BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Esselunga di via Corridoni “Il parcheggio ora si paga ma nessuno lo segnala”

Pubblichiamo la lettera del nostro lettore Fabio Bassanello sul parcheggio del supermercato “Esselunga” di via Corridoni a Bergamo. “Dal primo luglio il secondo piano, da sempre ad uso pubblico, è diventato a pagamento ma all’esterno rimane un cartello che informa dell’esistenza di un parcheggio pubblico”.

Più informazioni su

Pubblichiamo la lettera del nostro lettore Fabio Bassanello sul parcheggio del supermercato “Esselunga” di via Corridoni a Bergamo. “Dal primo luglio il secondo piano, da sempre ad uso pubblico, è diventato a pagamento ma all’esterno rimane un cartello che informa dell’esistenza di un parcheggio pubblico”.

Ecco la lettera completa:

Buongiorno, parte del parcheggio – suddiviso su due piani – del supermercato Esselunga di Via F. Corridoni, in Bergamo, è sempre stato riservato ad uso pubblico.

Dal 1° luglio 2013 il supermercato Esselunga ha ritenuto di installare, in entrambi i piani del parcheggio, attrezzature idonee al pagamento di un pedaggio per l’uso del posteggio. Pedaggio che viene abbuonato ai soli clienti di Esselunga tramite una apposita procedura.

Quel che appare strano è che lungo la via Corridoni, all’ingresso del parking, resta installato un cartello che informa dell’esistenza di un parcheggio pubblico posto al secondo livello del parking Esselunga.

Sarebbe quindi interessante conoscere i termini della Convenzione che venne a suo tempo stipulata, tra il Comune di Bergamo e la società Esselunga, nella parte riguardante l’utilizzo delle aree di parcheggio.

Interpellati telefonicamente gli uffici comunali (mobilità e vigili urbani) sul tema mi hanno dichiarato di non saperne nulla, e che semmai avrei potuto "accedere agli atti" per verificare di persona.

Dato il consolidato utilizzo di questo parcheggio da parte di qualche centinaio di utenti, credo che sarebbe interesse di tutti conoscere gli esatti termini di questa vicenda, magari tramite una nota informativa diramata dai competenti uffici municipali.

Se poi fosse proprio nel diritto di Esselunga chiudere il parcheggio pubblico trasformandolo in parcheggio a pagamento, e non ho alcuna ragione per dubitarne, forse sarebbe il caso di togliere almeno i cartelli stradali, che continuano ad indurre i conducenti a scendere nel parking per poi doverne risalire subito dopo averne constatato l’obbligo di pagamento.

Grato per l’ospitalità, resto nella speranzosa attesa di una risposta.

Fabio Bassanello

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco

    IL 2 PIANO E PUBBLICO……lo conferma il fatto del cartello prima di scendere, se fosse di esselunga dovrebbe esserci il cartello con le tariffe……… chiedo alle autorita competenti di fare chiarezza……e nel caso di un abuso i provvedimenti del caso————

  2. Scritto da Fabio

    Prima il cartello di via Corridoni recitava PARCHEGGIO PUBBLICO.

    Questa mattina 11.07.13, appare il nuovo cartello nel quale viene riaffermato che al 2° livello si trova un PARCHEGGIO PUBBLICO.

    In conclusione osservo che, in mancanza del pannello integrativo con l’indicazione delle “tariffe per la sosta a pagamento” il parcheggio della ESSELUNGA – LIV. 2 sembrerebbe proprio un PARCHEGGIO PUBBLICO GRATUITO.

    Ovviamente lascio alla Polizia Municipale ogni ulteriore chiarimento.

    1. Scritto da marco

      HA RAGIONE SONO D ACCORDO CON LEI …. COMUNQUE E UNA VERGOGNA…….SPERIAMO INTERVENGA IL COMUNE…E UNA SITUAZIONE CHE VA CHIARITA————–

  3. Scritto da Quentin

    Non penso serva lamentarsi. Quando un parcheggio diventa a pagamento vuol dire che ci sono vari motivi..
    1: Le macchine saranno al sicuro e in caso di furto si potrà porre denuncia con l’appoggio delle registrazioni video.
    2: Questo sistema evita abusi da chi lavora vicino. I clienti fedeli che non pagano il parcheggio se fanno acquisti entro 90 min.
    Per finire vorrei segnalare che l’Italia è uno dei pochi paesi se non l’unico ad avere ancora parcheggi gratuiti nei centri commerciali.

  4. Scritto da Maura

    Ma complimenti! Questa novità farà chiudere tutti i negozi del Centro Borgonuovo

  5. Scritto da marco

    il comune di bergamo, sentito telefonicamente afferma: NOI NON ABBIAMO NESSUNA COMUNICAZIONE IN MERITO…..esselunga non dice nulla…qualcuno deve pur fare luce sulla questione…SE IL 2 PIANO E AD USO PUBBLICO PERCHE DEVO PAGARE A ESSELUNGA………………………—-

    1. Scritto da gigi

      con chi ha parlato in comune ? con l’usciere ? provi a telefonare a Snowden magari ne sa qualcosa

  6. Scritto da marco

    il cartello parla chiaro — 2 interrato uso pubblico—vedere foto inizio articolo. ieri un responsabile esselunga alla mia richiesta di una spiegazione non e stato in grado di rispondere, –,, forse tutto questo casino serve x eliminare la vigilinza–..- il comune di bg. deve fare CHIAREZZA…….sempre peggio…………………………

    1. Scritto da gigi

      vedo che ha molto a cuore il parcheggio dell’esselunga ( forse perchè parcheggiava all’ombra per andare in posta e in centro ) e cmq non ha ancora risposto ad una precisa domanda: dove ha letto ( intendo documento ufficiale ) che il parcheggio è del comune ? basta monologhi !

  7. Scritto da ellekappa

    Se a qualcuno è sfuggito esiste un altro parcheggio di uso pubblico con entrata vicino alla farmacia,purtroppo però detto parcheggio non rispetta affatto gli orari indicati sul cartello di accessociè dalle 7 alle 21, ma sembra che vada bene cosi’…

  8. Scritto da marco

    ALLA MENO PEGGIO FATE ALMENO DEGLI ABBONAMENTI X PARCHEGGIARE PIU DEI 90 MINUTI…….DEVO FARE LE CORSE PURE QUANDO VENGO HA SPENDERE X FARE LA SPESA…………………………………CONFERMO IL 2 PIANO E DEL COMUNE DI BG..—–….E NON DI ESSELUNGA, IL PUBBLICO DIVENTA PRIVATO…..BRAVI————————-

    1. Scritto da gigi

      mi dica la fonte che le ha detto che non è di esselunga ma del comune …..grazie

  9. Scritto da marco

    IL 2 PIANO INTERRATO DEVE RESTARE DI USO.. PUBBLICO , COME SEMPRE E STATO…IL TUTTO E STATO PREPARATO SENZA AVVISI IN FRETTA… PRIMA CHE QUALCUNO FERMASSE IL TUTTO….. PERCHE……..TOGLIETE LE SBARRE AL 2 PIANO…..IL COMUNE DOVE STA…..——-….VERGOGNA…

  10. Scritto da darioflautista

    ma intanto il Comune sta predisponendo un nuovo geniale sistema di segnalazioni disagi solo via mail, così non dovranno più sobbarcarsi le risposte con il personale

    1. Scritto da gigi

      il fine è quello di isolarsi maggiormente dai cittadini, meno rogne e vita più tranquilla. Pensate a quanti non avendo internet non potranno fare segnalazioni. chi non ha interne non è degno di essere un cittadino, senza internet sei nessuno ………..devo dirlo alla mamma

  11. Scritto da elelkappa

    Sarebbe ora che venissero multati un pò di motociclisti che parcheggiano sul piazzale esselunga,con tanto di segnaletica di area pedonale…oltre al fatto che transitano dietro tra i vari civici…probabilmente non danno fastidio a nessuno? Per la svolta obbligata verso il centro da via Legrenzi è un divieto inutile ignorato da chiunque, basta mettersi li’ e guardare un pò….

    1. Scritto da Mar

      Non sai quante volte chiamiamo le autorità competenti che non intervengono in quanto trattasi di suolo privato! E vogliamo parlare della sporcizia sul piazzale? Mozziconi, bottiglie e spesso “escrementi”….

  12. Scritto da Essecorta

    Semplicemente basta andare a fare la spesa in un altro supermercato e far abbassare il fatturato dell’Esselunga di Via Corridoni: poi, magicamente, tutto si sistemerà.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Mi ricorda quella catena di Sant’Antonio che chiedeva via email di evitare una certa marca di distributori di carburante per far abbassare il prezzo della benzina. Le soluzioni troppo semplici sono quelle che nessuno applicherà, e che perciò non risolvono niente. Illudersi di fare il solletico a un gigante della distribuzione come Esselunga, poi…

  13. Scritto da Mar

    Il Comune ha già fatto qualcosa… cambiare nuovamente la viabilità! Un mattino ti alzi, prendi la macchina per andare al lavoro e una volta fuori casa ti accorgi che la viabilità è cambiata per agevolare Esselunga. Complimenti!

  14. Scritto da Mar

    Tale questione è già stata evidenziata agli uffici preposti del Comune e ad Esselunga che, avendo la maggioranza dei millesimi di proprietà, impone ai condomini, e non solo, di subire scelte non condivise continuando a fare i propri interessi a discapito della cittadinanza che, invece, dovrebbe essere tutelata. Vediamo se qualcuno interverrà!

    1. Scritto da ab1

      Non basta avere la maggioranza in millesimi in un condominio: ogni decisione necessita avere anche un certo numero di condòmini a seconda delle circostanze. Esempio semplice di condominio di tre condòmini: SL ha 700 millesimi, mentre gli altri 2 arrivano a 300. Una delibera voluta da SL (con gli altri due contrari) potrebbe non passare perchè SL ha effettivamente una grossa maggioranza in millesimi, ma non ottiene la metà più uno dei condomini.

      1. Scritto da 1condomino

        Se vuoi partecipare alla prossima riunione condominiale… ci dai un mano!

  15. Scritto da Mar

    Così facendo stanno mettendo in ginocchio i residenti del condominio che sono costretti, abitandoci sopra, a “sopportare” rumori causati dal via vai di auto anche parcheggiate in seconda fila oltre che a danni cagionati ai box privati sottostanti a causa di scelte costruttive non idonee.

    1. Scritto da gigi

      chi abita li è consapevole dei possibili disagi causati dal’esselunga……..a parte che ci sono anche dei privilegi. l’unico disagio che hanno è quando devono scendere nei box dato che hanno l’entrata tra le poste e la duiscesa per l’aeeselunga e perciò con le macchine che devono andare in via corridoni si crea colonna che impedisce l’accesso Certo adesso che c’è il divieto ( non rispettato ) di svolta a sx va meglio

      1. Scritto da Mar

        Peccato che ne diventi consapevole dopo aver fatto un mutuo ed acquistato casa! E scusa quali sarebbero i privilegi? Fare la spesa sotto casa? Sai quanti negozi esistono in zona dove poter fare la spesa?

        1. Scritto da Mario

          prima di fare il rogito di solito si verificano certi aspetti.

  16. Scritto da Mar

    Esselunga, così facendo, “tutela” il proprio parcheggio “riservandolo” alla clientela che dovrà pagare per utilizzarlo ed incentivando in tal modo l’utilizzo del parcheggio ad uso pubblico adiacente alla farmacia.

  17. Scritto da uncondomino

    Il parcheggio privato ad uso pubblico di Esselunga è posto proprio al piano inferiore di alcune abitazioni del complesso denominato Borgonovo… complesso nel quale risiedo.

  18. Scritto da nico

    …molto probabile che la convenzione sia scaduta e che pertanto il secondo piano sia tornato in piena disponibilità a Esselunga (un po’ come è sempre stato per quello di via s.Bernardino). Trovo invece sconcertante il parcheggio selvaggio (senza alcuna sanzione) davanti alle poste (e non solo) di via corridoni oltre alla genialata di aver imposto l’obbligo di svolta a destra verso il centro da via legrenzi (e chi va redona che giro fa? va al monterosso?!?)

    1. Scritto da mah..

      mettere l’obbligo di svolta a destra è stata la cosa più intelligente.Si evitano inutili rallentamenti tra chi deve andare verso Redona e chi deve entrare/uscire dal supermercato,camion dei fornitori compresi. facendo il giro al rondò diMonterosso ci si tiene 1 minuto in più e si evitano inutili ingorghi.

      1. Scritto da Mar

        Mentre quelli che devono accedere alla propria abitazione devono andare a Redona e tornare indietro??? Basterebbero più controlli da parte degli organi competenti al fine di evitare parcheggi fuori dalle poste e dai negozi di via corridoni. Chiaramente ciò sarebbe coerente ma è più facile penalizzare i residenti!

    2. Scritto da Mar

      La convenzione non è scaduta. Esselunga per aprire l’attività in via corridoni è stata obbligata dal Comune, e così sarà per sempre, a garantire un parcheggio ad uso pubblico. Peccato che il parcheggio viene usato come garage da chi abita in zona e non è in possesso di box o posto auto. Oltretutto via legrenzi è spesso bloccata dai tir che scaricano proprio per Esselunga mentre il parcheggio di via legrenzi è ormai saturo dei veicoli di Poste Italiane!

      1. Scritto da Fabio

        Scusami Mar, potresti dirmi da dove deriva la tua affermazione “la convenzione non è scaduta” ?

        Perchè proprio oggi un Consigliere Comunale ha scritto di aver interpellato sull’argomento l’avv. Ceci (ass.mobilita@comune.bg.it) il quale avrebbe affermato che l’operato di SLunga è corretto.

        1. Scritto da Mar

          Caro Fabio vorrei spiegarti tutta la vicenda non pubblicamente per cui ho richiesto alla redazione di avere un tuo recapito o di forntirti il mio.

        2. Scritto da Mar

          Attenzione la convenzione a cui mi riferisco è quella relativa al parcheggio tra il bar e la farmacia che è comunque un parcheggio privato (proprietà Esselunga) ad uso pubblico. Credo che quello sottostante ad Esselunga sia privato e non credo che per quello sia in essere una convenzione con il Comune. Ne consegue che forse Esselunga possa fare ciò che crede in quell’area.

  19. Scritto da Alle

    Ho notato anch’io proprio ieri la questione segnalata, ma ho visto anche che pochi metri più avanti c’è l’indicazione di un nuovo parcheggio pubblico interrato.

  20. Scritto da quercula

    basta non andare più a fare la spesa all’esselunga di via corridoni e vedrete che ripristineranno le “vecchie abitudini”

    1. Scritto da rino

      @quercula: non ha senso la tua intuizione. Se vai a fare la spesa a SL non paghi in ogni caso (annulli alla cassa), se invece parcheggi alla mattina, te ne vai al lavoro e riprendi la macchina alla sera … beh …forse qualche regola sarebbe opportuna

  21. Scritto da baz

    scandaloso: non hanno nessun diritto, la convenzione richiedeva il parcheggio ad uso pubblico!!
    Già subiamo lo scandalo della gente parcheggiata in mezzo a via corridoni, davanti al parcheggio gratuito, solo perchè a Bergamo a nessuno interessa che le regole siano tali… figuriamoci adesso cosa capitrà

  22. Scritto da stan

    tra l’altro non è dato sapere dove si potranno parcheggiare i motocicli dal momento che sulla piazza ne è vietato l’accesso (anche se il 99% dei clienti motociclisti vi entra bellamente) e, adesso un cartello segnala che è vietato anche accedere agli interrati…