amnistia

    2. Scritto da dd

      se uno di questi signori avesse rubato in casa tua, o ti avesse messo le mani addosso, o peggio ancora avesse ucciso qualcuno dei tuoi cari parleresti in questo modo ancora?? finiamola con il buonismo una volta per tutte, e cerchiamo di essere coerenti e di interfacciarci con il mondo VERO.

    3. Scritto da Laura

      Il buon silenzio invece, in certi casi, è un optional, vedo!