BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via Balo, tocca al Gila Semifinale con la Spagna, ce la possiamo fare?

Questa sera gli azzurri sfidano le Furie Rosse per un match sicuramente proibitivo ma non impossibile. Chi vince domenica sera affronta, per la finalissima, i fenomeni del Brasile. Tu cosa pensi della gara di questa sera? L'Italia può farcela? Di' la tua.

Italia-Spagna, ci risiamo. Quella che negli ultimi anni è diventata la nostra bestia nera questa sera tornerà sul cammino degli azzurri: per raggiungere la finalissima di Confederations Cup bisognerà battere le Furie Rosse, quelle stesse furie che negli Europei del 2008 ci hanno eliminato (ai calci di rigore) nei quarti finale e la scorsa estate ci hanno battuto con un sonoro 4-0 in finale, a Kiev.

L’Italia parte sfavorita su tutti i fronti: sulla carta, perché obiettivamente parlando la Spagna è ben più forte degli azzurri; e sul campo, perché l’assenza di Balotelli pesa più di ogni altra defezione. Il bomber del Milan, infatti, in questa Confederations (ma anche negli ultimi Europei, quelli del 2012) è stato l’anima della squadra di Prandelli, sempre pronto a prendersi a sportellate là davanti e, quand’è servito, a buttarla dentro, anche nei momenti più importanti e delicati (vedi semifinale con la Germania di un anno fa).

Il ct di Orzinuovi si è detto fiducioso. E ha annunciato che Balotelli sarà sostituito da Gilardino: "E’ un giocatore affidabile – ha spiegato in conferenza stampa -, che sa fare gol. Spiace per l’assenza di Mario, ci teneva ad esserci. Perdiamo sotto il profilo della qualità individuale, ma possiamo migliorare come qualità del gioco. La Spagna gioca con attaccanti che non danno punti di riferimento, del resto conta la mentalità, non il numero delle punte. Attaccano gli spazi. E noi giochiamo in maniera propositiva perché abbiamo giocatori di qualità, non perché ci ispiriamo alla Spagna, che gioca in maniera offensiva. Il cambio di modulo? Dobbiamo tenere in considerazione anche gli avversari. Il fatto che si cambi non significa che siamo in difficoltà, ma solo che abbiamo qualche idea in più. Non c’è un modulo perfetto che ti dà la sicurezza di battere la Spagna. Loro terranno il possesso palla, noi dovremo giocare come nel secondo tempo col Brasile. E così rimarremo in partita".

E tu cosa pensi della sfida di questa sera? L’Italia può farcela o, senza Balotelli, non se la giocherà nemmeno? Di’ la tua.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aladin

    Sento che faremo una buona gara,soprattutto nel primo tempo avremo varie occasioni. Dico 7-6 per la Spagna ai rigori (sbaglia bonucci).

  2. Scritto da nino cortesi

    Sarà un disastro, con cartellini rossi, crampi ed un 3-0 per loro, che riposeranno nel secondo tempo. Le caratteristiche dei giocatori italiani: spompati, fuori ruolo, non sanno che fare, aspettano le allodole e sognano un immediata calata verso il mare.

  3. Scritto da XAVI

    -4-0 X LA SPAGNA E CI VA ANCORA BENE

  4. Scritto da uno qualunque

    Loro Xavi, Iniesta, Busquets. Noi Pirlo semi-infortunato, Candreva e Giaccherini. Più che un’impresa serve un miracolo.

  5. Scritto da spillo

    Gilardino MAH zucche e meloni han le lor stagioni

  6. Scritto da tex

    no non passeremo ma anche se ci fosse stato balotelli che è bravo ma non è fonadamentale. Certo è una scusa per giustificare una squadra che ha preso 8 goal e che è stata tremendamente fortunata