BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tagliuno, parte da Facebook la raccolta firme per spegnere il semaforo

L’obiettivo è far togliere un semaforo in via Guglielmo Marconi e rendere più scorrevole il traffico nell’intera zona. In poche settimane la pagina fan ha già superato i mille iscritti, e proprio in questi giorni è iniziata una raccolta firme on line.

Parte da Facebook la raccolta firme per far togliere un semaforo a Tagliuno. A giugno del 2012 nella frazione di Castelli Calepio vennero effettuati alcuni lavori di manutenzione stradale in via Guglielmo Marconi – Strada Provinciale SP84, una delle arterie principali della zona, che dall’uscita autostradale di Ponte Oglio giunge fino al crocevia della battutissima Strada Provinciale via Dei Mille – Via Roma (SP91), la Provinciale che da “Bergamo” conduce in direzione Sarnico, attraverso la Val Calepio.

Il tratto di strada interessata ai lavori – all’altezza di Via Antonio Locatelli – fu resa a senso unico con traffico consentito solo ai veicoli provenienti da sud (dall’autostrada) in direzione Sarnico; al crocevia la svolta a sinistra, verso il centro paese, fu proibita. Per i veicoli in direzione Bergamo il traffico fu deviato lungo la via Locatelli, mentre per i veicoli in transito in direzione “autostrada” e che provengono da “Sarnico”, il traffico fu deviato in direzione “Bergamo”, fino all’altezza della rotatoria che unisce la via Aldo Moro a via Antonio Locatelli.

Il semaforo che coordina il traffico al crocevia di Tagliuno fu disattivato (e reso lampeggiante). Ne risultò che la viabilità fu notevolmente migliorata in tutte le direzioni; niente traffico, niente code, tempi di percorrenza azzerati, nessun incidente. Terminati i lavori, però, il semaforo venne di nuovo attivato, e ricominciarono code e disagi.

Una situazione che ha portato un gruppo di cittadini della zona a creare una pagina Facebook attraverso la quale promuovere una raccolta firme “al fine di sensibilizzare le autorità affinché rendano definitive le modifiche alla viabilità adottate in quella circostanza, in attesa che venga completato l’ultimo lotto della variante SP91, definita dalle autorità stesse come soluzione più ampia”. In poche settimane la pagina ha già superato i mille iscritti, e proprio in questi giorni è iniziata una raccolta firme on line.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco

    W il semaforo! Non rompete le scatole, e ringraziamo che c’è e che ogni giorno evita decine di incidente poiché in quella zona c’è una viabilità assurda proprio perché si trova in prossimità del provinciale…

  2. Scritto da Marco Capoferri

    Stiamo raccogliendo le firme per lo spegnimento del semaforo attraverso una Petizione online:

    http://www.activism.com/it_IT/petizione/spegnimento-del-semaforo-e-modifiche-alla-viabilita-nel-comune-di-tagliuno-frazione-di-castelli-calepio-bg/44614

    1. Scritto da Gualtiero Vezzoli

      questo semaforo è sempre stata una disperazione, che venga eliminato.

  3. Scritto da Renzo

    La maggior parte degli incroci con semafori è convertibile a rotonde. Certo, non c’è sempre spazio per farle, ma dove si può, andrebbero fatte! Pensate che molte volte, è stata proprio la miopia, la cocciutaggine delle persone, e non motivi oggettivi di incidenti o pericolosità a far realizzare soltanto di recente le rotonde. Es. Incrocio di Bolgare o di Villa di Serio, entrando in paese: si facevano code chilometriche. Fatta la rotonda, sparite le code…

  4. Scritto da nino cortesi

    Basterebbe utilizzare il giallo. Pazzesco alla domenica per chi ritorna da Sarnico. Considerato i danni enormi che fa questo semaforo secondo me qualcuno dovrebbe essere indagato.

    1. Scritto da Piero

      Sono d’accordo! Se uno parcheggia male è sanzionato perché “ostacola” il traffico. Se uno ostacola il traffico tutti i giorni da decenni (non soltanto la domenica, ma anche chi va al lavoro nei giorni feriali) con un semaforo cervellotico, avanza di carriera… C’è qualcosa che non va! Ah, nel decreto Salva Italia, hanno salvato le province… Evviva!

  5. Scritto da milly.67

    Via il semaforo !!! E’ impressionante il traffico che causa…comunque non capisco xchè è stata bloccata la variante.

  6. Scritto da Perla

    Esiste un progetto in tal senso depositato in comune dal Pd di Castelli Calepio. A costo zero si potrebbe risolvere risolvere il problema del traffico. È una soluzione attuabile almeno temporaneamente prima dell’adozione di una strada alternativa. Spetta all’amministrazione attuale adottarla e darne merito a chi l’ha pensata e progettata!

    1. Scritto da Marco C.

      Invece di continuare a fregiarsi dei meriti, UNIAMO LE FORZE E COLLABORIAMO PER IL BENE DI TUTTI, a prescindere da colori e bandiere

  7. Scritto da giulio ogliari

    Tutte le sere e’ una processione.
    Lunedi mattina alle 7 era spento e zero code.
    Basterebbe togliere la svolta a sx x ponte olio. Toglieteloooooooooo grazie