BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Adesso è ufficiale: Giancarlo Finardi torna all’Atalanta

L'ex tecnico della Primavera dell'Atalanta torna sotto le Mura dopo sei anni. Sarà il braccio destro di Mino Favini almeno per una stagione, poi il Mago di Meda sceglierà se godersi la meritata pensione.

Più informazioni su

"L’Atalanta comunica di aver ingaggiato Giancarlo Finardi in qualità di viceresponsabile del settore giovanile. Finardi verrà presentato alla stampa giovedì 4 luglio alle ore 11 nella Sala conferenze del centro Bortolotti di Zingonia". Con questo comunicato stampa la società nerazzurra ha comunicato l’arrivo di Giancarlo Finardi. Una notizia che era nell’aria da qualche tempo, da quando ad aprile Bergamonews e La gazzetta dello Sport avevano anticipato il primo contatto dei dirigenti nerazzurri con l’allora responsabile del vivaio della Cremonese.

Finardi torna quindi a Bergamo dopo sei anni per fare da braccio destro al Mago di Meda, quel Mino Favini con cui ha da sempre avuto un ottimo rapporto. Quello stesso Mino Favini di cui dovrebbe raccogliere l’eredità tra un anno anno, quando lo storico dirigente atalantino sceglierà la meritata pensione per lasciar spazio a Finardi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da uno qualunque

    Strano che ieri un articolista di questa testata si sia scordato di citare quest’operazione. Da un “profondo conoscitore” dell’ambiente mi sarei aspettato almeno una citazione di questo prossimo ingaggio. Soprattutto se si lamenta una scarsa padronanza del dialetto nostrano in società… Che sia forse prevenuto? Mah….

    1. Scritto da prevenuto chi?

      Guardi che sta commentando questa notizia oggi. Le sfugge che Passirani abbia pubblicato ieri il suo pezzo? Mah…

      1. Scritto da uno qualunque

        “Una notizia che era nell’aria da qualche tempo, da quando ad aprile Bergamonews e La gazzetta dello Sport avevano anticipato il primo contatto dei dirigenti nerazzurri con l’allora responsabile del vivaio della Cremonese.” Cit. dal pezzo. Anche l’Eco ne aveva parlato in questi giorni, dando per fatto l’affare. E se mi dice che l’articolista aspetta solo l’ufficialità delle notizie, le ricordo che nel pezzo di ieri faceva intendere (quasi per scontate) penalizzazioni, carestie e locuste…

        1. Scritto da due comunque

          Ogni occasione è buona per additare una delle poche voci fuori dal coro. Metodi talebani: gli infedeli vanno puniti. Che miseria.

          1. Scritto da uno qualunque

            La critica ha ragion d’essere quando analizza i fatti e mostra sia le cose buone che quelle cattive. Se si critica la società per non aver persone che vengano dall’ambiente bergamasco, non citando nemmeno il ritorno di un dirigente come Finardi, bergamasco e che viene da ottime esperienze nel vivaio, solo per attacare una persona sgradita, lì si diventa talebani. E la critica negativa a prescindere perde di sostanza, oltre che di credibilità… Risponda nel merito.

          2. Scritto da due comunque

            Nel merito: Passirani critica Marino per aver portato a Bergamo gente come Brienza e Scaloni, Matheu, Parra e Troisi, Budan e Contini, Giorgi, Brivio e Cazzola. Risponda nel merito.

          3. Scritto da uno qualunque

            La invito a rileggere l’articolo. Citazione: “Non siamo né furbi, né troppo onesti e ora nemmeno troppo bergamaschi, visto che in società dominano altri dialetti ormai.” Saluti.

          4. Scritto da dark

            Preciso. E sottoscrivo.

          5. Scritto da dark

            sottoscrivo due comunque. Così s’intende il contrario…